E3 2011: i giochi presentati

E3 2011: i giochi presentati

Il report contiene tutte le informazioni rivelate all'E3 e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Electronic Arts 1

Battlefield 3
software house: Digital Illusions Creative Entertainment
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 28 ottobre 2011

Nel booth di Electronic Arts all'E3 era presente la versione PC di Battlefield 3, precisamente con la modalità multiplayer Rush. È stato possibile giocare nella mappa di Parigi in un match con 32 personaggi, di cui sei controllati dai giocatori presenti alla sessione di gioco e gli altri affidati all'intelligenza artificiale.

Il primo impatto con Battlefield 3 è notevole perché si ha una nuova percezione della profondità dello scenario e della distanza visibile. Frostbite 2 si conferma uno strumento potentissimo, migliorando il motore grafico di Battlefield Bad Company 2 da ogni punto di vista. Abbiamo chiesto agli sviluppatori di DICE su quale configurazione il gioco girasse, ma non hanno saputo (o voluto?) dircelo, limitandosi a dire che si trattava di una configurazione di alto livello. Il gioco comunque girava a un frame rate molto elevato, nettamente superiore ai 30 frame per secondo.

Si nota immediatamente un diverso tipo di interazione tra il personaggio e gli scenari rispetto a Bad Company 2. Il modello poligonale tocca gli ostacoli quando salta su di essi e si protegge quando è a terra allungando la mano. Quando feriti, si rimane a terra per qualche secondo in attesa del medico. Una volta curati, premendo il tasto del salto si ritorna operativi.

Rush ha un meccanismo simile a quello visto in Bad Company 2: chi attacca inizia da fuori Parigi, scorgendo un grandioso skyline della capitale francese in cui non può mancare la Tour Eiffel, e man mano che procede nel raggiungimento degli obiettivi si avvicina al centro della città. Le ultime battute di gioco sono proprio nel centro storico.

Rush è un'esperienza decisamente più emozionale e continua che in Bad Company 2. Lo scenario consente una maggiore immedesimazione, come se si fosse nel single player. Inoltre, l'alternanza tra spazi angusti ed enormi spazi aperti rende questa modalità ancora più tattica. Lo sviluppatore ci ha detto che il limite in questa mappa è di 32 giocatori per esigenze di meccaniche di gioco, mentre per le altre mappe, come noto, sarà di 64. Tutte le modalità di gioco saranno giocabili in ciascuna delle mappe, ma ancora DICE non svela il numero di mappe presenti nella versione definitiva del gioco.

Si ha, inoltre, la sensazione che anche in single player sia una sorta di Rush modificato. Anche in quel caso si procede lungo una mappa e si risolvono via via gli obiettivi, con eventi di grandi dimensioni che si verificano man mano che si accede a una parte successiva della mappa. L'intelligenza artifciale sembra convincente, offrendo un buon livello di sfida senza barare.

Il multiplayer di Battlefield 3, come da tradizione, è basato sulle classi, che saranno quattro. I medici possono distribuire kit energetici e rimettere in vita i compagni. I tecnici, invece, sono in grado di riparare i veicoli e sono dotati di torce per illuminare negli spazi bui. Il soldato può appoggiare l'M249 sul terreno, cosa che gli consente di avere più stabilita ed è in grado di distribuire le munizioni. Infine, il cecchino è la classe camper per eccellenza, ed è in grado di trattenere il respiro per avere maggiore stabilità nella mira.

Si possono cambiare i loadout prima dell'inizio del match e guadagnando esperienza si possono ottenere oggetti speciali come flashlight e lanciagranate. I veicoli ricoprono un ruolo fondamentale: il giocatore può cambiare posto all'interno di essi raggiungendo così armi diverse. Inoltre, si danneggiano realisticamente nel punto in cui vengono colpiti, cosa che impedisce di continuare a usare alcune funzioni mentre altre, magari, restano attive. Ci sono ovviamente le dog tags, che evidenziano il modo di giocare di ciascuno e ci si può disporre in posizione prona.

Nella conferenza pre-E3 di Electronic Arts, DICE ha mostrato una mappa del single player in cui su un enorme campo di battaglia si affrontavano dei carroarmati. DICE sostiene di avere scelto quella mappa perché vuole dare la sensazione di conflitto su larga scala e per confermare che il combattimento tra veicoli è elemento chiave del gameplay.

Come Call of Duty, anche Battlefield 3 avrà il suo servizio online, chiamato Battlelog, in cui si potranno leggere le statistiche, fare confronti con le prestazioni di altri giocatori, trovare tornei e interagire. Si potrà usare tramite PC, tramite l'interfaccia di gioco ma anche con gli smartphone dotati di sistema operativo Android o iOS. Battlelog sarà completamente gratuito.

Insomma, quando esci dalla presentazione, non puoi che pensare: 'questo non è un gioco normale!'

Kingdoms of Amalur Reckoning
software house: 38 Studios, Big Huge Games
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: Q1 2012

Questo gioco di ruolo è sviluppato da 38 Games e Big Huge Games sotto la direzione di Ken Rolston, ovvero il lead designer di The Elder Scrolls III Morrowind e di The Elder Scrolls IV Oblivion. È un progetto molto grande e ambizioso, rivolto agli appassionati di giochi di ruolo di grandi dimensioni. All'E3 era presente una nuova demo non giocabile di Kingdoms of Amalur Reckoning, epopea ambientata nel mondo creato da R.A. Salvatore.

La demo era ambientata in un dungeon e mostrava una parte delle circa 60 abilità che ci saranno nella versione definitiva del gioco. A seconda delle magie e dei potenziamenti che si sbloccheranno nel corso del gioco, si imboccherà una specifica strada del Destino, che potrà riguardare un preciso stile di gioco o essere ibrido.

Il sistema di combattimento è piuttosto frenetico, mentre la modalità Reckoning si attiva al riempimento di una barra e produce il rallentamento dei nemici, oltre ad aumentare la quantità di esperienza acquisita per ogni uccisione fatta.

 
^