Tutte le novità dal GamesCom 2011

Tutte le novità dal GamesCom 2011

Il report contiene tutte le informazioni rivelate al GamesCom e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica. Tra gli altri, Diablo III, Battlefield 3, Star Wars The Old Republic, Guild Wars 2, Borderlands 2, Dishonored, The Elder Scrolls V Skyrim, Dota 2 e Uncharted 3

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BattlefieldDiablo
 

THQ

Darksiders 2
software house: Vigil Games
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360, Wii U
data di pubblicazione: 2012

Darksiders 2 è un action hack and slash in terza persona che narra una storia parallela a quella dell'action uscito nel gennaio del 2010. A differenza del primo capitolo, in cui il giocatore impersonava il Cavaliere dell'Apocalisse Guerra, qui si prende il ruolo del fratello Morte. Cambia notevolmente l'approccio al gioco, visto che Morte è dotato di armi più agili che gli consentono di agire più velocemente: invece della pesante spada del primo capitolo, infatti, si combatte con due veloci falci.

La location non sarà più la Terra, ma un più mistico Abisso, liberamente esplorabile grazie al fido destriero Despair. Darksiders II introdurrà un nuovo sistema di loot dei nemici, che consentirà di personalizzare il personaggio protagonista Morte. Come da tradizione per gli hack and slash ci saranno medaglioni in grado di aumentare l'efficacia delle pozioni e la potenza delle magie.

Nella demo del GamesCom, si giocava all'interno di una chiesa e si affrontavano mostri ordinari e un boss. Uccidere i nemici consente di raccogliere i pezzi della loro armatura e di indossarli, modificando l'aspetto esteriore di Morte. Quest'ultimo potrà collezionare anche denaro da spendere in potenziamenti, e avrà l'opportunità di parlare con personaggi non giocanti per accedere a missioni secondarie. Il gioco dovrebbe essere notevolmente più longevo rispetto al predecessore, con una durata della campagna single player di circa 25 ore.

Darksiders 2 è previsto su PC, XBox 360, PlayStation 3 e sarà uno dei titoli del lancio di Nintendo Wii U, nella prima parte del 2012. Il gioco ispirato da Zelda dovrebbe avere sulla nuova console di Nintendo texture più grandi e altri effetti visivi che non ci saranno sulle altre console.

Metro Last Light
software house: 4A Games
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360, Wii U
data di pubblicazione: 2012

Al GamesCom è stata portata la stessa demo di Metro Last Light presentata all'E3. Si tratta del seguito diretto di Metro 2033, tratto ancora dai romanzi dello scrittore russo Dmitry Glukhovsky. L'ambientazione sarà ancora quella post-apocalittica con una Russia devastata da una catastrofe nucleare e Artyom, un ragazzo cresciuto in una stazione della metropolitana situata sotto ad i quartieri più a nord di Mosca, tornerà come protagonista. L'atmosfera è ancora immersiva e terrificante, oltre che decisamente buia, e ampio spazio agli utensili di fortuna che vengono usati da Artyom per farsi spazio nella metropolitana e per affrontare le creature mostruose generate dal disastro nucleare.

Lo sviluppatore 4A Games intende migliorare il combattimento, l'intelligenza artificiale, le fasi stealth, il sistema di illuminazione e ha inserito una tecnologia di gestione della distruzione dinamica degli ambienti. L'inizio della demo è contestualizzato in uno spazio aperto con uno scenario distrutto della Mosca post-apocalittica del gioco. Lo scenario è molto dettagliato e la ripresa è di tipo cinematografico.

Artyom scende nel sottosuolo attraverso una botola. Nota due guardie che parlano tra loro e perlustrano la zona con casco dotato di torcia. Il giocatore le uccide entrambe in azione stealth. Nel combattimento successivo, invece, si nota la distruzione centimetro per centimetro delle coperture, che ricorda quella di Battlefield Bad Company 2. Lo location, inoltre, sembrano più variegate rispetto a quelle del predecessore, anche se le meccaniche di gioco e l'impostazione generale è identica al primo Metro.

Artyom carica manualmente il mitragliatore pneumatico mentre un'altra arma è dotata di un aggeggio che ne rileva la temperatura interna. L'uso di questi utensili primordiali ricalca quanto già visto nel predecessore, in cui ad esempio bisognava usare l'accendino per farsi luce sul quaderno e vederne gli appunti, indipensabili per completare la missione.

La demo finisce con la sequenza del raduno di una delle fazioni che intendono conquistare il predominio nella metropolitana moscovita, che è la stessa che si vede nel nuovo trailer del gioco. La ripresa è ancora cinematografica e si nota un uso intensivo di luci, ombre ed effetti di fumo volumetrico, se possibile ancora più dettagliati di quelli del primo capitolo. Artyom è insieme a un altro personaggio che uccide l'oratore e fugge repentinamente, all'interno di un inseguimento che ricorda lo stile del primo capitolo.

Artyom viene ferito e condotta a braccio dal suo compagno. Infine scappano a bordo di un mezzo su rotaie. Si verifica a questo punto un combattimento tra mezzi su rotaie parallele con lo stesso tipo di coinvolgimento del predecessore. A questo punto Artyom salta su un'altra carrozza e respira affannosamente. Si notano teloni mossi dal vento e il buio continuo aiuta ad avere un elevato dettaglio poligonale e ottimi effetti di luce e fumo. I mostri sono molto più convincenti di quelli estremamente deludenti del primo, soprattutto per via di animazioni più fluide, aggressive e realistiche. Inoltre, interagiscono dinamicamente con la fisica.

 
^