inFamous 2: distruzione secondo Sucker Punch

inFamous 2: distruzione secondo Sucker Punch

inFamous, uscito lo scorso anno come esclusiva per PS3, è stato un successo inaspettato. Sony e Sucker Punch ammettono anche oggi che il gioco non era altro che un divertissement, su cui nessuno aveva puntato forte. Tanto è vero che non erano stati nemmeno effettuati rilevanti investimenti pubblicitari. Critica e soprattutto pubblico, però, avevano premiato le fatiche di Sucker Punch, decretandone il successo.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
Sony
 

New Marais

La nuova 'arena di gioco' offertaci da Sucker Punch si rivela, giá a una prima occhiata, ispiratissima.

Come presto apprenderemo, questo clone di New Orleans è praticamente divenuto un'entità indipendente, rispetto alla Nazione. Qui, infatti, è la milizia di Josh Bertrand III a farla da padrone. La città, si scoprirà, è dove fu originalmente concepita la Ray Sphere, e tutti gli 'effetti collaterali' causati da questo oggetto sono ben visibili: buona parte della popolazione, infatti, presenta orribili mutazioni (simili agli effetti dell'epidemia scoppiata a Empire City dopo l'attivazione della Ray Sphere). Bertrand, in risposta alla degenerazione della città (e della propria sete di potere), crea una tirannia specificamente orientata all'allontanamento di ogni essere umano dotato di super poteri.

Visivamente, il lavoro svolto da Sucker Punch, è davvero degno di nota: New Marais è ricca, varia e colorata. Le principali caratteristiche di New Orleans ci sono e sono ben fatte: potremo cosí attraversare il quartiere francese, le zone paludose, i fatiscenti sobborghi e la zona allagata. Chiunque abbia anche solo una vaga idea di cosa sia New Orleans, si troverà a proprio agio.

Ma ovviamente non finisce qui: NM è anche un'arena di gioco studiata nei minimi dettagli per essere sfruttata dalle capacità acrobatiche di Cole e dai suoi poteri. Ma anche per ospitare nemici attenti, coriacei e giganteschi. Infatti, come abbiamo potuto vedere, Cole si troverà a fronteggiare ostili alti anche come palazzi. E, come è facile intuire, per mettere in scena scontri di queste proporzioni, servono ambienti adatti.

Super hero in training
"The Beast is coming, and I will be ready". Questo sarà il motto di Cole. E il potenziamento delle sue capacità sarà il perno attorno a cui ruoterà buona parte dell'esperienza di gioco. Credibilmente, il nostro eroe non perderà le capacità possedute nel primo gioco, ma sarà chiamato a svilupparle o ad acquisirne di migliori.

Per quel poco che ci è stato mostrato, possiamo dire che Cole verrá in possesso di poteri straordinari che, combinati tra loro, gli permetteranno di devastare tutto quello che si frapporrà tra lui e i suoi obiettivi. Si potranno ottenere circa 50 alternative, rapidamente ed efficacemente gestibili attraverso i tasti dorsali.

Sucker Punch, poi, ha dichiarato di aver prestato grande attenzione alla mera fisicitá dei combattimenti: i programmatori volevano che l'utente 'sentisse' la forza di Cole. Ecco allora la decisione di favorire gli scontri corpo a corpo, in tutto il corso del gioco. Cole sarà perció armato con un'asta metallica che, brandita come una spada, potrá esaltare i poteri del nostro. L'ispirazione di Sucker Punch è nientemeno che 300 e, per quanto visto, possiamo dire che é stato fatto un lavoro sufficientemente 'cattivo'. Gli scontri sono violentissimi e molto fisici e, combinati alla gestione dei poteri, lasciano davvero una sensazione di potenza unica.

 
^