F1 2011: l'ultimo giro sul circuito di Codemasters

F1 2011: l'ultimo giro sul circuito di Codemasters

Recensione delle versioni PC e XBox 360 di F1 2011, l'aggiornamento del gioco sulla Formula 1 di Codemasters che mette a posto le tante criticità del gioco precedente. Gli screenshot sparsi nell'articolo provengono dal produttore, quelli inseriti nella gallery che trovate nella prima pagina sono invece realizzati da noi sulla versione PC del gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Assetto e intelligenza artificiale

In riferimento al discorso dell'assetto delle vetture ci sono pro e contro. Si possono ottenere maggiore o minore carico, sottosterzo o sovrasterzo, e si può ridurre o aumentare la rigidità delle sospensioni, in modo da ottenere diverse condizioni di aderenza e guidabilità. Però in altri casi l'assetto non ricopre un ruolo così importante: sul circuito d'India, in particolare, non ho notato differenze sostanziali con minore o maggiore carico. Volevo risolvere un problema di maneggevolezza del veicolo nella seconda parte del circuito aumentando il carico aerodinamico. Purtroppo, però, la guidabilità del veicolo è rimasta immutata e nel primo tratto, terribilmente veloce, sono riuscito a mentenere le stesse prestazioni a prescindere dal carico.

Tra qualifica a gara non si può modificare l'assetto. Questo ci porta a studiare bene le condizioni meteo prima di affrontare le qualifiche: trovarsi con un assetto da bagnato nella gara su asciutto, ad esempio, danneggerebbe fortemente le prestazioni.

Come dicevamo, l'intelligenza artificiale è stata quasi completamente rivista. Se il principale problema del primo capitolo riguardava, a mio modo di vedere le cose, il ritmo di gara, adesso i piloti gestiti dall'IA non hanno timori ad affrontare alcuni segmenti ostici dei tracciati, ottenendo sempre, o quasi, il meglio dalle proprie vetture. Mi viene in mente la curva 8 del circuito di Turchia, in cui l'anno scorso l'IA perdeva praticamente un secondo al giro, mentre adesso la percorre con assoluta naturalezza. Stesso discorso può essere fatto per l'Eau Rouge di Spa-Francorchamps o la chicane Waite dell'Albert Park. Tutto questo ovviamente corrobora ancora di più il senso di sfida contro l'intelligenza artificiale.

L'IA inoltre fa veramente i tempi nelle qualifiche, mentre nel precedente capitolo le macchine rimanevano in pista solamente per orpello grafico durante queste sessioni. Ad esempio, ci è capitato di vedere il compagno di squadra Sutil sfrecciare sul traguardo e subito dopo l'ingegnere di pista notificarci della prestazione ottenuta dal pilota tedesco.

Ciò in cui l'IA non è ancora convincente è il livello di aggressività in alcune fasi della gara. Abbiamo già detto della partenza, ma lo stesso discorso può essere ripetuto per quelle situazioni in cui una vettura gestita dall'IA insegue la vettura del giocatore più lenta. In questi casi, l'IA è sempre titubante, non rischia mai qualcosa in più e addirittura in alcune circostanze sbaglia, arriva troppo lungo e finisce per rompere l'alettone anteriore sulla vettura del giocatore.

Un'altra cosa che è stata sistemata riguarda il rapporto con i team diversi da quello di appartenenza. Questi in F1 2010 offrivano dei contratti per la stagione successiva per poi ritirarli improvvisamente qualche gara dopo senza che il giocatore ricevesse alcun tipo di notifica. Adesso, invece, il giocatore sa quanto tempo ha a disposizione per rispondere, e quindi può organizzare al meglio le varie offerte di contratto che gli arrivano nel corso della stagione.

È rimasto immutato invece ciò che riguarda la gestione delle formazioni dei piloti delle varie scuderie, che purtroppo non cambiano al passaggio di stagione. Questo vorrà dire che in F1 2011 Button e Hamilton saranno sempre in McLaren, Alonso e Massa sempre in Ferrari, Vettel e Webber sempre in Red Bull, e così via. L'unico sedile che cambia è quello del giocatore, nel caso accetti un contratto di un altro team: il suo vecchio posto viene preso dal precedente pilota di quel team, secondo il roster della stagione 2011 di F1. Questo evidentemente riduce di molto il potenziale di F1 2011 sul piano della longevità, non garantendo un'esperienza dinamica nel lungo periodo. D'altronde, Codemasters ha come obiettivo quello di ricreare perfettamente solo la stagione 2011 di F1.

 
^