E se la prossima XBox fosse un tablet?

E se la prossima XBox fosse un tablet?

Con l'approssimarsi della fine di una generazione di console una buona percentuale delle news scritte da un newser di videogiochi riguardano indiscrezioni sulle specifiche e le funzioni principali della generazione successiva. Insomma, negli ultimi giorni sono aumentate esponenzialmente le voci e le indiscrezioni sulla prossima generazione, soprattutto per quello che riguarda la futura XBox.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Con l'approssimarsi della fine di una generazione di console una buona percentuale delle news scritte da un newser di videogiochi riguardano indiscrezioni sulle specifiche e le funzioni principali della generazione successiva. Insomma, negli ultimi giorni sono aumentate esponenzialmente le voci e le indiscrezioni sulla prossima generazione, soprattutto per quello che riguarda la futura XBox.

Su Hardware Upgrade e Gamemag pubblichiamo una minima parte di queste news sui rumor ma, andando alla ricerca delle indiscrezioni più valide e più credibili, ci si imbatte in una mole considerevole di notizie più o meno fondate. Insomma, di pettegolezzi ne conosciamo tantissimi ormai, ma quali sono i più realistici, cosa dobbiamo veramente attenderci dalla XBox di prossima generazione? Per capirlo riportiamo le quattro principali news sull'argomento pubblicate su Gamemag nei giorni scorsi:

XBox Next: più economica e basata su Windows 9 e ARM secondo rumor

Nuovi rumor sulla prossima XBox: Microsoft sulle orme di Apple

Rumor: annuncio XBox Next a gennaio. Nuova tecnologia di cloud gaming

Xbox Next sarà una console 'ibrida'

Già dai titoli ci si può fare un'idea. Sembra che la prossima XBox abbia a che fare con un progetto meno oneroso del precedente volto a creare un prodotto che abbia un prezzo di listino inferiore rispetto a quello della precedente generazione. Si parla di cloud gaming e si parla di sistema ibrido, con tanto spazio riservato agli acquisti in formato digitale. Insomma, internet un po' dappertutto.

Ma probabilmente il vero leit motive di queste notizie riguarda la portabilità, il fattore mobile, ovvero quello che sta facendo in maniera sostanziale la differenza negli ultimi anni di tecnologia, e trasversalmente in quasi tutti i settori. Si parla di ARM e di strategie simili a quelle di Apple.

ARM è un produttore strettamente legato al mondo dei device mobile. Sulla tecnologia dell'azienda con sede a Cambridge, Regno Unito, sono ad esempio costruiti i processori degli iPhone e degli iPad, oltre che di diversi dispositivi con sistema operativo Android. Insomma, si può dire che la società domina il settore dei microprocessori per telefoni cellulari. Se fosse vera la notizia che Microsoft intende fare affidamento sull'architettura ARM per la prossima XBox potrebbero essere veri due scenari: o una totale inversione di tendenza nella produzione di ARM o una totale inversione di tendenza in quella che è XBox. Sembra decisamente più probabile la seconda ipotesi.

Nello scorso luglio poi è emersa un'indiscrezione secondo la quale la prossima generazione di GPU Mali, prodotte ancora una volta da ARM, che sarà disponibile entro 12 mesi, si avvarrà di una capacità computazionale allineata a quella di XBox 360 e PlayStation 3 anche su dispositivo portatile.

Scrivevamo in quella news: Se si considera che l'attuale XBox 360 è basata su un SoC realizzato con processo costruttivo a 45 nanometri e comprende 372 milioni di transistor, e che Tegra 2 di Nvidia è realizzato a 40 nanometri e dispone di 100 milioni di transistor, allora ARM potrebbe raggiungere la complessità del primo chip entro i 18 mesi se riuscisse a mettere in pratica un processo costruttivo a 28 nanometri o meno.

Tra circa un anno, dunque, non sarà più fantascienza avere un dispositivo portatile con la stessa complessità a livello hardware delle console dell'attuale (scorsa?) generazione. Microsoft dunque potrebbe pensare a XBox Next come un qualcosa di molto simile a un tablet: massima portabilità, possibilità di collegamento con i monitor HD tramite HDMI e interfacciamento con gamepad wireless o altri sistemi di controllo similari o con sensore di movimento. La precedente generazione rimarrebbe compatibile con il sistema e sarebbero garantite prestazioni perlomeno eguagliate ai giochi attuali.

Quindi non ci sarebbe nessuna vera next-gen? "In futuro vedrete delle nuove funzionalità per console strutturate sul cloud. Saranno delle novità veramente molto interessanti, ma non posso essere più specifico perché rischio di essere licenziato". Ho preso queste dichiarazioni dalla terza delle news linkate in questa pagina, e sono state pronunciate da Brian Prince, cloud evangelist di Microsoft, insomma una fonte molto vicina allo sviluppo interno di Microsoft. Il cloud sarà dunque determinante nella prossima generazione di console.

A questo punto mi viene in mente OnLive. Il servizio di cloud gaming già attivo sia negli Stati Uniti che in Europa è in grado di processare da remoto le immagini dei videogiochi (poi trasmesse al client tramite internet), di garantire un frame rate elevato a fronte di un piccolo input lag (perlmeno nelle nazioni dotate di connessioni a internet veloci) e soprattutto di garantire una grafica realmente di prossima generazione che non ha confronto con quella dei videogiochi di oggi. Ad esempio, OnLive potrebbe essere in grado di calcolare il raytracing via hardware con architetture pensate per l'occorrenza e disponibili nelle server farm di OnLive. Nessuna scheda video di oggi, invece, calcola il raytracing in hardware.

Il cloud gaming inoltre aiuterebbe ulteriormente i produttori di sistemi videoludici a contrastare la pirateria, dando loro ulteriore controllo sull'accesso ai contenuti.

So di rischiare un po', ma quello che sto pensando è un sistema che abbia un hardware di base allineato ai device portatili di oggi, o forse qualcosa in più, con cui può eseguire i giochi con la complessità grafica attuale, e che invece fa affidamento al servizio cloud per l'elaborazione della grafica next-gen. Insomma, i vari rumor, sebbene non venga detto esplicitamente, mi sembra stiano andando in quella direzione.

Una soluzione del genere porrebbe rimedio a molti problemi. Diminuirebbe in maniera sensibile i costi per il pubblico, e ridurrebbe drasticamente anche i costi di produzione, di mantenimento e di evoluzione dei sistemi. I dubbi di Microsoft e Sony sull'introdurre una prossima generazione nel senso classico del termine riguardano principalmente la creazione di un hardware sufficientemente competitivo, che deve essere contenuto in case piccoli ed eleganti, ben raffreddato ed efficiente, oltre che poco costoso. Probabilmente tutto ciò è diventato ormai impossibile. La crisi economica internazionale, inoltre, impedisce di tentare avveniristici progetti senza risvolti economici concreti e oltretutto scoraggia la gente a fare acquisti particolarmente onerosi.

In realtà neanche Nintendo sembra voler fare una cosa molto diversa da questa. Wii U è basato su un controller che ha un concept decisamente differente rispetto al solito: sostanzialmente somiglia un iPad. Il colosso nipponico ha già presentato la console di prossima generazione, ma in realtà ha mostrato semplicemente un controller, che quindi possiamo pensare che sia la vera anima della nuova console. E il sistema centrale? Nessuno lo conosce, e nessuno sa che tipo di hardware possa avere, o forse faremmo meglio a dire non avere?

Se il futuro è legato al cloud gaming, mentre l'hardware così come lo intendiamo oggi diventa sempre meno importante e meno centrale, questo scenario, anche se non per la prossima generazione, potrebbe non discostarsi più di tanto dalla realtà. Certo molti staranno pensando al digital divide, e alle enormi difficoltà che avrebbero gli utenti che risiedono in nazioni con connessioni a internet non competitive ad accedere ai contenuti di generazione successiva.

Chi ha provato OnLive sa, però, che anche in Italia il servizio è comunque accessibile. Si farebbe più complicato il discorso nel caso di giochi storicamente legati alla piattaforma PC come Diablo III o Battlefield 3, che richiedono connessioni a internet particolarmente competitive: giochi, insomma, che richiedono che il lag sia a 0ms o poco più. In questo caso il cloud gaming evidenzia le sue più grandi carenze. Ma, per il gaming più rilassato, casual o "consolaro", scegliete voi la definizione, il cloud gaming più subito diventare la soluzione più conveniente.

Certe nazioni potrebbero essere più indietro di altre, ma ai produttori legati ai principali mercati potrebbe iniziare a non interessare l'arretratezza digitale di queste nazioni e rinunciare a questi mercati.

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mircocatta22 Novembre 2011, 10:38 #1
speriamo proprio di no!
già immagino l'input lag che si verificherebbe..
ma sopratutto, intel-amd-nvidia staranno a guardare? con molto meno hardware in circolazione perderebbero molto del loro business ..
dove sta il divertimento poi per noi smanettoni? questo rischierebbe di isolare ancora di più il mercato videoludico per PC..
RR222 Novembre 2011, 10:41 #2
"Diminuirebbe in maniera sensibile i costi per il pubblico"

Sicuri?
Oggi: Xbox: 199 euro + 50/60 euro per i giochi ( ma anche molto meno potendo risparmiare con l'usato o gli acquisti all'estero)
Domani? Xbox next 100 euro? Meno? 50? + 20/30 euro mensili linea adsl + 20? 30 euro per i giochi? Io non ci credo chi glielo fa fare? Potranno vendere sempre a prezzo pieno, senza preoccuparsi dell'usato e noi non potremo fare acquisti da mercati più convenienti, aggiungiamoci poi XX euro all'anno di abbonamento a "live next".
Io tutta questa convenienza non la vedo, spero tanto ma tanto di aver torto.

PS. Senza contare che tutti quelli che vendono giochi, si ritrovano senza lavoro.
bodomTerror22 Novembre 2011, 11:09 #3
La linea adsl ce l'ha chiunque, loro non stanno certo a guardare i poveri visto che questi non si comprano una console!
Se esce fra un anno vedo console tablet con le stesse prestazioni di questa generazione, si allargherà il mercato visto i costi ridotti e la "miniaturizzazione" che è quello che cerca la gente oggigiorno, per almeno 5 anni secondo me non ci saranno console di nuova generazione perchè ci sono giochi in arrivo per il 2013 che continueranno a "vivere" nei nuovi tablet.
La crisi è un altro motivo per cui le aziende ci vanno caute e in ogni caso fanno quello che il mercato chiede.
Di positivo ci sarà che nvidia e amd ce le ritroveremo in piena forma sulla piattaforma PC dove verrà sviluppata una grafica che su tablet non avranno, sono sicuro che i giochi PC venderanno come non mai!
Tutto molto bello? fra qualche anno lo scopriremo
nicacin22 Novembre 2011, 11:51 #4
secondo me questa xbox next, non sarà altro con una console portatile stile nintendo 3ds e Psp Vita.

Poi la vera xbox di prossima generazione, se ne parlerà non prima del 2014.

Scommesse aperte
unnilennium22 Novembre 2011, 12:23 #5
se non cambia qualcosa a livello di processi produttivi, la nuova generazione non farà il salto rispetto a quella attuale, vale per i pc, e vale per le console. se nel frattempo fanno un tablet, venderanno quanto vendono i tablet adesso, cioè poco e nulla, non giustificano un investimento se non ci guadagnano.. per me è solo una idea, difficilmente diventerà una cosa reale... in tempi brevi almeno. l'ipad 2 è un gioiellino, si gioca anche bene, ma resta sempre un prodotto di nicchia, a quel prezzo.non certo paragonabile ad una console, che costa la metà, e per adesso ha una definizione moolto migliore... boh.. se poi uno giocca ad angry birds va bene tutto.
Veradun22 Novembre 2011, 12:26 #6
Oppure chissà, magari un 12 cilindri...
PhoEniX-VooDoo22 Novembre 2011, 12:36 #7
[SIZE="4"]E se la prossima XBox fosse un tablet? [/SIZE]


eeeh??


un articolo di Rosario Grasso, pubblicato il 22 Novembre 2011


aaaaaaaaaaaahhhhh

Link ad immagine (click per visualizzarla)
TheDarkAngel22 Novembre 2011, 12:55 #8
Se mia nonna avesse le ruote...
Goofy Goober22 Novembre 2011, 13:21 #9
E se la piantassimo con il fud-hype?
Benjamin Reilly22 Novembre 2011, 13:22 #10
e se la prossima console fosse un... PC?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^