inFamous Festival of Blood: Cole McGrath vampiro per una notte

inFamous Festival of Blood: Cole McGrath vampiro per una notte

Cole McGrath affronta una nuova minaccia nella città di New Marais. La festa celebrativa nota come ‘Pyre Night’ nasconde infatti insidie inaspettate. Il protagonista avrà a disposizione una sola notte per riportare la situazione sotto controllo e respingere la temibile orda di vampiri che ha momentaneamente invaso la città, capitanata dalla malvagia Bloody Mary. Per questo prodotto non c'è valutazione sintetica perché riserviamo le votazioni solo per quei prodotti che hanno una componente artistica ed emozionale inedita, e i DLC sono spesso delle mere aggiunte che non espandono da quei punti di vista l'esperienza originale.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

Di nuovo a New Marais, ma su scala ridotta

Il contesto cittadino è il medesimo del secondo capitolo. La città di New Marais, già testimone della forsennata lotta di Cole contro il potere distruttivo della ‘Bestia’, vivrà un altro capitolo particolarmente turbolento e controverso. Questa volta la voce narrante sarà quella di Zeke, il simpatico e casinista compare del protagonista, che lo assiste e accompagna in ogni sua avventura. Nel filmato introduttivo del gioco lo troviamo seduto al bancone di un bar, quando gli si avvicina una procace ragazza con una vistosa e provocante scollatura.

Da “consumato” marpione la invita a sedersi e le offre da bere, vantandosi di essere amico del “famoso Cole McGrath” e di considerarlo alla stregua di un fratello. Questo breve preambolo costituirà il pretesto per narrare l’ennesima peripezia che li ha visti al centro dell’attenzione, una vicenda infarcita di vampiri e di lancette che corrono, il tutto nell’arco una sola e infernale notte.

Nel corso di una particolare ricorrenza cittadina, nota come “Pyre Night” i cittadini si travestono da vampiri e sfilano festanti per le strade della città, celebrando alcuni eventi passati, ormai entrati nella leggenda e nella tradizione popolare del posto. Cole però realizza che qualcosa di poco chiaro è in procinto di compiersi quando viene informato da Zeke della presenza di alcune persone ferite all’interno delle catacombe cittadine. Scendendo nelle profondità di New Marais per indagare, l’uomo elettrico verrà suo malgrado coinvolto nell’attacco di una pericolosa orda di vampiri, che non si farà scrupoli a catturarlo e a sfruttare il potere insito nel suo sangue per risvegliare il cadavere della temibile Bloody Mary.

Una volta ritornata prepotentemente in vita quest’ultima deciderà di soggiogare Cole con il proprio morso, rendendolo a tutti gli effetti un vampiro assetato di sangue umano. La prospettiva non fa che peggiorare quando la pericolosa donna vampiro gli rivela il suo destino, ovvero il fatto che Cole sia pressochè condannato a divenire suo schiavo al sorgere del sole. Inizierà a questo punto un’autentica lotta contro il tempo per cercare di fermare l’invasione dell’orda, che sembra ormai tristemente inevitabile.

 
^