Tutte le novità dal GamesCom 2011

Tutte le novità dal GamesCom 2011

Il report contiene tutte le informazioni rivelate al GamesCom e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica. Tra gli altri, Diablo III, Battlefield 3, Star Wars The Old Republic, Guild Wars 2, Borderlands 2, Dishonored, The Elder Scrolls V Skyrim, Dota 2 e Uncharted 3

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BattlefieldDiablo
 

Microsoft

Forza Motorsport 4
software house: Turn 10 Studios
piattaforme: XBox 360
data di pubblicazione: 14 ottobre 2011

Al GamesCom 2011, precisamente all'evento Play Day organizzato da Microsoft per il giorno antecedente l'inizio della fiera vera e propria, era possibile giocare su due stage di Forza 4. Il primo è quello già visto all'E3, ovvero su un circuito alpino affrontabile con tre vetture differenti, tra le quali la Ferrari 599 GTB. A differenza dell'E3, però, era possibile provare questo circuito con una postazione avveniristica con sedile che riproduceva le sollecitazioni dovute alla pista e alla potenza della vettura e con tre monitor e un impianto audio 5.1.

Non solo la postazione riproduceva gli urti contro il guard rail o gli altri elementi a bordo pista, ma tentava di dare anche la sensazione di velocità sui rettilinei e produceva piccoli ritorni di forza nel momento in cui si scalavano le marce.

Questa soluzione è stata messa a disposizione di Fanatec, il celebre produttore di volanti, e ha un valore di circa 2 mila euro. Non è però possibile da comprare per un utente tradizionale. Quello che si può comprare è invece la dotazione multimonitor, tenendo comunque in considerazione che servono tre XBox 360, ognuna per il calcolo della grafica di uno dei monitor, per ottenere questa esperienza di gioco.

Questa pista alpina conferma quanto di buono si era visto all'E3, con una grafica migliorata negli effetti in post-processing, come l'HDR, e con riflessioni più dettagliate. Turn 10 Studios si è concentrata principalmente sugli elementi di contorno, come i cockpit o i guanti del pilota, il che rende l'esperienza di guida con Forza Motorsport 4 ancora più coinvolgente e immersiva.

L'altro stage presente al GamesCom era sulla pista di Hockenheim, presente per la prima volta in una presentazione di Forza 4, e consentiva di guidare una BMW M5, presente anche nella versione reale a fianco della postazione. Purtroppo in questo caso era possibile giocare solo con il gamepad, sistema di controllo comunque per il quale Forza 4 prevede pieno supporto, offrendo un'esperienza di gioco altrettanto coinvolgente. Il comportamento tra la Ferrari e la BMW, ad ogni modo, risultava sensibilmente differente, con la prima nettamente più aggressiva e la seconda maggiormente rilassata.

Il giocatore può decidere se abilitare gli aiuti alla guida o se disattivarli, ottenendo due modelli di guida sensibilmente differenti, oltre che due esperienze diametralmente opposte. Per quanto Forza sia una simulazione solo in parte, perché il sistema viene comunque in soccorso del giocatore in una svariata serie di circostanze, giocare senza aiuti diventa impegnativo e premia la sensibilità del giocatore. Il comportamento della vettura è sempre realistico, anche se si avverte ancora un certo limite di Forza rispetto a Gran Turismo 5 nel modello di guida, soprattutto per ciò che concerne la diversificazione.

Insomma, la sensazione è che mentre Forza rimanga un'eccezionale modo di vivere l'esperienza di guida di un'auto sportiva, GT5 sia un'eccezionale modo di vivere l'esperienza di guida con quella auto sportiva.

Gears of War 3
software house: Epic Games
piattaforme: XBox 360
data di pubblicazione: 20 settembre 2011

Non c'erano contenuti nuovi al GamesCom su Gears of War 3. Al Play Day, organizzato da Microsoft per il giorno prima dell'inizio della fiera, è stato possibile provare nuovamente la modalità Orda 2.0. Inoltre, in un evento per la stampa organizzato presso la nuova sede milanese di Microsoft abbiamo avuto modo di provare la nuova cooperativa a quattro giocatori all'interno della storia principale di Gears of War 3. Pubblicheremo un resoconto di questo test nei prossimi giorni.

Nella nuova modalità Orda 2.0, si dovranno abbattere ondate progressive e crescenti di Locuste, ma la novità è rappresentata principalmente dall'opportunità di incamerare denaro in seguito ad ogni uccisione, garantendosi in questo modo l'acquisto di potenziamenti e torrette di supporto. Un sistema che in parte sembra ricordare quello della modalità Zombie di Call of Duty Black Ops.

I crediti potranno essere condivisi da tutti i membri della squadra, in modo tale da poter acquistare gli armamenti più costosi, come ad esempio il Silverback mech, definito dall'executive producer Rod Fergusson come "l'arma definitiva".

All'inizio del gioco si scoprirà che Adam Fenix (padre di Marcus) è ancora vivo ed è al corrente di un metodo che consentirebbe all'umanità di sopravvivere all'inarrestabile invasione aliena. I protagonisti di Gears of War 3, inoltre, nelle prime fasi, saranno impegnati a difendere l'insediamento in cui hanno trovato rifugio dai ripetuti attacchi degli alieni.

Gears of War 3, come gli altri giochi di punta basati su Unreal Engine 3 in uscita nei prossimi mesi (ad esempio Mass Effect 3), è costruito sull'ultima evoluzione della tecnologia, ovvero Unreal Engine 3.5.

Kinect Sports Season Two
software house: Rare
piattaforme: XBox 360
data di pubblicazione: 28 ottobre 2011

Al Play Day organizzato da Microsoft per il giorno antecedente l'inizio della fiera vera e propria, era possibile giocare con Kinect Sports Season Two. Due discipline erano disponibili alla presentazione, ovvero Freccette e Tennis, mentre all'E3 il gioco per Kinect consentiva di provare Football Americano e Golf.

Kinect Sports, sviluppato da Rare, è uno dei migliori esempi di come si possano sfruttare le caratteristiche di puntamento di Kinect. Si tratta infatti del gioco più accessibile e con le tempistiche di reazione più ridotte, oltre ad essere in grado di proporre una varietà di giochi non indifferente. Ovviamente si tratta di un gioco molto semplice, rivolto alla famiglia, che sottolinea gli elementi più divertenti di ciascuno degli sport trattati.

La novità principale del secondo capitolo di Kinect Sports riguarda i comandi vocali: ad esempio, nel Tennis, se si pronuncia la parola "Objection" si contesta all'arbitro una decisione riguardo una pallina controversa. Disattivando i comandi vocali, invece, basterà alzare le braccia. L'avatar si sposta automaticamente sullo schermo e il giocatore deve pensare solamente a colpire la palla: avanzando verso il dispositivo la colpirà più velocemente, mentre se mima il colpo del taglio con la mano lo vedrà riprodotto nel gioco.

Kinect Star Wars
software house: Terminal Reality
piattaforme: XBox 360
data di pubblicazione: 25 novembre 2011

Un robot riproducente le forme di R2D2 all'evento Play Day di Microsoft evidenziava la presentza di Kinect Star Wars. Il robot era guidato con un telecomando da un addetto che gli rimaneva incollato, anche se riusciva sapientemente a nascondersi tra la folla. Come rivelato all'E3, Kinect Star Wars consentirà di affrontare una nuova storia all'interno dello scenario ideato da George Lucas nei panni di un jedi, e la storia sarà giocabile anche in due in co-op.

Ci saranno anche dei mini-giochi in cui bisognerà guidare dei mezzi o i famosissimi e giganteschi Rancor, che abbiamo iniziato a conoscere con la vecchia saga di Star Wars. Nella demo del Play Day i giocatori, nei panni di un Rancor, dovevano distruggere il maggior numero di costruzioni possibili all'interno di una cittadina su Tatooine. Solo se si faceva un certo numero di danni si passava al livello successivo. Le braccia del Rancor riproducevano quanto facevano i giocatori, mentre se ci si chinava in avanti il Rancor si esibiva in un poderoso scatto verso avanti. Simulando una marcia, invece, si andava avanti lentamente, mentre orientando il busto verso una direzione si cambiava inquadratura.

Purtroppo, e la stessa sensazione si era avuta a Los Angeles, Kinect Star Wars evidenzia ancora qualche problema di precisione, non riconoscendo puntualmente i movimenti del giocatore o scambiandoli per altri, oltre che di reattività.

 
^