Secondo hands on Fifa 12: la rivoluzione di EA

Secondo hands on Fifa 12: la rivoluzione di EA

La prima prova del nuovo capitolo del simulatore calcistico firmato David Rutter, aveva dato l’impressione che gli sviluppatori volessero rivoluzionare pesantemente l’impianto di gioco. Il secondo test, invece, ha restituito un prodotto più bilanciato e meno stravolto.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
 

Largo alla community

Già con Fifa 11, si era potuto assistere a un tentativo di mantenere l’utente sempre collegato ai propri amici, conoscendone disponibilità, risultati e record in game. Si utilizzava l’hub del giocatore e dei ‘tabelloni luminosi da stadio’, ci informavano – mentre si navigava nei menu -. Il tutto, però, era aggiornato malamente, era piuttosto limitato e decisamente scomodo.

Adesso le cose cambieranno: Fifa 12 punterà a offrire un coinvolgimento molto più intenso e costante. Si vuole creare una vera e priora community. Il fine sarà quello di consentire all’utnete di mostrare la propria bravura a Fifa non solo sul campo, ma anche attraverso la propria ‘bacheca’ di trofei. Le classifiche – tra amici e non – saranno sempre aggiornate e sempre sott’occhio. Ogni volta che ci si connetterà, insomma, si avrà un quadro completo. Gli obiettivi da raggiungere, allora, saranno sempre ben in vista.

Per potenziare il lato ‘associativo’ – su cui Rutter pare puntare molto – e ‘sociale’ di Fifa, è nata la modalità Football Club. In questo modo, i giocatori tifosi di una squadra potranno incontrare altri fan dalla medesima fede sportiva e, soprattutto, giocando, porteranno acqua al mulino del proprio team. Vincendo partite, insomma, si daranno punti in classifica alla nostra squadra del cuore. Ogni settimana, si considererà chiusa una stagione- E così avverranno retrocessioni, promozioni e proclamazioni di campioni.

Innestata su Football Club, tornerà la modalità scenario. In questa sezione, ci troveremo alle prese con situazioni complicate per la nostra squadra – prese da partite reali -, e saremo chiamati a risolverle.

 
^