Tutte le novità dal GamesCom 2011

Tutte le novità dal GamesCom 2011

Il report contiene tutte le informazioni rivelate al GamesCom e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica. Tra gli altri, Diablo III, Battlefield 3, Star Wars The Old Republic, Guild Wars 2, Borderlands 2, Dishonored, The Elder Scrolls V Skyrim, Dota 2 e Uncharted 3

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BattlefieldDiablo
 

Namco Bandai 1

Ace Combat Assault Horizon
software house: Project Aces
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 14 ottobre 2011

Il nuovo capitolo della serie di giochi di volo arcade di Project Aces ha una struttura sensibilmente differente rispetto ai precedenti, principalmente per via di una consistente componente narrativa. Viene mantenuta la classica azione frenetica della serie, oltre che i combattimenti all'interno dello scenario urbano.

Per quanto riguarda il multiplayer, ci sarà la nuova modalità Capital Conquest in cui sarà possibile personalizzare gli aerei e dare la caccia al nemico all'interno di città fedelmente ricostruite da Washington, Miami, Parigi. In ogni mappa si possono usare elicotteri, jet fighter, bombardatori; e bisogna attaccare il quartier generale della squadra avversaria. C'è anche la possibilità di personalizzare le skill del proprio mezzo volante, e di migliorarle ottenendo, tra le altre cose, un maggior numero di missili, più resistenza e maggiore velocità nelle virate. Si può anche scegliere una particolare skill e condividerla con gli altri membri della squadra. Quindi, la strategia dipende dai movimenti del nemico e dalle skill possedute.

Dopo il multiplayer, si è passati alla presentazione del single player. Si parte con una cutscene in cui un uomo si risveglia, guarda in giro per la camera e dalla finestra vede uno stormo di elicotteri penetrare nella città. Ci troviamo nella presentazione. Successivamente si passa a bordo dell'elicottero e si prende il controllo di una mitragliatrice mentre si spara a terra.

Lo sviluppatore intende offrire una storia immersiva e per questo ha reso le sequenze di narrazione il più interattive possibili. È ovvio che non rappresentano il cuore del gameplay, e non offrono lo stesso livello di sfida, ma costituiscono un'ottima variante rispetto alla classica azione di Ace Combat. Quella sull'elicottero è infatti una sequenza piuttosto semplice, una sorta di tutorial, ma nel gioco principale ci sono combattimenti tra elicotteri con un livello di sfida notevolmente più sostenuto.

La storia inizia in Africa ma poi il conflitto si estende in altre parti del mondo. Alla fine della demo la cittadina africana viene fortemente bombardata con uno spettacolare effetto visivo. I dialoghi tra i soldati, inoltre, sono realistici e coinvolgenti, e si svolgono in location diverse, come ad esempio una caserma. Il giocatore in queste occasioni prende il controllo della telecamera.

Armored Core V
software house: From Software
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 2012

Il simulatore di Mech di From Software mantiene immutate le caratteristiche di base che hanno reso così popolare la serie soprattutto in Giappone. Armored Core è nel paese del Sol Levante un franchise molto conosciuto, con un'enorme community di giocatori hardcore, e per questo gli viene richiesto di mantenere immutati gli elementi di base del gameplay, oltre che un sostenuto livello di difficoltà.

La novità assoluta di questo quinto capitolo riguarda il multiplayer, con una nuova modalità basata su team. Giocano cinque persone, delle quali una ha il ruolo di operatore, ovvero di comandante del team. L'operatore gioca in realtà una sorta di RTS, mentre gli altri si immergono nella classica impostazione action di Armored Core. Il primo indica bersagli e dà degli ordini agli altri membri del team, e questi ultimi devono eseguirli se vogliono che la tattica di squadra venga rispettata. Si può giocare in team anche senza operatore, quindi tutti in action, ma in questo caso serve più capacità di organizzazione e maggiore precisione.

L'operatore può vedere l'intera mappa di gioco e conoscere la posizione degli altri membri del team. C'è l'opzione per la chat vocale con cui si può comunicare in qualsiasi momento della partita. Questa modalità di gioco intende offrire maggiore varietà all'interno dei meccanismi di gioco classici di Armored Core. Gli altri membri che seguono gli ordini dell'operatore vedono sulla mappa di gioco dei marcatori: devono seguirli per rispettare la tattica impostata dal primo.

La grafica di Armored Core è abbastanza datata, e anche il supporto della fisica appare limitato, anche se gli scenari si distruggono al passare degli AC. Tra le azioni possibili c'è il salto e la schivata laterale. Una volta distrutto l'involucro si impersona il pilota del mech, che però ha ovviamente armor molto limitato.

Un'altra modalità di gioco prevede la conquista e la difesa di territori. Le squadre coinvolte nella partita possono tentare di invadere i territori delle altre squadre all'interno di una mappa persistente. Se si è online nel momento in cui si subisce un attacco si procede in tempo reale alla difesa, in caso contrario bisogna affidarsi alle difese precedentemente organizzate.

La propria base è così personalizzabile con difese automatiche e dinamiche e poi condivisibile con la community. Questo sistenza sostanzialmente consente di personalizzare e condividere delle missioni. Le aree blu all'interno della mappa indicano l'area d'azione delle proprie difese automatiche. Nella mappa creata in occasione della presentazione al GamesCom c'erano tre vie percorribili, e in ognuna di esse si possono concentrare le difese. Una delle tre vie è stata lasciata volutamente sguarnita in modo da concentrare lì la presenza del nemico e attaccarlo con gli AC.

I soldi guadagnati nel corso delle missioni si possono convidere con gli altri membri della squadra, in modo da consentire loro di organizzare le difese sulla mappa di gioco. Altra sezione di Armored Core è poi il garage: qui si possono personalizzare i mechi nelle armi, nel colore e nel nome.

Dark Souls
software house: From Software
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 7 ottobre 2011

Al GamesCom era presente l'ultima build dell'attesissimo Dark Souls. Lo sviluppatore From Software, nella presentazione, ha puntato ancora una volta il dito sull'enorme livello di difficoltà di questo gioco. Rispetto al predecessore Demon's Souls, Dark Souls è ancora più difficile, con nemici notevolmente più forti che richiedono maggiore strategia. Chi giocava la demo di Dark Souls nella presentazione è morto circa 300 volte nei tre giorni di GamesCom secondo quanto ammetteva egli stesso.

Nella presentazione veniva mostrato come scappare dalle prigioni dotate di sbarre che non si possono scalfire con le armi tradizionali. La guardia è appoggiata sulle sbarre e sta dormendo, per cui basta ucciderla con un colpo di spada e vedere cadere a terra le chiavi della cella. Una volta usciti bisogna affrontare le altre guardie e trovare una seconda chiave che è nascosta nel piano più in basso dell'edificio. Si tratta della sala degli archivi del duca: all'interno di un edificio a forma cilindrica si trovano sulle mura i libri della biblioteca del duca e fra i vari scaffali le celle dove vengono custoditi i prigionieri del duca.

Nonostante l'equipaggiamento avanzato e l'abile giocatore, questi era costretto a evitare i nemici correndo vita verso l'uscita e cercando i percorsi meno sorvegliati. Le guardie cefalopodi, però, riescono ugualmente ad agganciare il personaggio grazie ai lunghi tentacoli di cui sono dotati. Negli archivi si incontrano anche mostri con sembianze di serpente. Alla fine della demo, il giocatore attivava un dispositivi che emette un suono che è segnale di riposo per le guardie.

From Software parla di mappe più grandi del doppio rispetto a quelle di Demon's Souls e del nuovo co-op online. Questo consente di fronteggiare i nemici più forti, visto che quasi l'intera avventura può essere affrontata con due amici. Ci sono, però, alcuni posti del gioco che bisogna affrontare da soli. La difficoltà rimane alta, perché viene ricalibrata nel caso si giochi in tre.

Una nuova feature consente di lasciare messaggi sulla mappa per gli altri giocatori. È stata introdotta, inoltre, una nuova location di gioco, chiamata Bonfire che, una volta raggiunta, consente di ripristinare le energie e le altre statistiche.

Dark Souls conferma gli ottimi combattimenti con le spade del predecessore, che sono ancora una volta molto realistici e l'effetto delle collisioni degli elementi metallici, ad esempio spada con armatura, è ancora una volta molto convincente. I tempi di casting delle magie sono lunghi, per cui si può ricorrere a questo tipo di attacco solo se il nemico è ragionevolmente distante. Bisogna poi prendere la mira senza mirino, e quindi la possibilità di andare a segno sul corpo del nemico non è sempre garantita.

Inoltre, quando si entra nei dungeon composti da stretti corridoi, nel momento in cui si sferra il colpo con la spada, piò succedere che la lama entri in collisione con il muro, e questo impedisce di mandare a segno il colpo sul bersaglio. Il recupero delle vite e dell'energia per le magie è possibile solo in punti specifici.

From Software specifica che non ci saranno DLC per Dark Souls. L'atteso action rpg era disponibile a Colonia in versione giocabile nel booth di Namco Bandai con 17 postazioni tra XBox 360 e PlayStation 3.

Inversion
software house: Saber Interactive
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 10 febbraio 2012

Inversion è un promettente sparatutto in terza persona con coperture sviluppato da Saber Interactive. Il gioco è basato sulla forza di gravità e consente di manipolare la gravità in piccole aree, oltre che sbloccare poteri basati sulla forza cinetica. Supporta co-op, anche in split screen, e gioco multiplayer online di tipo drop in drop out, ovvero i giocatori possono entrare nelle partite di altri giocatori in qualsiasi momento e uscire quando vogliono.

La storia ruota intorno alle vicende di un ufficiale di polizia, che può sfruttare dei poteri cinetici per catturare gli oggetti e modificare gli scenari, oltre che la loro gravità. Gli oggetti possono essere scagliati contro i nemici, mentre nelle aree con gravità modificata si può saltare, lanciare oggetti e cambiare prospettiva, camminando su quello che prima era il tetto, ad esempio. Anche i nemici possono cambiare prospettiva, mentre tirare un oggeto in una di queste aree low gravity consente di ritrovarlo dall'altra parte del livello di gioco.

Il protagonista è dotato anche di scariche cinetiche che producono una spinta e invertono la gravità nella zona. Non mancano sequenze cinematografiche che portano avanti la storia, pensate per trasmettere la concitazione del conflitto.

Il gioco uscirà il 10 febbraio su console, ma è in sviluppo anche la versione PC, che verrà rilasciata successivamente.

 
^