Diablo III beta: ritorno a Sanctuary

Diablo III beta: ritorno a Sanctuary

A tre anni dal primo annuncio, abbiamo finalmente ricevuto da Blizzard la preziosa key per la beta di Diablo III. Abbiamo testato in maniera approfondita il codice per offrirvi il resoconto più completo e dettagliato possibile. Questo il diario del nostro ritorno a Tristram dopo oltre dieci anni... (Gli screenshot sparsi nell'articolo provengono dal produttore, quelli inseriti nella gallery che trovate nella prima pagina sono invece realizzati da noi sempre sulla versione PC del gioco).

di Antonio Rauccio pubblicato il nel canale Videogames
BlizzardDiablo
 

Inferno on-line

Diablo III, come da tradizione, consente il gioco on-line in cooperativa fino a quattro giocatori, e anche qui Blizzard va elogiata per la semplicità e l'estrema fruibilità delle interfacce che sa creare: è evidente che punta molto sulla co-op, che a conti fatti è sempre stata la punta di diamante e il modo più divertente per giocare a Diablo.

Creare una partita on-line è semplicissimo, si può sceglierne lo stato (aperta o chiusa) e il tipo di accesso (su invito o pubblica), oppure si può cercare in rete una partita già aperta a cui unirsi. Che si crei una partita nuova o si partecipi ad una già in corso, come per i prequel, la difficoltà di gioco viene tarata in base al numero di giocatori e al loro livello, per garantire un livello di sfida sempre appropriato.

Una delle invenzioni più intelligenti e sane del team Blizzard per il gioco on-line è la gestione separata del loot. Infatti la generazione degli oggetti rilasciati dai nemici è randomica e separata per ciascun giocatore, ovvero ognuno dei componenti di un party vedrà a schermo gli oggetti che gli competono, evitando così litigi tra i giocatori per i furti di oggetti. Una soluzione un pò drastica (in effetti le risate che con i miei amici ci facevamo a Titan Quest notando i soliti furbi che alla comparsa del loot schizzavano come lepri ancora le ricordo), ma sicuramente condivisibile in quanto consentirà lo scambio di oggetti senza i litigi per la corsa all'oro.

L'esperienza on-line è stata molto positiva. Il sistema ci è parso molto stabile, privo di lag o di problemi di sincronizzazione, e questo fattore conferma ancora una volta la bontà del codice, in quanto trattandosi di una beta era legittimo aspettarsi qualche problema. E' anche vero che attualmente sui server il carico è molto basso rispetto alle migliaia di utenti che ci saranno dopo il lancio, quindi anche per questo aspetto il giudizio che possiamo dare ha solo carattere indicativo.

 
^