Tutte le novità dal GamesCom 2011

Tutte le novità dal GamesCom 2011

Il report contiene tutte le informazioni rivelate al GamesCom e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica. Tra gli altri, Diablo III, Battlefield 3, Star Wars The Old Republic, Guild Wars 2, Borderlands 2, Dishonored, The Elder Scrolls V Skyrim, Dota 2 e Uncharted 3

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BattlefieldDiablo
 

Activision

Call of Duty Modern Warfare 3
software house: Infinity Ward, Sledgehammer Games, Raven Software
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 8 novembre 2011

Per Modern Warfare 3 al Gamescom c'era una nuova missione delle Spec Ops, ambientata all'interno del suggestivo scenario di Parigi che vedremo, attraverso una prospettiva diversa, anche nel corso della campagna single player. La nuova missione Spec Ops evidenzia la bontà della nuova modalità di gioco Survival di Modern Warfare 3, che dimostra subito di avere degli equilibri azzeccati, di essere divertente ed estremamente frenetica. Sensazioni dunque migliori rispetto alla precedente Spec Ops, che avevamo avuto modo di vedere all'E3, che era invece ambientata in un luogo desertico, scenario sicuramente meno affascinante di quello di Parigi.

La mappa è molto densa poligonalmente, tra le altre cose si vede in lontananza la Tour Eiffel, e ben si sposa con le squadre di supporto, che vengono in aiuto dei due giocatori nelle ondate avanzate. Le ondate sono infinite (ho potuto giocarne 10 a Colonia), ma solamente con la numero 3 si comincia ad avere un certo livello di sfida. La collaborazione con l'altro giocatore diventa fondamentale, sia sul piano della coordinazione tattica sia per quanto riguarda l'approviggionamento di gadget, potenziamenti per le armi, granate, torrette, squadre d'assalto, aerei, perché bisogna essere rapidi a recarsi nei terminali a fine ondata e richiedere il nuovo aiuto prima che inizi l'ondata successiva.

La sensazione è che l'intelligenza artificiale si comporti molto bene perché è in grado di organizzarsi, di sfruttare le coperture presenti sulla mappa e gli scudi antiproiettile di cui sono dotati alcuni soldati. La grafica, invece, è rimasta parecchio indietro, essendo Modern Warfare 3 basato sulla stessa tecnologia dei predecessori.

Nelle Spec Ops ci sarà una barra dell'esperienza separata rispetto al resto del multiplayer. Si gioca, come in Mw2, in due online oppure tramite split screen oppure da soli coadiuvati dall'intelligenza artificiale. Nella modalità Survival si viene attaccatti da ondate di soldati nemici di difficoltà progressivamente maggiore, ma anche il giocatore è dotato via via di armi sempre migliori.

Si ottengono soldi raggiungendo gli obiettivi come un certo numero di colpi alla testa o un certo numero di uccisioni in serie. Con i soldi, poi, si possono comprare nuove armi in avamposti disponibili lungo la mappa. Ondate di nemici sempre più forti danno sempre più soldi. Con l'adeguata disponibilità di denaro ci si può recare agli avamposti all'interno della mappa e comprare armi più potenti. Ad esempio, l'avamposto aereo consente di avere un elicottero che sgancia nuovi soldati di supporto gestiti dall'IA oppure il controllo del drone Predator per bombardamenti intelligenti. Acquisendo esperienza si sbloccano nuove armi come grossi mitragliatori. I soldi, infine, possono essere condivisi con il compagno in modo da raggiungere la disponibilità economica necessaria per comprare le armi migliori.

È stato inoltre confermato che Modern Warfare 3 avrà i server dedicati.

GoldenEye 007 Reloaded
software house: Eurocom
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: fine 2011

Come noto si tratta di una rivisitazione del gioco uscito nel 2010 per Nintendo Wii, adattato ai formati principali e quindi in alta definizione. La campagna single player è uguale a quella del gioco per Wii per quanto riguarda i contenuti e l'atmosfera che si respira, fortemente poggiata sui canovacci narrativi dei film di James Bond e con un gameplay tendente, in molte parti ma non sempre, allo stealth, in cui l'agente 007 deve usare pistole silenziate e ricorrere agli attacchi corpo a corpo alle spalle per farsi notare il meno possibile. Ci saranno comunque altri elementi esclusivi per questa versione.

Al GamesCom è stato mostrato il secondo livello della campagna, in cui Bond si infiltra in un edificio della Federazione Russa che custodisce armi, alla ricerca di informazioni su un'organizzazione terroristica. Le immagini sono decisamente più dettagliate rispetto alla versione originale, offrendo un'esperienza di gioco visivamente differente sulle console HD.

Nella versione originale i vari personaggi saranno doppiati dal cast dei film, ovvero Daniel Craig per James Bond e Judi Dench per l'agente M. L'obiettivo è avere lo stesso feeling del film originale, emulando proprio la scena in cui l'agente Bond si infiltra nella base russa. Nell'assalto all'edificio non è necessario attaccare tutti: ad esempio si può proseguire lasciando al suo lavoro un programmatore che opera sul suo PC.

Si possono mettere fuori uso le videocamere di sicurezza, in modo da non fare scattare gli allarmi, sparando contro di esse con la pistola silenziata. Le guardie, inoltre, possono essere aggirate senza essere visti, imboccando uno dei tanti percorsi disponibili nella base, alcuni in spazi aperti che lasciano Bond scoperto, altri molto più angusti, come piccoli cuniculi. In ogni area, quindi, si può decidere se esporsi o se proseguire in maniera accorta sfruttando i tanti ambienti a disposizione.

È stato mostrato anche un secondo livello, stavolta in classico stile fps, in cui bisognava sparare dappertutto per sopprimere le varie minacce. Si poteva giocare con Move con l'accessorio fucile su PlayStation 3, il che dà sicuramente sensazioni diverse e maggiore coinvolgimento, anche se richiede pratica per chi è abituato a giocare con il tradizionale gamepad. Come in altri giochi che supportano l'accessorio fucile, bisogna spostare il puntatore verso i lati della schermata per andare in quella direzione.

GoldenEye 007 Reloaded ha multiplayer competitivo per 16 giocatori, che presenta personaggi provenienti dai film. Questa componente del gioco ha mappe prelevate dalla versione originale, ma adattate al maggior numero di giocatori adesso presente, e mappe del tutto inedite. Si promette varietà negli scenari con, tra gli altri, Barcellona, San Pietroburgo, la Russia ricoperta dalla neve.

Le novità nel single player, invece, riguardano principalmente la nuova modalità Mi6 Ops. Più arcade e veloce della campagna principale, consiste in una serie di nuove missioni single player altamente configurabili. Il giocatore può modificare le opzioni della missione come il numero di vite a disposizione, il numero di avversari, la loro abilità, se la mini-mappa che visualizza i target deve essere presente sulla schermata, e così via. Le missioni prevedono ora di eliminare tutte le minacce, di difendere un avamposto, di attaccare una postazione, di procedere in maniera stealth.

Insomma, GoldenEye 007 Reloaded sembra essere un buon gioco, come l'originale, che può rivelarsi un acquisto sensato per coloro che non hanno avuto modo di giocarci su Wii, con un'esperienza comunque differente grazie all'alta definizione.

Prototype 2
software house: Radical Entertainment
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 24 aprile 2012

Per Prototype 2 lo sviluppatore Radical Entertainment ha preparato un nuovo video appositamente per il GamesCom. Il video collega le vicende del primo capitolo con quelle del secondo ed evidenzia come Blackwatch, che prima dava la caccia ad Alex Mercer, adesso la dà al nuovo protagonista, il sergente James Heller. Durante la nuova demo per Colonia sono state mostrate le varie abilità di infiltrazione di cui dispone Heller.

È ad esempio in grado di mutarsi in comandante Blackwatch e, con questo travestimento, può esplorare liberamente la zona gialla, una delle aree in cui è divisa la città in quarantena di Prototype 2. A causa del suo travestimento, Heller incute timore nelle persone che vanno in giro per la città, che si mantengono alla larga.

Quando Heller aggancia un altro personaggio ha tre opzioni a disposizione: consume, bio-bomb o gettarlo via. Nel caso della bomba biologica, Heller aggancia in maniera stealth il bersaglio e installa la bomba all'interno del suo corpo. L'esplosione susseguente distrugge tutto ciò che c'è nelle vicinanze e l'onda d'urto è seguita con inquadrature cinematografiche.

Quanto al consume, ovvero alla procedura con cui si impossessa dei corpi degli altri personaggi, Heller ha due possibilità: alcuni consume infatti mettono in allerta i soldati, e quindi vanno eseguiti in maniera stealth, mentre altri non allertano i soldati. I primi sono evidenziati da un'icona a forma di DNA.

Come al solito, in Prototype viene sprigionata tutta la potenza del protagonista, che può letteralmente mettere a soqquadro l'intera città. Può ad esempio balzare su un elicottero e scagliarlo contro un edificio o prenderne il controllo. La sensazione di potenza è inoltre corroborata grazie a inquadrature spettacolari e in slow motion, che sottolineano la forza del protagonista. Heller ha due poteri per ciascun braccio, attivabili con x e y con il gamepad di XBox 360.

Intromettersi nella rete Blacknet, disponibile in alcuni terminali sparsi per la città, consente inoltre a Heller di accedere a nuove missioni e di spostarsi velocemente sulla mappa di gioco. Per esempio, una delle missioni potrebbe prevedere di dare la caccia a un target, ma ci sono file che richiedono azioni di difesa e altri di spostamento.

Per uccidere il suo target, nella demo Heller liberava un mostro che ha contratto il virus, procedendo al consume di uno dei membri di Blacknet. Dopo averlo liberato, uccide il mostro dopo un furioso inseguimento nella città in cui si aiuta con i veicoli e li scaglia contro la bestia. I veicoli, gli elicotteri e gli altri elementi dello scenario, infatti, possono diventare delle armi all'occorrenza. La mappa di gioco, inoltre, a detta degli sviluppatori ha le stesse dimensioni di quella del predecessore, ma maggiore varietà grazie alla presenza delle tre zone.

La New York di Prototype 2 è una New York che segue quella del predecessore di 40 anni. È divisa in tre zone: Manhattan è diventata una vera e propria giungla in cui si combatte ogni giorno per la sopravvivenza; mentre la gente è stata spostata nella zona di quarantena. C'è poi la zona verde, non contaminata, che accoglie le installazioni militari. C'è un cambio del protagonista, visto che non si impersonerà più Alex Mercer, infetto dal virus nel precedente capitolo, ma il sergente James Heller. Combatte una battaglia personale contro il virus, visto che ha preso sua moglie e sua figlia.

Le animazioni di Heller sono diverse da quelle di Mercer, ma le meccaniche di base sono rimaste immutate. Prototype continua ad essere molto spettacolare, e più di una volta si sono visti combattimenti di grandi dimensioni per le strade che coinvolgevano le auto e i civili, mentre i due contendenti non erano intenzionati a retrocedere di un millimetro. Il gioco è basato su un'evoluzione del motore grafico del predecessore, Titanium 2.0.

Skylanders Spyro's Adventure
software house: XPEC Entertainment
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360, Wii, 3DS
data di pubblicazione: 14 ottobre 2011

Si tratta in assoluto di uno dei giochi più geniali del GamesCom. Devo ammettere che non lo conoscevo prima della presentazione a Colonia, e di essere rimasto assolutamente colpito. Skylanders, che sarà disponibile su PC, PlayStation 3, XBox 360, Wii e 3DS, è basato su un dispositivo, che rappresenta un portale, che va collocato a un paio di metri dalla console. Il portale è dotato di una videocamera e interagisce tramite Bluetooth con il sistema principale.

Per iniziare a giocare a Skylanders il giocatore deve collocare una piccola statuetta sopra il portale. Ogni statuetta, ce ne sono circa 15, ha una precisa base che viene rilevata dalla videocamera all'interno del portale, che a sua volta comunica con la console su quale eroe il giocatore intende utilizzare. Una volta rilevato l'eroe, operazione sostanzialmente istantanea, questo comparirà nel videogioco, e si inizierà a giocare.

Ogni statuetta rappresenta quindi un eroe con precise caratteristiche e una determinata evoluzione in termini di resa sul campo di battaglia e abilità. Il gioco è una sorta di action rpg in cui bisogna sfruttare le abilità di ciascun eroe per sbloccare enigmi e uccidere gli avversari. A seconda dell'ostacolo che si presenta, inoltre, il giocatore può convenire di cambiare eroe: basta piazzare un'altra statuetta sul portale e l'operazione avviene automaticamente.

Skylanders ha una campagna single player con una storia per quanto riguarda le versioni per i formati domestici. Abbiamo provato il gioco con Nintendo Wii e, oltre ai classici controlli, in alcuni casi bisogna ondeggiare il Wii remote per sbloccare bonus o spingerlo rapidamente verso avanti per inserire una chiave in una serratura.

Ma ovviamente l'elemento che desta le maggiori attenzioni rimane il portale. Questo consente anche di inserire un secondo giocatore nella partita e affrontare le insidie in cooperazione. Basta semplicemente collocare una seconda statuetta sul dispositivo. Essendoci eroi abili nell'attacco ravvicinato, altri nell'attacco dalla distanza, altri veloci, altri potenti, e così via, si possono organizzare delle tattiche di attacco di difesa tra i due giocatori.

Ogni statuetta, inoltre, ha una base colorata in modo diverso: questi colori indicano le caratteristiche di base di quell'eroe, potremmo dire la classe, tra magico, guerriero, abile dalla distanza, e così via. Il co-op non è l'unica modalità multiplayer, visto che c'è anche il cosiddetto battle mode, ovvero il multiplayer competitivo. Si gioca con gli eroi migliorati nel single player e nelle altre modalità di gioco all'interno di una mappa che offre alcuni punti da cui si può trarre vantaggio e altri nocivi. Ad esempio, nella parte centrale della mappa che abbiamo giocato ci sono degli item che migliorano le caratteristiche del personaggio, ma sempre in questa mappa spuntano a intervalli degli spuntoni che sono in grado di sottrarre un elevato numero di risorse vitali.

In questa modalità di gioco bisogna sfruttare al meglio le caratteristiche e gli attacchi dei propri personaggi, come accade in altri action rpg con caratteristiche simili come DarkSpore. Ovviamente, poi, l'impostazione è notevolmente differente, perché Sylanders è rivolto a un pubblico principalmente molto giovane, e la complessità decisamente minore. Tutti gli elementi di cui stiamo parlando, quindi portale e statuette, saranno disponibili nella confezione di base di Skylanders, senza alcun costo aggiuntivo.

La versione per Nintendo 3DS è sensibilmente differente. Stesso tipo di funzionamento per quanto riguarda il portale e gli eroi, rappresentati dalle medesime statuette, ma il gioco è differente. Non si tratta più di un action rpg ma di un gioco di piattaforme con visuale alle spalle del personaggio, con una storia più immediata e accessibile. Cambiano le dimensioni del portale, che è più piccolo per consentire maggiore trasportabilità. Non ci sono, invece, modalità multiplayer in questo caso.

 
^