Driver: il ritorno di John Tanner, ma con un coma in più

Driver: il ritorno di John Tanner, ma con un coma in più

Dopo lungo tempo Driver è tornato. San Francisco, ultimo capitolo della saga creata da Ubisoft Reflections, riporta i giocatori nei panni del funambolico John Tanner, dopo la fallimentare parentesi vissuta nel 2006 con Driver: Parallel Lines. Le novità sono un’intera città da esplorare e una vicenda che spiazzerà il protagonista, mettendolo di fronte a eventi che mai prima d’ora si è trovato a dover fronteggiare.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
Ubisoft
 

John Tanner torna sulla scena, ma in maniera differente rispetto al passato

Alcune breaking news televisive riportate dal notiziario locale informano i cittadini di San Francisco che il pericoloso criminale Charles Jericho (presente già in Driver 3) è stato finalmente arrestato, in seguito alle molteplici e ripetute efferatezze commesse. Immediatamente la scena si trasferisce proprio sul malvivente, rinchiuso nella propria cella e in attesa di essere trasferito nell’aula di tribunale per l’udienza del processo. Nel corso di queste brevi sequenze lo stesso Jericho scambierà alcune battute con un altro detenuto non meglio identificato, con il quale stipula un accordo e un’ingente somma di denaro come premio in caso di successo.

Tanner nel frattempo si trova sulla sua Dodge Challenger, in compagnia del collega Tobias Jones (altra vecchia conoscenza per i fan della serie). E’ finalmente riuscito ad assicurare Jericho alla giustizia ma non è tranquillo del fatto che il malvivente non provi a fuggire, sfruttando i suoi potenti appoggi esterni.

Tobias lo invita a rilassarsi, ma John ha un brutto presentimento al riguardo e decide di rimanere di pattuglia in zona mentre sta avvenendo il trasferimento da parte del furgone blindato e della scorta. Arriva quasi a convincersi di essere paranoico quando la situazione effettivamente precipita e il pericoloso criminale riesce a dileguarsi.

Lanciatisi all’inseguimento, i due poliziotti verranno loro malgrado coinvolti in un pesante incidente stradale, nel quale Tanner perderà conoscenza. Le prime fasi di gioco risultano piuttosto confuse ma ben presto si comprende il motivo per cui stanno accadendo eventi strani e il protagonista riesce a sviluppare abilità che si potrebbero definire a tutti gli effetti paranormali.

Tanner in realtà si trova in coma all’ospedale e, durante la sua degenza, sognerà una vera e propria campagna di indagine per riuscire a risalire al nascondiglio e ai piani di Jericho, con lo scopo di metterlo definitivamente fuori gioco.

 
^