BlizzCon 2011: le novità dal mondo Blizzard

BlizzCon 2011: le novità dal mondo Blizzard

Dopo la conclusione del BlizzCon 2011, eccovi un resoconto di quanto emerso durante la due giorni californiana dedicata alle produzioni Blizzard.

di Antonio Rauccio pubblicato il nel canale Videogames
Blizzard
 

Diablo III - Casa d'Aste

La Casa d'Aste, invece, è stata presentata come naturale evoluzione di caratteristiche da sempre presenti nella serie. Le ragioni della scelta di introdurre una tale feature vanno ricercate nel fatto che in Diablo il loot ha sempre rappresentato una componente principale del gameplay, ma la generazione del loot è sempre stata randomica e dunque le bassissime opportunità di trovare l'esatto oggetto che si cerca hanno reso il trading una via importante per trovare oggetti cercati. Queste motivazioni avevano già reso possibile in Diablo II usare l'interfaccia di trade in game, lanciare gli oggetti per terra durante il gioco per lasciarli ai compagni di avventura, e spinto i giocatori a mettere post in forum o usare canali di chat per gli oggetti ricercati, o a ricorrere a fumosi e rischiosi siti web di terze parti, che mettono in vendita gli oggetti in cambio di soldi veri.

Queste le ragioni che hanno portato all'introduzione della Casa d'Aste, che rappresenterà il modo più conveniente, sicuro e facile per reperire gli oggetti ricercati, che potranno essere acquistati con l'oro raccolto in game o con soldi reali. E in questo secondo caso, Blizzard ha precisato che non si pagherà alcuna tariffa percentuale sulla transazione effettuata, quindi la partecipazione alle aste sarà gratuita. Rispetto alla beta, Blizzard ha dichiarato che sono in corso miglioramenti anche per la Casa d'Aste, soprattutto sul versante della ricerca, che sarà più intelligente (focalizzata sul personaggio per il quale effettuiamo la ricerca) e avanzata (con ulteriori criteri aggiuntivi).

Le statistiche ottenute dalla beta stanno permettendo un tuning delle caratteristiche di gioco, e Blizzard ha mostrato alcuni esempi di questo processo.

I campioni nemici dotati di abilità speciali, rispetto alla beta sono stati forniti di nuove skill (come il lancio di granate) ed è stata migliorata la loro curva di difficoltà. Le abilità passive verranno migliorate in modo da indirizzare il giocatore a nuove strategie di gioco, risultare più interessanti e particolari (ad esempio possibilità percentuale di evocazione di alleati) e sfruttare/migliorare particolari oggetti unici posseduti. Il tutto sarà equilibrato per evitare combinazioni con troppa sinergia: ad esempio tre skill passive che aumentano tutte la stessa caratteristica, provocano uno squilibrio che va corretto.

Sono stati poi esemplificati i tuning per ogni classe del gioco. Il Barbaro ad esempio sarà migliorato in termini di carica della Furia e di sopravvivenza, specie nei livelli di difficoltà estremi, dove lo scontro corpo a corpo lo espone a maggiori rischi di perire rispetto a classi che combattono a distanza. Il Mago sta ricevendo numerosi aggiustamenti legati agli spell e all'utilizzo del Potere Arcano, e ci si sta orientando sul legare la velocità di casting alla velocità di attacco, in modo da incentivare l'utilizzo di skill basate sulle armi. Lo Sciamano invece avrà una migliore generazione di mana (grazie ad abilità passive, rune e gear) e skill rese più interessanti da nuove aggiunte, come il Circle of Life, che evocherà automaticamente zombie dogs quando uccidiamo nemici. Il Monaco, essendo una classe che predilige il combattimento corpo a corpo come il Barbaro, sarà anch'esso migliorato in termini di sopravvivenza, le combo saranno arricchite e tramite i mantra, le abilità del monaco avranno un valore raddoppiato nei tre secondi successivi al cast. Per il Cacciatore di Demoni verranno ottimizzate la generazione dell'Odio e il consumo della Disciplina, e verranno migliorate le trappole per tenere alla dovuta distanza i nemici.

E' inoltre in corso un miglioramento della resa grafica di alcune skill, al fine di renderle più spettacolari e gustose, e sono stati mostrati degli esempi di work in progress. Ad esempio abbiamo visto il Monaco evocare un tempio di quattro colonne che colpite crollano sui nemici, il Cacciatore di Demoni accompagnato da diversi companion (teschio fluttutante che morde i nemici, spada fluttuante, pipistrello succhiasangue o teneri furetti) e il Barbaro tramite la skill Call the Ancients evocare i tre Antichi (già affrontati in Diablo II) che lotteranno per noi per un tempo limitato.

Stesso discorso vale anche per i nemici, ad esempio gli sciamani con l'abilità di scudo, che proiettano su di noi la skill con cui li colpiamo, oppure nemici completamente nuovi come i Rock Worms, mostruosi vermi che possono anche mangiarci in un sol boccone.

Sono stati inoltre riportati alcuni esempi concreti di feedback della beta. Ad esempio, è stato notato che numerosi giocatori sfruttano eccessivamente l'hot swapping, ovvero cambiano continuamente skill durante il combattimento, aspetto considerato da Blizzard non divertente e che comporta meno impegno nel costruire il personaggio.

Al vaglio ci sono alcune possibili soluzioni, come il cambio di skill consentito solo in città (un po’ troppo rigida) oppure il cambio skill consentito solo nei frangenti in cui non si combatte. Altro feedback preso in considerazione è sui followers, ovvero i personaggi che si uniscono al nostro party. Nelle intenzioni iniziali degli sviluppatori i followers erano visti come una feature del gioco in singolo e non sarebbero stati presenti dopo il livello di difficoltà Normale, ma dopo i feedback ricevuti dai tester, Blizzard ha cambiato idea e i followers saranno presenti fino alla fine del gioco.

 
^