PES 2012: Active AI e le altre novità

PES 2012: Active AI e le altre novità

Abbiamo provato per la prima volta una versione giocabile di Pro Evolution Soccer 2012, la nuova versione del popolare gioco di calcio di Konami. Ecco le nostre prime impressioni e l'elenco delle novità principali di PES 2012.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Impressioni

Finora tutto quello che c'è da sapere a livello di novità sulla carta, ma dopo il primo approccio, o first look come lo definisce il distributore Halifax, con PES 2012 possiamo dare qualche prima impressione. Diciamo subito che la versione testata è pensata in modo da evidenziare le novità. Se avete seguito gli articoli su Fifa 12 è un qualcosa che si verifica sovente con i giochi sportivi, aggiornati di anno in anno, in sede di presentazione, che spesso avviene diversi mesi prima dell'uscita del gioco.

Si tratta di alpha approssimative in cui alcune cose appaiono estremamente evidenti, proprio per comunicare al giornalista, e conseguenzialmente al giocatore, qual è il nuovo approccio. La versione che poi si trova nei negozi sarà invece molto diversa, principalmente perché i produttori non vogliono assolutamente scontentare i giocatori abituali. Nella versione di PES 2012 che abbiamo provato, quindi, risultava estremamente accentuato il discorso relativo ai movimenti degli attaccanti e alle sovrapposizioni, mentre altri elementi non erano adeguatamente rifiniti, come i movimenti della difesa o l'atteggiamento dei portieri.

PES 2012 offre sicuramente un'esperienza di gioco fluida, e più reattiva rispetto al predecessore. Il gioco, così come PES 2011, è decisamente più lento rispetto a Fifa 11 con l'impostazione di default, ma come al solito la velocità di gioco può essere modificata, da terribilmente lento a estremamente veloce. Se le novità di PES 2012 sono pensate principalmente per ridurre l'impatto dei grandi giocatori sull'andamento della partita, bisogna dire che ci sono notevoli passi avanti.

Le novità di PES 2011 infatti avevano squilibrato il gioco, e spesso risultava troppo facile ricorrere al grande campione per sovvertire l'andamento della partita. Adesso, le nuove sovrapposizioni e una difesa più attenta, ma ancora da rivedere perché in certe occasioni lascia delle voragini, spingono a giocare maggiormente di squadra, fermo restando che Messi è comunque velocissimo e Ibrahimovic praticamente inarrestabile. Si tratta di nuovi equilibri, ma PES è sempre stato un gioco basato sulle individualità, e questa cosa non cambia in maniera assoluta neanche con PES 2012.

Il motore grafico è quello dello scorso anno, con pochissime novità. Purtroppo questo pesa. Come dicevamo prima, chi si aspetta un gioco di calcio che ricrei lo spettacolo della partita vista in TV può essere spinto a preferire Fifa a PES. Inoltre, le animazioni e la reattività di PES, in questa beta, non sono al livello di Fifa.

I giocatori si spostano realisticamente intorno a te, è più facile creare triangolazioni e organizzare gli spostamenti degli attaccanti in funzione del tipo di difesa schierato dall'avversario. Insomma, sono tutte cose che richiedono maggiore precisione nei passaggi. La sensazione è che Konami abbia un po' ammorbidito il passaggio manuale di PES 2011: i passaggi sembrano maggiormente guidati e vanno a destinazione con maggiore facilità rispetto al passato. Così come per il discorso sulla velocità di gioco, si tratta di un ragionamento che vale per le impostazioni di default, mentre il giocatore può stabilire il livello di assistenza dei passaggi tra cinque preset. Resta il fatto che con l'impostazione di default è quasi impossibile non recapitare correttamente la palla al compagno.

Detto questo, bisogna aggiungere che PES non condivide con Fifa il tipico effetto flipper di quest'ultimo. In Fifa è infatti troppo semplice concatenare una serie di passaggi: basta premere a tempo che in pochi secondi la palla giunge all'attaccante, possibilmente smarcato davanti alla porta. In PES c'è la sensazione che il calciatore abbia comunque dei limiti nel controllo e nell'indirizzamento della palla: le azioni sono veloci, ma non velocissime come in Fifa. Anche nei tiri PES è preferibile a Fifa, perlomeno all'edizione 2011 di Fifa, perché si sente maggiormente il peso della palla.

Il passaggio al sistema di controllo analogico è completato con PES 2012, e quindi non sarà più possibile giocare con la croce direzionale. Anche sul fronte telecronaca, anche questa decisamente apprezzata dai fan di PES, ci sono novità: Luca Marchegiani prende il posto di Josè Altafini come commentatore tecnico. Pierlugi Pardo rimane, invece, il telecronista principale. Halifax sostiene di aver rivisto la telecronaca in quasi tutte le componenti, visto che anche la voce di Pardo è stata ridoppiata, con l'obiettivo di migliorare ulteriormente questo aspetto del gioco.

Oltre che su PC, PlayStation 3 e XBox 360, PES 2012 arriverà anche su Wii, PlayStation 2, PSP e successivamente su 3DS. PES 2011 per 3DS è arrivato a marzo, e quindi si vuole lasciare un po' di spazio a questa versione prima di rilasciare la successiva. Le versioni per le piattaforme Nintendo di PES sono sviluppate esternamente rispetto al team storico della serie, Kcet, e quindi hanno direzioni leggermente divergenti. Si tratta di aggiungere gli algoritmi che stanno alla base della versione principale del gioco al motore grafico, depotenziato per poter funzionare con gli hardware di questi formati. Il risultato è che PES su Wii è un gioco comunque molto tecnico, anche se questa piattaforma è rivolta principalmente a giocatori di tipo casual.

PES 2012 probabilmente sarà l'ultimo capitolo della serie ad arrivare su PlayStation 2, piattaforma per la quale presenta solo un quarto delle novità della versione principale. Ma PES 2012 per PS2 vende tantissimo in Italia, confermando la grande base installata di questa piattaforma nella nostra nazione.

In definitiva, sebbene sia ancora inferiore in termini di reattività, fluidità delle animazioni e dettaglio grafico rispetto a Fifa, PES 2012 si conferma un buon gioco di calcio. Soffre ancora la competizione con il rivale, ma Kcet continua a lavorare nel tentativo di colmare questo gap.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NoPlaceToHide21 Luglio 2011, 16:51 #1
hanno dei colli esageratamente lunghi
huema21 Luglio 2011, 19:26 #2
non c'è altafini "commentatore tecnico" in telecronaca, lo comprerò anche solo per questo motivo
V3N0M7721 Luglio 2011, 21:18 #3
non sono molto d'accordo sul fatto che pes 2011 premi cosi tanto le individualità; un conto è citare un pes2009 a caso, ma l'ultima versione è già abbastanza bilanciata -fra individualità e team play e capacità di offendere e difendere, nonostante qualche falla- senza per questo dover rinunciare ai vantaggi che comporta avere un CR piuttosto che un nesta in difesa.
le cose che pes deve invidiare a fifa per me sono altre.. avendo giocato un pò a fifa11 su ps3 ho notato che nel titolo EA prendere le vecchie glorie dei brasile piuttosto che i chicago fire è praticamente la stessa cosa o quasi: non mi pare questo gran passo avanti verso il realismo, perlomeno sotto questo aspetto specifico.
pes ha diverse carenze rispetto alla concorrenza però perlomeno ogni singola squadra è quella squadra particolare con giocatori abbastanza ben caratterizzati di cui si possono riuscire a sfruttare determinate caratteristiche specifiche, utili anche per aiutare il gioco di squadra.
va solo migliorato tutto il resto
huema21 Luglio 2011, 21:48 #4
avranno tolto il nome sulla testa dei giocatori avversari?
avranno migliorato i portieri (tutti col rilancio lungo al 90% delle volte)?
avranno riportato la modalità del calcio di rigore in una forma intelliggibile (tipo levetta in basso= tiro basso, a sx = tiro a sx) o occorreranno ancora i tutorial per tirarli?
avranno sistemato i filtranti/passaggi in prossimità dell'area piccola?
messo qualche animazione in più nelle entrate e nei falli?
sistemato lo scatto che quando lo inizi o hai zanetti/messi o la palla parte a 3 metri dall'omino?

c'è un motivo se le rose di pes 6 (con tutte le sue pecche) sono ancora aggiornate dai fan
cmq tra fifa e pes, pes è quello che fa più bestemmiare e ridere quando gioco con amici ("huee attacchiamo con la tattica confusione" e quando i portieri avversari sembran spiderman)
fifa11 mi fa bestemmiare quando parte l'arena a inizio partita...se voglio giocare la partita non me ne frega una mazza dell'intro dove gioco contro un portiere così per passare il tempo, ma graficamente non c'è nulla da ridire.

qualche sh di buon cuore potrebbe unire le cose buone dei due? chiedo troppo?
JenaPlissken21 Luglio 2011, 23:15 #5
I passaggi in FIFA sono flipper????

ehm ma chi ha fatto la recensione ha per caso tolto tutti gli aiuti e giocato MANUALE?
Provaci e poi dimmi se è un flipper ... premi troppo e la palla col piffero che arriva all'attaccante ...

mha ...
gildo8822 Luglio 2011, 11:25 #6
Forse è l'anno buono che mi decida a ritornare a giocare un titolo calcistico. Sono ancora indeciso tra questo e Fifa. L'ultimo a cui ho giocato è stato Pes 2008, vedremo quest'anno se sapranno convincermi.
Cianos22 Luglio 2011, 15:45 #7
Ho sempre giocato a PES, da anni e ogni anno ho provato anche FIFA. Col risultato che ogni anno con PES ho avuto il piacere (tranne con la scandalosa vers 2010) di GIOCARE a calcio CONTROLLANDO io il gioco; con FIFA da sempre - e ogni anno sempre più - ho visto un gioco che parte e fa tutto da solo.

Altro che flipper, in FIFA non conta NULLA il controllo dei giocatori, fa tutto lui, da solo. Non c'è il minimo gusto. Per non parlare delle acrobazie, dei tiri e dei gesti atletici completamente assurdi e irreali.

A parte la ver 2010, PES rimane IL gioco del calcio GIOCABILE. Se invece si vuole accendere la console o il PC e VEDERE una partita che va da sola, allora va bene FIFA.
DevilM05 Ottobre 2011, 09:20 #8

BADA

scusate non so dove chiedere, dove trovo una sezione dove si parla di Bada ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^