Resistance 3: obiettivo sfruttare tutte le funzionalità di PS3

Resistance 3: obiettivo sfruttare tutte le funzionalità di PS3

Resistance 3 costituisce una profonda frattura rispetto ai precedenti capitoli della serie. Rimane l'ambientazione retro con elementi fantascientifici, ma il modo di raccontare la storia è completamente cambiato ed è pensato per sfruttare a pieno tutte le funzionalità di PlayStation 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
PlaystationSony
 

Hale e Capelli

All'inizio delle vicende di Resistance 3, Capelli ha deciso di rinunciare all'infinita battaglia contro i Chimera e di ritirarsi a vita privata, prendendosi cura della moglie e del figlio Jack. Quest'ultimo è il nipote di Nathan, e la narrazione sembra porre grossa enfasi su questa discendenza, quasi a far supporre che nel futuro di Resistance ci sia un ruolo importante anche per Jack. Ma quanto durerà la guerra ai Chimera?

Uno scienziato, il dottor Malikov, individua un punto debole nella rete su cui poggia l'invasione Chimera. Si tratta di un'imponente torre che occupa la gran parte del territorio di New York. La torre è fortemente sorvegliata, ma è una buona occasione per gli esseri umani, che possono così indebolire in maniera sensibile le resistenze degli alieni. Capelli deve tornare in guerra e aiutare Malikov a raggiungere l'infrastruttura e, ovviamente, ad annientarla.

Il leit motive dell'abbandono della famiglia è predominante nella storia di Resistance. Capelli si trova in una morsa: da una parte l'affetto per la famiglia, che gli manca, e dall'altra l'ardore di ottenere una rivincita contro gli insensibili alieni. Tutta la storia di Resistance 3 si snoda intorno l'epopea di Capelli nel suo viaggio da Oklahoma City a New York. Una trama quindi semplice, come era capitato anche con gli altri due Resistance, ma raccontata in maniera epica e assolutamente coinvolgente.

Facendo un passo indietro, l'invasione Chimera inizia nel 1949. È un mondo che non solo non ha visto l'avanzare nazista, ma in cui non si è concretizzata la rivoluzione russa. L'Impero Russo rimane dunque in piedi e si caratterizza per il suo essere isolazionista ed autoritario. Le creature conosciute con il nome Chimera, originate dall'evento di Tunguska, invasero dapprima l'Impero Russo e successivamente l'intera Eurasia.

Nella prima fase della guerra si salva unicamente la Gran Bretagna, e proprio le vicende legate all'invasione dell'isola britannica sono al centro della narrazione del primo capitolo, Fall of Man. Nel 1951 i Chimera scavano un tunnel sotto la Manica. Gli alieni sono in grado di infettare i corpi di altre specie con degli insetti chiamati Striscianti, per poi portarli in misteriosi laboratori nei quali, dopo una gestazione all'interno di bozzoli creati dagli stessi Striscianti, vengono trasformati in Chimera. A questi viene successivamente fatto un lavaggio del cervello per renderli dei guerrieri con l'unico scopo di uccidere e far avanzare l'invasione. La fase delle sperimentazioni, però, in Resistance 3 è finita, i Chimera hanno cambiato strategia e si sono dati esclusivamente all'azione.

In America solo le più alte cariche governative erano a conoscenza di cosa stava succedendo in Europa. L'11 luglio 1951 una parte dell'esercito statunitense portò rifornimenti e mezzi a York, in Gran Bretagna; e tra questi c'era il sergente Nathan Hale, l'unico uomo sopravvissuto all'infezione del virus alieno.

In Resistance 2 la guerra si sposta sul suolo statunitense. Hale fa parte di un gruppo chiamato sentinelle, cercando di lottare contro i Chimera che si trovano nei luoghi sensibili degli Stati Uniti e di combattere il virus che ha dentro il suo corpo. Capelli in Resistance 2 è un compagno della squadra d'assalto di Hale, e lo aiuterà a contrastare il virus.

 
^