F1 2011: Codemasters hai risolto i problemi al ritmo di gara?

F1 2011: Codemasters hai risolto i problemi al ritmo di gara?

In occasione dell'evento di presentazione per la stampa italiana di F1 2011 abbiamo potuto provare per qualche ora il nuovo gioco di guida di Codemasters Birmingham. Vediamo se sono stati i corretti i problemi di intelligenza artificiale e al ritmo di gara presenti nel gioco precedente.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Le novità

La presentazione per la stampa italiana è partita con una descrizione delle novità. Siamo rimasti contenti per il fatto che la presentazione è partita proprio dal modello di guida (a differenza delle precedenti, penso ad esempio a quella fatta all'E3). Codemasters promette una rivisitazione sostanziale di alcuni elementi della guida, con un sistema che richiede adesso un maggior numero di correzioni, visto che la vettura è maggiormente predisposta a sbandare. Inoltre, è stato mostrato come la vettura si scomponga con più frequenza, e con più realismo, quando sale bruscamente su un cordolo particolarmente alto.

Codemasters poi ha toccato il secondo punto più delicato in assoluto, che abbiamo voluto evidenziare anche nel titolo di questo articolo. Parlo degli equilibri dell'intelligenza artificiale e del ritmo di gara. Lo sviluppatore britannico ci ha detto che non ci sono più parti del circuito dove i piloti gestiti dall'IA vanno innaturalmente troppo piano, e che il ritmo complessivo è più realistico.

Sono poi stati abilitati Kers e DRS (acronimo di Drag Reduction System), e ciò vale anche per il multiplayer. Vedremo meglio come funzionano nei prossimi paragrafi, per il momento ci basti dire che questi strumenti entrano massicciamente nelle strategie di gara, e diventano fondamentali quando si gioca contro altri umani. Molti sorpassi, infatti, possono essere fatti solamente se si usano bene il recupero dell'energia cinetica dalle frenate e l'ala mobile che diminuisce la resistenza aerodinamica nei rettilinei. Tutto questo deve essere considerato anche in funzione dello stato dei pneumatici: uno dei piloti, infatti, potrebbe andare in difficoltà a causa dell'usura delle proprie ruote, e quindi diventare più facilmente sorpassabile. Sostanzialmente, Codemasters Birmingham intende riprodurre gli equilibri che si stanno verificando nell'attuale stagione di Formula 1, fortemente dipendenti appunto da Kers, DRS, oltre che dalla resa dei nuovi pneumatici Pirelli.

Continuando con la presentazione, Codemasters parla di migliore gestione dei danni e delle rotture casuali. Ad esempio, un motore potrebbe rompersi improvvisamente, causando la fine della gara. Tutto ciò rende le competizioni meno prevedibili.

Ovviamente si punta poi a un maggiore coinvolgimento per i giocatori, con nuove scene in cui viene raccontata la vita al paddock. Tutte le sequenze di presentazione dei circuiti sono state riviste, come le interviste e i momenti al box. Ci sono adesso immagini più gradevoli da vedere. Inoltre, c'è una nuova sequenza di pre-campionato all'interno dello scenario del circuito di Catalogna in cui bisogna rispondere alle domande dei giornalisti. Purtroppo, non è possibile fare dei giri in preparazione della vettura per il campionato che sta per iniziare.

Anche il feedback alle interviste è stato migliorato. Come succedeva anche in F1 2010, le offerte delle scuderie dipendono fortemente dalle risposte che il giocatore sceglie nelle interviste. Se risponde in maniera ottimistica ci sono maggiori possibilità di ottenere i sedili più prestigiosi nel mondo della F1. Con il nuovo gioco, Codemasters intende rendere più complesso questo sistema e, ad esempio, per ogni domanda ci saranno quattro possibili risposte invece che tre. Ci saranno inoltre altre sequenze nel parco chiuso con nuove inquadrature televisive.

Ci saranno anche più indicazioni sullo schermo nelle partite multiplayer, con informazioni sulla posizione e sulle prestazioni degli avversari, all'interno di un'interfaccia utente rivista quasi interamente. Nel multiplayer c'è adesso la griglia di partenza completa (assente nel gioco precedente) con 16 vetture gestite da giocatori e 8 dall'IA. C'è anche la modalità co-operativa con split screen per due giocatori. Nel campionato co-op i due giocatori devono collaborare per ottenere un maggiore quantitativo di punti possibile per migliorare la posizione del team nella classifica costruttori. Secondo Codemasters, questa modalità consegnerà ai giocatori il feeling della sfida che si verifica realmente nella Formula 1, dove il primo rivale di ogni pilota è proprio il compagno di scuderia, con il quale vengono immediatamente confrontate le proprie prestazioni in qualifica e in gara.

Viene introdotta anche la nuova modalità time attack, nella quale sarà possibile scaricare un ghost con la migliore prestazione di un altro giocatore, e confrontarsi con questo ghost. C'è finalmente la safety car, e questo vale sia per il single player che per il multiplayer, che si traduce in rinnovate opportunità strategiche, visto che ad esempio si può decidere di entrare immediatamente ai box nel momento in cui la direzione di gara avverte che sta per entrare in pista la vettura di sicurezza.

La fedeltà dei circuiti è stata migliorata, e ciò ha ripercussioni anche nelle corsie di rientro e uscita dai box.

 
^