Lego Ninjago: diventare un maestro dello Spinjitzu

Lego Ninjago: diventare un maestro dello Spinjitzu

Lego torna nel mondo dei videogiochi ma questa volta abbandona la scia dei tie-in e ripropone un marchio interno. Il titolo in questione è Lego Battles: Ninjago, basato appunto sui ‘ninja’ e delle battaglie di ‘spin’, ovvero una linea di giocattoli costituito da personaggi su trottole, abbinati a delle carte che indicano l’equipaggiamento di ciascun eroe.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
 

Tecnicamente e conclusioni

Anche sul piano tecnico non sono molte le cose da dire riguardo al prodotto Lego. Graficamente il gioco si presenta bene senza però spiccare particolarmente. Lo stile è quello cartoonesco che è lecito aspettarsi e ovviamente l’intero mondo del gioco è costituito da mattoncini virtuali. Il pregio maggiore è certamente quello delle scene animate, realizzate benissimo sotto ogni punto di vista, divertenti e gradevoli da vedere.

All’interno del gioco vero e proprio un difetto potrebbe essere quello della distanza ravvicinata della telecamera, che può risultare scomoda considerando che Ninjago è pur sempre uno strategico e che richiede spesso di muovere il cursore per tutta la mappa di gioco. Il tipico pennino del Ds, in questo, risulterebbe particolarmente utile, peccato che l’unico modo di muoversi per vedere la mappa sia attraverso le frecce: lo stylus è riservato solo ai comandi per i personaggi (muoversi, attaccare e così via).

Il sonoro è invece da considerare quasi assente dal gioco: gli omini Lego sono notoriamente muti (è parte del loro fascino), ma anche la colonna sonora non ha approfittato dello spazio riservatole e risulta un po’ scialba.

Conclusioni
Dovete fare un regalo a un fratello o cugino più piccolo? Siete eterni bambini e non riuscite a staccarvi dal ricordo dei mattoncini gialli, nemmeno nel modernissimo mondo dei videogiochi? Lego Battles: Ninjago potrebbe essere il titolo per voi. La sua promessa è quella di farvi passare diverse ore (nemmeno poche, considerando che come di consueto per questi titoli la mole di contenuti non è poi modesta) di totale relax e spensieratezza. Se avete voglia di mettere da parte per un po’ le pretese da videogiocatore esperto e il monocolo da super critico, potreste scoprire che la promessa verrà mantenuta nel migliore dei modi.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^