Rage: serviva id Tech 5 per rendere tattico DooM 3

Rage: serviva id Tech 5 per rendere tattico DooM 3

È arrivata in redazione la versione XBox 360 di Rage, uno dei giochi più attesi e rimandati degli ultimi anni. Vediamo quali sono le caratteristiche del gameplay e cosa si è inventato il veterano John Carmack sul piano della tecnologia. La versione PC di Rage sarà curata nel dettaglio con un articolo dedicato e con un videoarticolo, che usciranno nei prossimi giorni.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Tecnologia vs tecnologia

Riprendo il titolo di pagina che ho già utilizzato per un'anteprima precedente, perché secondo me esplicita correttamente la sensazione che ha il giocatore di Rage in alcuni momenti particolarmente serrati, in cui deve ricorrere alla tattica. Ha, infatti, sempre a disposizione una serie di strumentazioni tecnologiche più o meno automatiche, che possono combattere a suo fianco per far fronte alle difese, a loro volta basate sulla tecnologia, del nemico.

Il mondo di Rage, così come quello dei giochi id Software precedenti, coniuga infatti scenari cruenti e personaggi terrificanti a innesti tecnologici di ogni tipo. Tutto questo crea un'atmosfera particolare, evidentemente apprezzata da John Carmack e soci, che alterna momenti di tensione a momenti di sorpresa per il giocatore, soprattutto quando attiva con un enormi macchinari con piccoli dispositivi.

Gli strumenti tecnologici che affiancano meglio i giocatori sono le bombe radiocomandate, la torretta automatica e la sentinella. La prima è una piccola macchinina radiocomandata su cui è installata una bomba. Può essere guidata fino a piccoli pertugi, che magari nascondono stanze con esplosivo, e poi fatta esplodere. Ma ovviamente può essere guidata fin dietro le difese del nemico, in modo da farlo saltare in aria. Attenzione perché se colpita dai proiettili del nemico esploderà immediatamente.

La torretta è una postazione fissa, dislocabile in qualsiasi punto della mappa, che garantisce una forza di fuoco supplementare: è indipensabile per fronteggiare l'ingente presenza del nemico che si verifica in alcune situazioni. La sentinella consente di condividere gli attacchi alle basi del nemico, ed è anch'essa capace di fornire potenza di fuoco supplementare.

Man mano che va avanti nella campagna, il giocatore diventa sempre più potente, e ha una rosa di azioni possibili sempre più ampia. Insomma, l'arsenale cresce in efficacia insieme al personaggio stesso, riconsegnando anche in questo caso le sensazioni dei precedenti shooter id, in cui nelle battute finali si è in grado di fronteggiare tanti avversari contemporaneamente con una notevole potenza di fuoco.

Abbiamo già parlato dei dispositivi a impulsi elettromagnetici, mentre dobbiamo ancora concentrarci sui potenziamenti tecnologici che si possono praticare sul corpo stesso del giocatore. Il principale di questi potenziamenti è la tuta, disponibile in tre tipologie differenti che conferiscono al personaggio caratteristiche specifiche. La tuta da vagabondo dà al giocatore un aspetto di uno del posto e gli consente di ricevere uno sconto nei negozi a eccezione dei pezzi di ricambio per i veicoli. La corazza da picchiatore, invece, migliora la protezione dai danni. Quella da tecnico, infine, consente di assemblare gli oggetti come un professionista e migliora la maggior parte delle cose che vengono progettate. Questa è l'unica parvenza di sistema di classi in Rage.

C'è poi il potenziatore dell'Autorità, che incrementa i danni inflitti con tutte le armi per un breve arco di tempo. L'infudo rigenerativo, invece, aumenta la frequenza di rigenerazione per 90 secondi. Si può potenziare anche il defibrillatore. Ogni volta che si viene colpiti mortalmente, infatti, si resterà a terra per qualche secondo, con la possibilità di tornare in vita proprio grazie al defibrillatore. Parte un mini-gioco, in cui il giocatore deve premere i tasti a tempo, e più è sincronizzato con le immagini più risorse vitali ottiene nel momento in cui ritorna in vita. Si tratta di un sistema che consente al giocatore di riprendere esattamente dal punto in cui è avvenuta la morte, senza dover ripetere parti delle missioni. Il sistema di salvataggio, d'altronde, è quello classico non basato su checkpoint.

Inoltre, il giocatore può progettare praticamente tutti gli oggetti di cui abbiamo parlato sin qui, oltre che altri tipi di aiuti. Per farlo ha bisogno degli schemi di progettazione e dei vari accessori necessari per il montaggio. Gli schemi di progettazione possono essere raccolti nel mondo di gioco, durante l'esplorazione, o possono essere consegnati da un altro personaggio. La progettazione è una parte del menu di gioco, insieme a inventario, armeria, incarichi, in cui si può scegliere la missione attiva, e statistiche.

 
^