Mortal Kombat Arcade Kollection: da Goro a Motaro

Mortal Kombat Arcade Kollection: da Goro a Motaro

A distanza di pochi mesi dal sorprendente reboot della saga di Mortal Kombat, Nether Realm Studios torna a proporre un altro titolo basato sull'ormai decennale franchise di Liu Kang, Shang Tsung e compagnia bella: questa volta si tratta di “Mortal Kombat Arcade Kollection” ovvero un repack dei primi tre capitoli della saga per Xbox Live e Psn.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
XboxMortal KombatMicrosoft
 

Da Goro a Motaro

Per essere chiari, l'unico vero motivo per cui ha senso l'acquisto di Mortal Kombat Arcade Kollection è voler fare un tuffo nel passato e mettere alla prova la propria memoria: vi ricordate come si fa la fatality di Scorpion nel primo titolo? Vi ricordate qual è il modo più semplice per battere Shang Tsung nel secondo? Siete ancora in grado di affrontare tutti gli endurance match?

Tutto questo mentre l'AI ci mette alla prova con la sua bella difficoltà impostata a livello 'spilla soldi al ragazzino', ma fortunatamente senza avere più le frustrazioni di tanti anni fa, dai gettoni che immancabilmente finivano prima dell'ultimo boss, alla fauna tipica da sala giochi con il classico rompiscatole che per pietire qualche minuto di gioco chiedeva petulante “vuoi che te lo batto io Goro?”.

Se vi mancano quei tempi e siete particolarmente affezionati ai giochi creati da Midway, il piccolo investimento in Mortal Kombat Arcade Kollection non vi deluderà: primo perché si tratta comunque di tre giochi, per quanto datati, al prezzo di uno; secondo perché il porting se si esclude l'aspetto multiplayer è stato fatto piuttosto bene, soprattutto sul lato dei controlli che ho trovato sinceramente migliori rispetto all'altro porting, quello di UMK3, su Xbox Live un po' di anni fa.

Si può giocare sia con gli stick analogici sia con la croce direzionale, a seconda di come vi trovate meglio, e i tasti sono tutti diposti con intelligenza – tranne forse il tasto di pausa che è su 'back' anziché su 'start' ma è una piccolezza.

Ovviamente avere a disposizione un arcade stick sarebbe l'ideale perché questi giochi sono stati tutti pensati originariamente per un joystick e certi movimenti per eseguire alcune mosse risultano a volte un po' fastidiosi (specie se per caso vi piace giocare con Shang Tsung in Mortal Kombat 2).

 
^