Dungeon Siege III: come ingannare l'attesa per Diablo III

Dungeon Siege III: come ingannare l'attesa per Diablo III

Il terzo capitolo della saga di Dungeon Siege torna nel Regno di Ehb e riprende la storia della Decima Legione che faceva da sfondo al primo gioco. Le similitudini con il passato però finiscono qui.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
Diablo
 

Storia e personaggi

La trama di Dungeon Siege III è molto semplice e si ricollega alla storia della 10° Legione, un gruppo militare che per anni ha governato e protetto il Regno di Ehb.

Il prologo del gioco ci racconta di come la Legione sia stata misteriosamente spazzata via in seguito a una brutale guerra con Jeyne Kassynder, la figlia del re di Ehb morto in circostanze non chiare ma che Jeyne ha attribuito a colpe della Legione stessa. Spargendo menzogne e dubbi tra la popolazione, Kassynder è riuscita a dar vita a una serie di rivolte a sterminare pian piano quasi tutti i membri della Legione, con un sanguinoso epilogo nella battaglia della foresta di Rukkenvhal, dove i legionari sono stati definitivamente sconfitti. Qualche decina di anni dopo, ha inizio il gioco vero e proprio: Odo, un ex scout della Legione, ha mantenuto i contatti con i discendenti degli ultimi legionari e vuole riunirli tutti insieme per riformare l’antico ordine e muoversi contro Jeyne Kassynder e i suoi alleati.

Il protagonista riceve una lettera da Odo che lo invita a raggiungere un antico maniero dei legionari, e proprio da qui prende il via il tutorial del gioco: all’arrivo, scopriremo che il maniero è stato preso d’assalto e i partecipanti all’incontro massacrati. Ovviamente qualcosa non è andato come previsto…

La storia di Dungeon Siege III come dicevamo non è materiale da Nobel per la letteratura, ma il gioco regala comunque alcune sorprese inaspettate.

Innanzitutto prima di cominciare dovremo scegliere quale tra quattro personaggi interpretare: a seconda della nostra scelta il gioco subirà diverse variazioni, perché ciascuno dei quattro eroi si collega in modo diverso alla storia. Lucas Montbarron, per esempio, è il figlio ed erede dell’ultimo gran maestro della Legione. Anjali non ha nulla a che spartire con la Legione ma è la figlia adottiva di Odo, il personaggio-mentore che ci farà da guida nel gioco. Scegliere Lucas o Anjali dà già un’impostazione diversa all’inizio di Dungeon Siege III e modifica molti dialoghi e altri eventi successivi. Ovviamente le differenze tra i personaggi sono poi anche differenze di ‘classe’ a tutti gli effetti, perché ciascun protagonista garantisce un’esperienza di gioco propria.

Per fare un breve elenco, ecco chi potrete interpretare in Dungeon Siege III:

Lucas Montbarron – Lucas è il discendente dell’ultimo gran maestro della Legione e come tale è per certi versi l’eroe principale della storia. A lui Odo scrive per chiedergli di unirsi agli ultimi superstiti e,verosimilmente, prendere il posto del padre alla guida di una possibile rinascita dei legionari. Dal punto di vista del gameplay Lucas è il tipico guerriero: combatte solo in corpo a corpo, alternando armi a una mano (per combattere contro nemici singoli, come i boss) ad armi a due mani (per disfarsi di orde di nemici più deboli).


Anjali – La figlia adottiva di Odo, Anjali non fa effettivamente parte della Legione ma è stata cresciuta dal padre per difenderne i discendenti. La particolarità di questa guerriera dall’aria esotica è che si tratta in realtà di una Arconte, una sorta di demone elementare. Anjali combatte normalmente usando una lancia, con cui può contrastare moltitudini di nemici, ma può anche appellarsi alla sua forza elementare e trasformarsi in un demone di fuoco, guadagnando abilità d’attacco a distanza.



Katarina - La sorellastra di Lucas, Katarina è la figlia bastarda del vecchio gran maestro della Legione e di una strega. Allevata lontano dalla realtà dei legionari, Katarina ha imparato le arti magiche dalla madre e ci ha aggiunto di suo una predilezione per le armi da fuoco. In combattimento Katarina è il personaggio più orientato all’attacco a distanza.





Reihnart Manx – Reinhardt insegna matemagica all’università e non c’entra granché con le vicende di Ehb e della Legione, infatti indossare i suoi panni come protagonista è un po’ indisponente. Ciononostante si tratta anche dell’unico personaggio completamente incentrato sull’uso della magia, e in un rpg, per quanto fortemente action come Dungeon Siege III, questa credenziale basta e avanza a garantire un ruolo da protagonista a chiunque. Reihnart combatte con magie da corpo a corpo e magie a distanza.

 
^