Starcraft II Heart of the Swarm, spazio agli Zerg

Starcraft II Heart of the Swarm, spazio agli Zerg

Al GamesCom abbiamo avuto modo di intervistare Jonny Ebbert, senior game designer di Blizzard, che ci ha descritto alcuni meccanismi di gioco, come la struttura rpg, le nuove unità zerg e il funzionamento dei Mutagen nel meccanismo di evoluzione degli zerg.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Blizzard
 

Le novità su Starcraft

Come annunciato ormai da diverso tempo, Blizzard ha deciso di dividere la storia di Starcraft II in tre capitoli. Inizialmente ha raccontato le vicende dalla prospettiva dei Terrans con Wings of Liberty, mentre nel 2012 arriverà il capitolo sugli Zerg, appunto Heart of the Swarm. Infine, le vicende si completeranno con Legacy of the Void, che completerà la storia dalla prospettiva dei Protoss.

Se nel precedente capitolo il giocatore seguiva le vicende dalla prospettiva di Jim Raynor, un-ex sceriffo coloniale che si unisce ai ribelli, adesso la protagonista di Starcraft diventa Sarah Kerrigan, personaggio avvolto nel mistero e che ha da sempre prodotto un certo fascino sugli appassionati del famoso RTS. Su Tarsonis, Sarah Kerrigan fu tradita dai suoi alleati e lasciata morire dalle persone di cui più si fidava. Ma è sopravvissuta, trasformata dalla terrificante Unica Mente degli zerg.

Come Regina delle Lame, ha guidato l'insaziabile Sciame zerg in una guerra senza confini che ha causato vittime che si contano nell'ordine dei miliardi. Le vicende di Heart of the Swarm seguono direttamente quelle di Wings of Liberty e, senza rivelare la fine di quest'ultimo, diciamo che Kerrigan all'inizio di Heart of the Swarm non è più la Regina delle Lame e ha perso i suoi devastanti poteri. La storia di Heart of the Swarm ruoterà quindi sui traumi esistenziali di Kerrigan: può veramente tornare a essere donna o il suo vero destino sarà per sempre nel Cuore dello Sciame degli zerg?

In Heart of the Swarm, privo della sua guida, lo Sciame ha perso quell'unità che aveva dimostrato nelle vicende del precedente capitolo di Starcraft II e si è diviso in numerose nidiate sparpagliate per il settore Koprulu. Kerrigan, apparentemente liberata dal controllo zerg, va alla ricerca delle nidiate zerg, ma non è stato ancora rivelato qual è il suo reale obiettivo.

Nella nuova campagna di Starcraft quindi bisogna guidare Kerrigan, che sarà personaggio giocabile nella maggior parte delle missioni, all'interno di alcuni dei mondi più pericolosi e ostili del settore Koprulu. Tra questi Char, dove, senza la presenza unificatrice della Regina delle Lame, alcune regine zerg hanno iniziato a prendere il controllo delle loro nidiate, formando tantissimi alveari.

Dal sito ufficiale, in riferimento alla missione su Char: "Kerrigan torna su Char, determinata a unire ancora una volta lo Sciame sotto il suo controllo. Prima della sua sconfitta, la Regina delle Lame ha nascosto cumuli di uova per tutto il pianeta; raccogliere queste uova e portarle alla pozza germinale per dischiuderle permetterà a Kerrigan di aumentare il numero dei suoi seguaci. C’è, ovviamente, un ostacolo: una delle regine ribelli sta raccogliendo le uova di Kerrigan, dischiudendole a sua volta. Per Kerrigan, l’unica via per assicurarsi la vittoria sarà il dischiudere quante più uova possibile per sottomettere la regina ribelle con la forza del numero".

Un altro pianeta che accoglierà una delle missioni di Heart of the Swarm è poi Kaldir, in cui c'è freddo estremo e frequenti gelate. Ma gli zerg sono in grado di adattarsi a qualsiasi condizione e colonizzano anche questo pianeta. "Su Kaldir, Kerrigan ha un doppio obiettivo: imparare ad adattarsi al freddo polare e scoprire cos’è successo alla nidiata scomparsa".

Quando l'ex-Regina delle Lame scenderà sul campo di battaglia potrà scegliere fra diversi ruoli. Questi saranno chiamati "ruoli tattici" e ognuno di essi corrisponderà a un set unico di abilità. Con l'avanzare della campagna si potranno sbloccare nuovi ruoli e a quelli già esistenti si aggiungeranno nuove abilità. Il ruolo tattico scelto per Kerrigan e le abilità scelte per affrontare il nemico avranno un impatto determinante sull'esito della missione.

Oltre a Kerrigan ci saranno altri due personaggi con cui interagire: Izsha e Abathur. Izsha è un incrocio tra umano e Zerg e aiuterà Kerrigan a riprendere il comando dello Sciame; mentre la seconda è una delle ultime creazioni dell'Unica Mente sconfitta al termine di Brood War, l'espansione del primo Starcraft.

Lo stile narrativo di Heart of the Swarm sarà notevolmente differente da quello di Wings of Liberty, per quanto alla narrazione verrà lasciato lo spazio predominante che aveva anche nel primo capitolo. Le differenze riguardano soprattutto l'atmosfera, notevolmente più oscura di quella del predecessore.

Il giocatore potrà anche scegliere il tipo di evoluzione degli zerg, all'interno di una sorta di versione alternativa della camera dell'evoluzione già vista in Wings of Liberty. Durante le missioni si ha l'occasione di sbloccare le mutazioni possibili per ogni razza zerg. Poi i punti mutazione possono essere spesi nella camera dell'evoluzione, dove ci sono due rami evolutivi a disposizione per ogni tipo di unità. Per esempio, gli zergling possono evolvere l'abilità di generare più zergling dallo stesso uovo, oppure la capacità di compiere brevi salti per arrivare più velocemente in corpo a corpo. La presenza di Kerrigan in ciascuna delle missioni, con statistiche si evolvono le corso del gioco e abilità attive e passive, e le possibilità evolutive delle unità contribuiranno a conferire una forte connotazione da gioco di ruolo a Heart of the Swarm.

Al Gamescom c'è stato un altro importante annuncio riguardante Starcraft: Blizzard, infatti, ha rivelato a Colonia che insieme a Heart of the Swarm metterà a disposizione dei giocatori la sua versione di Dota, che si configura proprio come una mod di Starcraft II. Per il momento, tuttavia il produttore californiano non rivela le date di rilascio dei due giochi, che probabilmente saranno fissate nel corso del 2012. Al BlizzCon 2010, Blizzard aveva mostrato una versione di Dota con Raynor, Zeratul e Kerrigan, per quanto riguarda i personaggi di Starcraft, e Sylvanas e Muradin, da Warcraft. Blizzard Dota è un mini-gioco 5 vs 5 in cui ci sono due basi, la possibilità di uccidere tanti "creep" gestiti dall'intelligenza artificiale" e ovviamente, come nel classico Dota, enfasi sul proteggere le strutture chiave.

 
^