Fifa 12: quattro occhi sono meglio di due

Fifa 12: quattro occhi sono meglio di due

La recensione di Fifa 12 è stata curata da due redattori di Gamemag. Nell'articolo trovate ogni dettaglio tecnico e di gameplay sull'ultima simulazione calcistica di EA Sports.

di Stefano Carnevali, Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

Il 'nuovo calcio' targato EA

Con il passaggio alle console di nuova generazione, Fifa si è imposto come IL simulatore di calcio. Nel 2008, la spuntava per la decisa insufficienza di PES.

Mentre nelle tre stagioni successive, forte di migliorie sostanziali e costanti nel proprio impianto di gioco, il titolo EA si è guadagnato la vittoria sul campo, diventando sempre più un simulatore solido e divertente.

Non perfetto, certo, ma in grado di offrire una soluzione ludica di livello, con un’elevata dose di realismo. Premiato dalle vendite e apprezzato dalla critica, Fifa si sarebbe potuto accontentare di ‘contenere’, amministrando il vantaggio. Anche perché PES, nonostante l’indubbio impegno, non pare in grado – attualmente – di impensierire il prodotto nordamericano.

E invece no. Rutter e i suoi hanno deciso di mostrare i muscoli, andando a incidere pesantemente sugli equilibri della saga. Dopo Fifa 12, il simulatore di calcio EA non sarà più lo stesso: siamo di fronte alla più grande rivoluzione che la serie abbia subito, dopo la ‘riscrittura complessiva’ del 2008.

E già per questo, EA meriterebbe del plauso. Ma l’apprezzamento va accresciuto, perché i programmatori sono andati a intervenire su molti degli aspetti maggiormente ‘criticati’ nelle loro precedenti produzioni.

 
^