Assassin's Creed Revelations: il capolinea di Ezio Auditore

Assassin's Creed Revelations: il capolinea di Ezio Auditore

Abbiamo completato questo nuovo spin-off della saga, ambientato in quel di Costantinopoli. Le novità introdotte non sono di carattere sostanziale, ma contribuiscono ad affinare l’esperienza di gioco e a renderla ancora più godibile. E il finale, a differenza di Brotherhood, offre finalmente qualche risposta.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
Assassin's Creed
 

Nuovamente Assassini, anche online

La modalità multigiocatore è stata confermata anche in questo nuovo capitolo, fornendo come già avvenuto lo scorso anno un contesto e un background ben preciso all’esperienza di gioco. Nel corso delle sfide online si tornerà infatti all’interno dell’Animus originale, quello creato e gestito dall’Abstergo. Per questo motivo si prenderà parte a quelle che vengono definite “sessioni di addestramento” per le nuove reclute dei Templari.

Tra le novità degne di nota sono state introdotte alcune nuove modalità. Anche in Revelations ritornano la modalità Ricercato e quella Assassinio, già viste in Brotherhood, affiancate dal “Furto del Manufatto”. Si tratta di un tradizionale Cattura la Bandiera, nel quale è indispensabile rubare un manufatto e tenerlo il più a lungo possibile. Esiste inoltre una modalità “Contagio”, nella quale si devono uccidere delle prede se il proprio status è di “contaminato”, mentre in caso contrario è indispensabile nascondersi.

Ancora una volta si rende necessario mimetizzarsi abilmente tra la folla, cercare di muoversi lentamente in modo da non destare sospetti negli avversari, oppure correre a più non posso nel momento in cui si viene scoperti e ci si trova braccati, cercando di sfruttare la chiusura dei numerosi cancelli sparsi per ogni mappa a proprio vantaggio.

Si potranno inoltre impersonare numerosi nuovi personaggi, tra cui il Guardiano, il Visir, il Diacono, la Teatrante e il Bombardiere. Oltre alla personalizzazione del soggetto è ora possibile cambiare anche il proprio Profilo Templare, andando a modificare rispettivamente il Patrono, l’Emblema e il Titolo di cui si dispone. Il Patrono è il personaggio a cui ci si ispira, mentre l’Emblema rappresenterà il giocatore durante ogni partita effettuata online. Il Titolo infine riguarda direttamente il proprio livello di credibilità e potrà essere incrementato solo giocando e sbloccando le onorificenze più avanzate.

 
^