Tutte le novità dal GamesCom 2011

Tutte le novità dal GamesCom 2011

Il report contiene tutte le informazioni rivelate al GamesCom e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica. Tra gli altri, Diablo III, Battlefield 3, Star Wars The Old Republic, Guild Wars 2, Borderlands 2, Dishonored, The Elder Scrolls V Skyrim, Dota 2 e Uncharted 3

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BattlefieldDiablo
 

Bethesda

Dishonored
software house: Arkane Studios
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 2012

Per la prima volta al GamesCom è stato possibile vedere Dishonored in esecuzione in tempo reale, dopo l'annuncio ufficiale avvenuto qualche settimana fa. Come è noto, è il nuovo gioco d'azione stealth di Arkane Studios che riprende alcune delle caratteristiche di un precedente gioco di questa software house, Dark Messiah of Might and Magic, e alcuni elementi del gameplay di Prey 2, visto che bisogna agire in maniera creativa all'interno di un mondo open ended con cui si può largamente interagire.

Si tratta di un gioco d'azione in prima persona che punta tutto sull'immersione del giocatore all'interno di uno scenario settecentesco da rivoluzione industriale, con tanti elementi di fantascienza. I giocatori assumono il ruolo di Corvo, leggendaria guardia del corpo dell'Imperatrice. All'inizio del gioco, Corvo si trova ingiustamente in carcere per l'omicidio della stessa Imperatrice. Chi lo accusa è il corrotto Lord Regent che, però, non ha realizzato il motivo per cui Corvo è leggendario. Non solo è un abile combattente specializzato nell'arte di non essere visto, ma è anche in grado di usare dei poteri soprannaturali che si combinano con il suo talento e con i suoi gadget, facendo di lui uno degli uomini più letali.

Nella missione mostrata bisognava uccidere una spia che possiede informazioni riservate sul governo. La demo inizia in una fognatura in cui il protagonista scorhe una nave passare all'esterno. Sul ponte all'esterno ci sono delle guardie che bisogna evitare compiendo degli ampi balzi per saltare da una piattaforma all'altra. Dishonored è un gioco che richiede precisione, approccio stealth e profondità tattica.

Le animazioni sono interessanti, così come la caratterizzazione del mondo. Speriamo solamente che su PC, la demo era su XBox 360, ci sia qualcosa in più in termini di dettagli e risoluzione delle texture.

Nel corso della demo si incontra un muro di sicurezza elettrico, che va disabilitato da centralina. Il protagonista va in giro con due armi: un coltello nella mano sinistra e la pistola nella destra. Una donna incontrata per strada a un certo punto è vittima di un agguato e il giocatore la aiuta, eseguendo delle spettacolari performance kill, che si attivano con il tasto Y del gamepad. La città infatti è popolata da diversi personaggi non giocanti che offrono degli spunti per iniziare nuove quest.

Il cadavere delle guardie uccise può essere messo nei cassonetti dell'immondizia per evitare di essere scorti da altre guardie. Nella parte conclusiva della demo, poi, si entra in un edificio e Corvo guarda nelle serrature per seguire i movimenti delle guardie. Approfittando di un buco nel pavimento, si fionda sulla guardia sottostante e la uccide con il coltello. Corvo è dotato di diverse abilità: può indurre le guardie verso le protezioni elettriche, può teletrasportarsi durante i salti ed evocare eserciti di ratti.

Può anche prendere possesso di un ratto e oltrepassare così il pattugliamento di una guardia. L'intelligenza artificiale si comporta in maniera dinamica: ad esempio i personaggi possono preparare del cibo, mangiare, dormire. Corvo inoltre può usare un cannocchiale per osservare da lontano.

Si nasconde nelle zone buie, mentre una musica grave segue i momenti di maggiore immersione. Corvo si mette sulle orme di una guardia e le ruba la chiave che indossa. Da serratura segue una discussione tra la spia e una delle sue guardie del corpo. Apre la porta, rallenta il tempo e ne approfitta della rinnovata velocità per sgozzare le guardie a protezione della spia. Con windblast sprigiona un vortice che fa cadere a terra gli avversari.

Dopo l'uccisione del target, fugge dalla finestra: non può infatti affrontare contemporaneamente tutte le guardie che lo stanno inseguendo. Evoca a questo punto un esercito di ratti, che distolgono e attaccano gli inseguitori. Ma l'autorità che controlla la città si rende presto conto dei disordini e invia sul luogo del crimine delle sentinelle meccaniche con una forma particolare visto che sono dotate di lunghe gambe meccaniche. Le sentinelle pattugliano la città per mantenere l'ordine e sono dotate di razzi.

Insomma, Dishonored sembra un prodotto molto promettente, che per certi versi ricorda Prey 2 pur con uno scenario sensibilmente differente. Il giocatore ha un mondo a disposizione dove architettare le proprie tattiche che ricorda proprio Dark Messiah of Might and Magic.

Prey 2
software house: Human Head Studios
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 2012

Prey 2 era presente con la stessa demo dell'E3, stavolta giocata in tempo reale da uno degli sviluppatori di Human Head Studios. Il protagonista Killian Samuels ha una serie di abilità da cacciatore di taglie che gli consentono di andare in giro come vuole e uccidere chi vuole, con ripercussioni sulla sua reputazione.

Durante la presentazione è stato mostrato il distretto a luci rosse di una delle tre città disponibili in Prey 2. I personaggi non giocanti agiscono indipendentemente dalle azioni del giocatore che, però, quando diventano aggressive hanno ripercussioni anche su di loro. Ad esempio, si può puntare l'arma contro un alieno disarmato, e questo si impaurisce, mutando anche il colore della sua pelle.

Il principale obiettivo con Prey 2, dunque, è immergere il giocatore in un nuovo grande scenario futuristico che vive di proprie regole. Al giocatore vengono assegnate delle missioni, che gli consentono di accumulare soldi per migliorare armi, abilità e gadget. Questi ultimi sono fondamentali, perché a seconda dei gadget di cui si dispone cambia l'approccio alla missione, che può favorire l'uso delle armi o essere più accorto. Durante le missioni, quindi, si cattura, si investiga e si interrogano persone e alieni.

Sembrano riusciti gli inseguimenti, che sono molto adrenalinici e che consentono di interagire con gli scenari e di usare i gadget. Possono verificarsi imboscate durante questi inseguimenti e combattimenti che mescolano platforming e interazione con gli scenari e le coperture. Il climbing in prima persona, inoltre, è fondamentale per raggiungere posti elevati ma anche per scoprire aree segrete.

Prey 2 è basato su una versione modificata di id Tech 4, il motore di DooM 3, che ovviamente in questi anni ha subito diverse evoluzioni. Human Head Studios ha lavorato molto sul sistema di illuminazione globale, e ha ottenuto un mondo di gioco sensibilmente differente rispetto a quello dei precedenti giochi con questa tecnologia, che presenta un numero molto alto di fonti di illuminazione, garantendo l'atmosfera dark che lo sviluppatore intende avere.

Human Head Studios ha migliorato anche la fisica (il mondo di gioco cambia in alcune parti, ma solo in momenti pre-determinati) e il sistema di occlusione delle illuminazioni, che contribuisce a conferire realismo ai modelli di riflessione locale in quanto tiene conto dell'attenuazione luminosa in prossimità di volumi occlusi. Ovviamente, poi, la tecnologia riesce a gestire ampi spazi aperti, alternandoli senza caricamenti e mantenendo un elevato frame rate, a spazi chiusi. Da quanto abbiamo avuto modo di capire, non ci saranno differenze sostanziali nella grafica tra le varie piattaforme.

Rage
software house: id Software
piattaforme: PC, Mac, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 7 ottobre 2011

Al GamesCom è stato possibile giocare la prima ora della campagna single player di Rage, quello che si conferma come uno degli shooter più promettenti del 2011 anche perché segna il debutto della nuova tecnologia grafica id Tech 5. All'inizio della partita il giocatore deve scegliere tra quattro livelli di difficoltà e, dopo la scelta, parte la presentazione. Questa offre uno stile assolutamente non allineato a quello degli altri giochi id Software, visto che è poetica sia sul fronte delle immagini che per quanto riguarda la musica.

La presentazione è ambientata in un contesto spaziale e racconta l'impatto del meteorite che ha causato la devastazione del mondo in cui è ambientato Rage. Il personaggio interpretato dal giocatore è frutto dell'esperimento conosciuto come Ark. Si è tentato di mettere un essere umano in stato criogenico, in modo da utilizzare questo esemplare per ripopolare il mondo nel caso di un enorme disastro come quello che si è verificato. Nelle battute iniziali esce dalla camera criogenica si ha un impatto con l'enorme mondo di gioco simile a quello che si ha nei giochi della serie Fallout. All'aperto viene subito aggredito dai mutanti, all'interno di un mondo allo sbando e senza regole, dove tutto può succedere.

Il nostro alter ego viene salvato da un ribelle e invitato a salire a bordo della buggy. Durante il tragitto l'esponente del clan Hagar, uno dei tanti clan presenti in Rage, racconta della guerra intrapresa dai ribelli contro l'Authority, ovvero il governo intransigente che opprime coloro che sono sopravvissuti al disastro. Il protagonista viene portato nell'insediamento degli Hagar, prendendo immediatamente contatto, senza perdite di tempo e troppi fronzoli, con il mondo post-apocalittico di Rage.

La prima missione prevede di impossessarsi dell'ATV, una piccola dune buggy, e andare nel nascondiglio dei mutanti Ghost a nord per annientare tutti i banditi. Si prende quindi subito familiarità con la guida, che è ovviamente basata su un modello assolutamente stilizzato. Guidare i mezzi comunque rimane abbastanza divertente, anche perché si ha velocemente esperienza del mondo di gioco di Rage. id Software ha curato con grande attenzione ciascuna delle location dello scenario, in modo da offrire una grande esperienza dal punto di vista esplorativo. Da questo punto di vista si può fare un paragone con Mass Effect.

Sulla minimappa viene indicata la strada da seguire per raggiungere la destinazione. Occorrono un paio di minuti per arrivare. Appena entrati nell'insediamento nemico, il gioco ci ricorda che è fondamentale eseguire il loot dai cadaveri, in modo da recuperare munizioni, ingredienti e denaro, tre cose indispensabili nel feroce mondo di Rage. I combattimenti con il nemico mantengono il feeling dei classici sparatutto id Software. Questi sfruttano le coperture per ripararsi e cercano di organizzare delle tattiche. Da questa versione di Rage l'IA presenta alti e bassi, con comportamenti a volte imprevedibili altre non veritieri.

A seconda della parte della figura colpita, inoltre, i nemici hanno reazioni diverse, il tutto sostenuto da ottime animazioni. Dentro la base Ghost, il protagonista cade vittima di una trappola e colpito mortalmente da un coltello. È un espediente per consentire al giocatore di venire in contatto con il defibrillatore. Si tratta nella sostanza di un mini-gioco a tempo: più si è abili a premere nei momenti indicati e un maggiore quantitativo di vite si otterranno quando si tornerà nel gioco principale. Il defibrillatore è l'unica soluzione per rimettersi in vita ogni volta che si viene colpiti mortalmente, per cui è fondamentale mantenerlo in carica. Sprigiona, inoltre, una scarica elettrica ogni volta che viene usato, uccidendo i nemici intorno.

In alcuni momenti conviene procedere in maniera stealth, accovacciandosi e seguendo silenziosamente il bersaglio. Il pieno potenziale dell'arsenale e dei veicoli si presenta poco per volta. Come abbiamo visto nei precedenti hands on, Rage è un gioco che coniuga tattica e azione, prevedendo in molti casi l'utilizzo di dispositivi elettronici come droni, torrette e macchine telecomandate. Insomma, una battaglia tra la tecnologia dei ribelli e la tecnologia dell'Authority, all'interno di un mondo cruento e terrificante in molti aspetti.

Le città sono popolate da diversi tipi di vendor, che offrono degli utensili che possono rivelarsi fondamentali per proseguire. Nelle primissime battute, ad esempio, è possibile comprare un monocolo che consente di scorgere la posizione dei bersagli dalla distamza per poi colpirli con la pistola. Nelle città ci sono anche i vendor per i veicoli, che offrono upgrade per le buggy garantendo ora migliore resistenza ora migliori prestazioni ora migliore arsenale. È inoltre possibiel registrarsi per le gare e ottenere premi e nuovi upgrade per i veicoli.

Con il dorsale sinistro è poi possibile usare diversi tipi di oggetti come granate e il cosiddetto wingstick. Una sorta di boomerang che torna al mittente dopo aver colpito a morte il bersaglio. Si tratta di un'arma veloce, quasi sempre disponibile, molto utile durante i tempi di ricarica delle armi. Attenzione, però, che i wingstick sono limitati e sono soggetti a rottura. A questo tasto si possono associare al massimo quattro gadget, scorribili con le quattro direzioni del dpad.

La seconda missione prevede di visitare l'insediamento dei ribelli accanto e reperire delle scorte mediche. Una volta nel nuovo insediamento ci viene richiesto di trovare un altro personaggio, Juno, e riparare la radio della torre. Si può scorrere tra le varie missioni assegnate, scegliendo liberamente quale affrontare per prima o, ad esempio, se concentrarsi sulle missioni della storia principale o sulle side quest, che consentono di migliorare l'efficacia del proprio personaggio e affrontare il prosieguo del gioco in maniera più facile. L'effettiva libertà nel mondo di gioco e la varietà delle missioni nel lungo periodo sono però elementi che vanno collaudati con prove più approfondite del gioco.

La componente di creazione di nuovi oggetti è decisamente ricorrente in Rage. Qualsiasi tipo di oggetto, come le torrette e le auto radiocomandate, può essere creato in qualsiasi momento, a patto ovviamente di possedere gli ingredienti richiesti. Gadget come questi alle volte sono fondamentali per proseguire nelle missioni avanzate. Si possono anche dotare le armi di proiettili differenti, rendendo ciascuna arma più o meno adatta in funzione del tipo di avversario che si sta affrontando.

Capitolo grafica. Al GamesCom è stato possibile provare il gioco su tutti i formati in cui è previsto, ovvero PC, PlayStation 3 e XBox 360. L'esperienza di gioco su PC è notevolmente la migliore, non solo grazie a texture in alta risoluzione ma anche a un maggiore dettaglio poligonale complessivo che consente di avere un'esperienza più approfondita del mondo di gioco post-apocalittico di Rage. Su console Rage rimane un'esperienza di gioco interessante, in cui il giocatore può esplorare un mondo di gioco estremamente variegato, ma assolutamente da non preferire rispetto alla controparte PC. Ricordiamo che Rage gira su console costantemente a 60 frame per secondo, il che offre un livello di fluidità ottimale, ma in alcuni momenti, quando ci sono troppi nemici contemporaneamente su schermo, il gioco prevede un ridimensionamento della risoluzione dell'immagine.

The Elder Scrolls V Skyrim
software house: Bethesda Game Studios
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 11 novembre 2011

Una presentazione decisamente interessante quella di Skyrim al GamesCom, anche se priva di elementi fortemente spettacolari, oltre che differente rispetto alle precedenti presentazioni a cui abbiamo assistito al Bethesda for Gamers e all'E3. Iniziava con la creazione del personaggio, per il quale si può innanzitutto impostare la razza tra argoniano, elfo, umano, khajit, orco, redguard, nordic, imperial, con ripercussioni ovviamente sul modello poligonale, visibile in tutte le fasi del processo di creazione.

Il giocatore può inoltre decidere il sesso, selezionare uno dei preset disponibili, impostare il colore della pelle, il peso, quanto deve essere sporco il volto, le incisioni da guerra, gli occhi, l'acconciatura, e altro ancora. La creazione del personaggio si svolge in una caverna e, alla fine, si esce fuori nel mondo, e si viene in contatto con le enormi dimensioni di quest'ultimo.

L'inventario di Skyrim è molto più immediato rispetto ai precedenti giochi della serie Elder Scrolls: fornisce suggerimenti ai giocatori riguardo alle migliori soluzioni per ogni tipo di equipaggiamento e, nel momento, in cui raccoglie un oggetto migliore di quello indossato il giocatore riceve una notifica e può istantaneamente indossare il nuovo oggetto. All'inizio del gioco si hanno solamente due spell: flames e healing. Su console, inoltre, si possono assegnare le armi favorite alle direzioni del dpad, mentre su PC ci saranno altri tipi di assegnamenti veloci, in modo da sguainare istantaneamente l'arma con cui si vuole combattere.

Tra una location e l'altra del mondo di gioco ci sono delle schermate di caricamento, i quali sembrano a dire il vero piuttosto lunghi in questa versione del gioco. Queste schermate presentano dei modelli poligonali interattivi di draghi o altri personaggi del mondo di Elder Scrolls.

La parte iniziale si svolge nella provincia più a nord del mondo di Temeria. Si può giocare come al solito sia in prima che in terza persona e, in quest'ultimo caso, si ha la possibilità di impostare la distanza della telecamera dalle spalle del personaggio. Secondo Pete Hines di Bethesda, che ha condotto la presentazione di Skyrim al GamesCom, il mondo di gioco sarà grande come quello di Oblivion, ma verrà riempito con un maggiore numero di oggetti con cui si potrà interagire.

Dopo aver scoperto una nuova location appare sulla mappa un'icona, che indica la possibilità di raggiungere il luogo con il fast travel, quindi istantaneamente e senza dover percorrere nuovamente quel tratto di mappa. Come detto più volte, una delle novità che saltano subito agli occhi riguarda le animazioni e la rinnovata brutalità dei combattimenti, il che offre una prospettiva senz'altro più piacevole di Temeria. Il sangue schizza dappertutto e macchia le armi, ad esempio. Le armi a due mani danno rinnovato senso di potenza, proprio grazie alla presenza di nuove animazioni. L'incontro con gli avversari, inoltre, è adesso più credibile, visto che non danno più la sensazione di stare lì ad aspettarci.

Come al solito c'è l'attacco veloce e l'attacco potente. Si può anche usare la torcia per tenere lontani gli avversari e per dare loro fuoco. Il mining è un'altra componente importante di Skyrim, visto che consente di trovare materiali per la creazione di nuovo equipaggiamento. E il cibo ha un ruolo molto più importante in Skyrim rispetto ai giochi precedenti: c'è, infatti, la possibilità di cucinare usando i calderoni che si trovano nella mappa di gioco. Il cibo dà diversi tipi di benefici, come ripristinare i punti salute piuttosto che le statistiche. Non manca la forgia, che ovviamente consente di creare oggetti in acciaio. La grindstone migliora le caratteristiche delle armi possedute, mentre il tavolo da lavoro migliora l'armor.

Nel momento in cui si acquisisce l'esperienza sufficiente per accedere a un nuovo livello bisogna mettere i punti all'interno di uno dei tre alberi principali, health, stamina e magicka, a loro volta composti da sottorami. Come spiegato in precedenza, ogni skill spinge verso il livellamento.

Tutte le abilità influenzano il levelling e più alta è un'abilità e più spinge verso il successivo livello di esperienza. Ad esempio, se si combatte con un'arma a due mani si migliora la relativa skill e altri punti si ottengono se c'è un altro miglioramento di skill, ad esempio legato all'utilizzo della stessa magia sulle due mani per potenziarla (alteration skill). La somma dei punti portati dal miglioramento delle varie skill si incanala nella barra del livello generale, portandolo a crescere.

Insieme al combattimento a due mani, l'altra introduzione più importante sul piano del gameplay sono gli urli. Gli urli vanno appresi secondo un nuovo innovativo metodo e si configurano come magie, anche se sensibilmente più potenti e visivamente differenti. Nel mondo di gioco di Elder Scrolls V ci sono dei templi, alla cui sommità si trova una parete con delle incisioni. Usando il potere conferitogli dall'assorbimento delle anime dei draghi, Dragonborn è in grado di individuare l'incisione corretta tra quelle presenti in ciascuna parete e trasformala in shout, ottenendo dunque una nuova potente magia, fondamentale soprattutto per affrontare i draghi più esperti. In Skyrim, così come in Fallout New Vegas, ci sono poi i compagni reclutabili. Sarà possibile inserirli nel proprio team e assegnare loro degli ordini.

Le guardian stone rimpiazzano in Skyrim i birthsigns di Oblivion, e consentono di cambiare la configurazione dei punti abilità assegnati. Si nota un ottimo lavoro nella caratterizzazione degli scenari, che presentano degli scorci nordici fantasy decisamente godibili e ottimamente colorati, all'interno di uno stile visivo con colori più accesi rispetto ai giochi precedenti. Tutto questo rende ancora più godibile e variegata la fase di esplorazione.

Nella parte conclusiva della demo, Hines entrava in un dungeon dove veniva attaccato da necromanti che disponevano di magie dalla distanza. A questo punto ha fatto ricorso alle magie, assegnandole alla mano sinistra mentre con la destra si continuava a brandire la spada.

In Skyrim c'è anche la senzione dell'incantamento, con la possibilità di disincantare gli oggetti e recuperare alcuni elementi. Nel laboratorio alchemico, invece, ci sono ricette suddivise a seconda degli effetti prodotti dalla pozione. Ci è stata mostrata anche la Scroll of Blizzard, che produce una spettacolare tempesta in cui la vittima viene avvolta da vortici colorati di blu.

La storyline principale di Skyrim richiederà 25 ore per essere completata, ma la longevità del gioco è decisamente maggiore se si svolgono tutte le missioni facoltative. Hines ha parlato anche di salvataggi automatici configurabili, visto che il giocatore può impostare gli intervalli di tempo in cui avvengono i salvataggi (ogni 5 minuti, 10, 15, e così via).

 
^