Duke Nukem Forever: l'attesa più lunga volge al termine

Duke Nukem Forever: l'attesa più lunga volge al termine

Il gioco più atteso di tutti i tempi finalmente sta per materializzarsi. 2K Games e Gearbox Software hanno organizzato un grosso evento di presentazione a Milano per l'ormai imminente lancio, 10 giugno. Abbiamo provato qualche livello di gioco, ed ecco le prime considerazioni.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
2K Games
 

Ode al Duca!

Duke Nukem ha conquistato il mondo. Succede alla fine del precedente capitolo, Duke Nukem 3D, che come tutti sanno risale addirittura al 1995. Il duca era l'unica persona in grado di salvare il mondo e arrestare l'invasione di una irrispettosa e cinica razza aliena. C'è riuscito grazie al suo ego: il suo sentirsi speciale, migliore di tutti gli altri, infatti gli consente di avere la forza per superare qualsiasi ostacolo.

La notorietà ha consentito al Duca di conquistare letteralmente il mondo. Dai fatti di Duke Nukem 3D sono passati dieci anni e il Duca è un uomo ricchissimo, pieno di donne, vive in un attico meraviglioso, ha macchine stupende, potere, e tutto quello che un uomo possa desiderare. Gli manca solamente una cosa, però, ovvero un videogioco che commemori le sue gesta. A causa dei lunghi tempi di sviluppo, infatti, quel gioco non si è mai concretizzato.

[HWUVIDEO="923"]Duke Nukem Forever: evento di presentazione[/HWUVIDEO]

Nella prima sequenza cinematografica di Duke Nukem Forever, finalmente, troviamo il Duca giocare con il suo gioco, ovviamente attorniato da due belle fanciulle. Mentre esprime tutto il suo compiacimento per la situazione e per la qualità del gioco, arriva la notizia: gli alieni sono tornati! Hanno convinto il presidente degli Stati Uniti che la loro è un'invasione pacifica, ma ovviamente i loro piani in realtà sono molto più brutali e, come al solito, prevedono di conquistare il mondo, strappandolo dalle mani del Duca.

Il loro primo obiettivo è, quindi, proprio l'uccisione del Duca. Gli alieni sanno, infatti, che fino a quando c'è in giro il biondo anti-eroe non potranno portare a compimento il loro piano. I livelli di gioco di Duke Nukem Forever, come quelli del precedente episodio del resto, mostrano i segni evidenti dell'invasione aliena, con edifici sconquassati e spore aliene dappertutto. Gli alieni rapiscono le donne per riprodursi sulla Terra e fanno stranissimi innesti genetici con i maiali, creando una nuova specie a metà strada tra alieno e maiale. Chi ricorda Duke Nukem 3D, avrà capito che la fisionomia degli avversari che ci troveremo ad affrontare in Duke Nukem Forever rimane invariata rispetto al precedente capitolo.

In realtà, più che un gioco completamente nuovo che recepisce le meccaniche di gameplay moderne, Duke Nukem Forever è una sorta di remake del suo predecessore. Innanzitutto, mantiene l'aria dissacarante del gioco che l'ha preceduto, con volgarità e contenuti al limite che sono letteralmente disseminati nel corso del gioco, accompagnando il giocatore praticamente in ogni momento della campagna single player. C'è poi una certa atmosfera surreale con toni grotteschi, visto che molti avvenimenti, anche quelli che riguardano gli alieni, sono assolutamente assurdi, e in molti casi riescono a strappare una risata.

Il gameplay, come vedremo, è inoltre ben ancorato alla tradizione: niente coperture e pochissima tattica, pochi aiuti al giocatore che deve capire da solo dove andare e come procedere nei vari livelli, meccaniche da shooter ridotte all'osso. Bisogna, infatti, semplicemente sparare e schivare i colpi del nemico, esattamente come succedeva in Duke Nukem 3D. Un'impostazione che piacerà a chi ama gli fps più vecchi, come Serious Sam per intenderci.

 
^