E3 2011: i giochi presentati

E3 2011: i giochi presentati

Il report contiene tutte le informazioni rivelate all'E3 e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Namco Bandai

Ace Combat Assault Horizon
software house: Project Aces
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 14 ottobre 2011

Si tratta del nuovo capitolo della serie di arcade di volo per console, per la prima volta disponibile anche su PlayStation 3. Per la prima volta nella serie Ace Combat consentirà di usare anche gli elicotteri, precisamente di tipo Ah-64D, oltre che un Black Hawk nella posizione di cannoniere. In un trailer appare anche l'utilizzo di un AC-130 e di un B-2 per attacchi a posizioni terrestri.

All'E3 era possibile giocare una nuova missione ad ambientazione notturna in cui bisognava bombardare delle installazioni militari a terra. Il giocatore può scegliere tra due tipi di azione: o volare radente a terra e bombardare, come da tradizione per la serie Ace Combat, o ricorrere alla nuova feature Air Strike. In questo caso si ha accesso all'interno dell'aereo e mentre la telecamera inquadra a terra, dove dei piccoli triangoli individuano i bersagli, il giocatore può sganciare direttamente le bombe. Quando si attiva questa modalità l'aereo, come nel dog fight, vola in maniera autonoma, lasciando che il giocatore si concentri solo sulla fase di lancio.

È stato possibile anche guidare gli elicotteri. Bisogna insinuarsi all'interno di palazzi e cercare di uccidere dei soldati annidati su di essi.

Dark Souls
software house: From Software
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 7 ottobre 2011

È il seguito spirituale di Demon's Souls, l'action rpg diventato famoso per il suo estremo livello di difficoltà. Lo sviluppatore, all'inizio della presentazione, ha tenuto a precisare che questo seguito è notevolmente più difficile del predecessore, addirittura del 120%. Il team di sviluppo, insomma, vuole fare della difficoltà un marchio di fabbrica. I nemici sono più forti, il personaggio ha più limitazioni e i livelli di gioco sono più difficili da interpretare, ma il giocatore ha a disposizione nuovi straordinari poteri, che se usati nel modo giusto, gli consentiranno di far fronte alle minacce.

In Dark Souls si muore molto spesso, ma tra una morte e l'altra si ha comunque l'occasione di esplorare una nuova parte della mappa e scoprire nuovi dettagli e oggetti. Per ogni nemico, bisogna trovare il modo per sconfiggerlo, utilizzando accuratamente le pozioni e pianificando l'attacco, scegliendo le magie e le armi. È stato raddoppiato rispetto al predecessore il numero di oggetti, magie ed elementi di equipaggiamento presenti nel gioco.

Si può giocare anche online in multiplayer, sia in modalità cooperativa che competitiva. Una nuova feature consente di lasciare messaggi sulla mappa per gli altri giocatori. È stata introdotta, inoltre, una nuova location di gioco, chiamata Bonfire che, una volta raggiunta, consente di ripristinare le energie e le altre statistiche.

Dark Souls conferma gli ottimi combattimenti con le spade del predecessore, che sono ancora una volta molto realistici e l'effetto delle collisioni degli elementi metallici, ad esempio spada con armatura, è ancora una volta molto convincente. I tempi di casting delle magie sono lunghi, per cui si può ricorrere a questo tipo di attacco solo se il nemico è ragionevolmente distante. Bisogna poi prendere la mira senza mirino, e quindi la possibilità di andare a segno sul corpo del nemico non è sempre garantita.

Inoltre, quando si entra nei dungeon composti da stretti corridoi, nel momento in cui si sferra il colpo con la spada, piò succedere che la lama entri in collisione con il muro, e questo impedisce di mandare a segno il colpo sul bersaglio. Il recupero delle vite e dell'energia per le magie è possibile solo in punti specifici.

Dark Souls è un gioco che ha un suo fascino del tutto particolare, che sicuramente sarà apprezzato ai fan del gioco precedente, oltre che da coloro che amano i giochi di ruolo difficili. Insomma, prepare to die!

Inversion
software house: Saber Interactive
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 7 febbraio 2012

A Los Angeles era presente la versione multiplayer di Inversion, il nuovo sparatutto in terza persona pesantemente basato sulla fisica sviluppato da Saber Interactive (TimeShift). Il multiplayer è basato sulle coperture, mentre il protagonista è in grado di afferrare gli oggetti con il potere telecinetico e scagliarli sugli avversari. C'è anche il potere gravitazionale, che mantiene in aria per qualche secondo gli avversari, in modo da poteri colpire con tranquillità.

La fisica in tempo reale è calcolata su un numero molto alto di oggetti presenti nello scenario. Sostanzialmente si può distruggere quasi tutto, con spettacolari effetti visivi. Si possono spostare veicoli e scagliarli sui nemici o distruggere mattone per mattone le coperture. La gestione della fisica è di competenza della tecnologia Havok.

Nel single player, invece, si gioca in spazi aperti, in città di grandi dimensioni che alterna anche spazi chiusi. La gravità zero, inoltre, può essere sfruttata in maniera ancora più radicale: ad esempio, si può fare in modo che quelli che erano prima muri diventino il pavimento e viceversa. Cambia così radicalmente la prospettiva del combattimento, e si possono uccidere gli avversari in maniera creativa impiegando una certa dose di tattica.

Ridge Racer Unbounded
software house: Bugbear Entertainment
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360, DS
data di pubblicazione: 2012

È un gioco molto diverso dalla tradizione della serie perché introduce la componente open-ended free roaming, il che lo rende simile per certi versi a Burnout Paradise. Lo sviluppatore ha pensato a uno scenario urbano dinamico quasi interamente distruttibile. Ridge Racer Unbounded è ambientato in una città di finzione, chiamata Shatter Bay, ispirata da Chicago e da New York.

L'esplorazione viene ricompensata, così come realizzare sbandate e altre evoluzioni con la macchina. Il modello di guida, come tradizione per la serie, è fortemente stilizzato e pensantemente basato sulla sbandata. La macchina sostanzialmente derapa ogni volta che si affronta una curva. Nonostante questo, il modello di guida ci è parso leggermente più realistico, soprattutto perché rende in maniera migliore la sensazione di potenza dei bolidi che ci si ritrova a guidare. Derapando, inoltre, si ottengono punti che aumentano il potere distruttivo.

Più potere distruttivo si ha e maggiore distruzione si provoca negli scenari e sulle macchine avversarie. Si possono abbattere muri, distruggere statue, fare esplodere strutture sensibili. Il livello di spettacolarità è molto alto, e il motore fisico ben disegnato e valido visto che praticamente tutti gli oggetti presenti negli scenari possono essere distrutti. Tutto questo genera una sensazione di grande potenzia, visto che si può sostanzialmente travolgere qualsiasi cosa.

Anche le altre vetture causano distruzione. Inoltre, succedono eventi di grandi dimensioni durante la corsa che distruggono ulteriormente lo scenario, come accade in Split/Second. Si fa ampio uso della tecnologia Scaleform, che stampa su schermo informazioni sul numero del giro a cui si è arrivati e la posizione corrente.

Ridge Racer Unbounded è un'esperienza di gioco esclusivamente single player. Lo sviluppatore ha inteso escludere il multiplayer in modo da creare un'esperienza principalmente estremamente accessibile.

Soul Calibur V
software house: Interno
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360, DS
data di pubblicazione: 2012

Promette di essere uno dei picchiaduro più validi della prossima stagione videoludica. Lo sviluppatore ha infatti creato un nuovo motore grafico che consente di avere un'esperienza visiva del tutto inedita per la serie e un maggiore livello di personalizzazione. Ci sarà inoltre una nuova storia per ognuno dei personaggi, e per la prima volta nella serie due personaggi si incontrano nelle rispettive storie.

Il motore grafico, sviluppato appositamente per Soul Calibur V, consente la gestione avanzata dei vestiti, nuove animazioni, ombre di tipo shadow, illuminazioni dinamiche, depth of field e l'utilizzo di nuovi tipi di shader. Diverse fonti di illuminazione, inoltre, determinate ad esempio dalle armi magiche, illuminano in maniera differente i personaggi. Si combatte su ring in tre dimensioni, mentre lo sfondo scorre dietro ai due personaggi coinvolti.

Anche le meccaniche di gioco sono state riviste, con personaggi più reattivi e veloci, in modo da rendere ogni singolo momento più critico e intenso. Namco Bandai parlerà in maniera approfondita della personalizzazione in un secondo momento, per il momento si limita a dire che riguarderà praticamente ogni aspetto dei personaggi, con ripercussioni su loro aspetto estetico e l'abbigliamento.

Nella demo E3 si poteva giocare con quattro personaggi, Mitsurugi, Phyrra, Patroclus e Siegfrid, all'interno di due scenari, nave e camera della tortura. Si è parlato anche di nuovi equilibri di gioco e di modalità online migliorata.

 
^