Age of Empires Online: il World of Warcraft degli rts

Age of Empires Online: il World of Warcraft degli rts

Negli ultimi giorni abbiamo provato intensamente il nuovo MMORTS co-sviluppato da Robot Entertainment e Gas Powered Games non senza qualche piacevole sorpresa. Il nuovo capitolo della popolare serie è basato su mondo persistente e fortemente incentrato sulla personalizzazione e sulla progressione.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
World of Warcraft
 

Il classico rts

Age of Empires Online si basa su meccanismi di gioco rts molto simili a quelli della tradizione della serie. Insomma, chi ha giocato i vecchi classici degli anni '90 può affrontare la componente puramente rts di AoE Online ad occhi chiusi. Ci sono, effettivamente, pochissime novità su questo versante, se non proprio nessuna, e questo a lungo andare potrebbe costituire l'unico vero tallone d'Achille di AoE Online, con un'esperienza di gioco che non si è evoluta nel corso del tempo e che non si evolve man mano che si acquisisce esperienza in-game.

Una volta presa la missione e attivata dalla mappa globale, il sistema carica per qualche istante la mappa di gioco e ci ritroviamo all'interno di un mondo, con mappe purtroppo piuttosto piccole, molto simile a quello dei vecchi Age of Empires. Tutto è basato sulla gestione, sulla raccolta delle risorse e sulla crescita del centro del villaggio, che quando raggiunge le ere avanzate consente la costruzione di edifici e unità competitivi per affrontare il nemico più agguerrito.

Ci sono quattro tipi di risorse: cibo, legno, oro e pietre; e diversi punti della mappa in cui è possibile raccoglierle. Le mappe di AoE Online sono generate randomicamente, quindi la dislocazione delle risorse sulla mappa varia da partita in partita, e questo vale sia per le missioni PvP che per quelle single player. La velocità nella raccolta delle risorse è l'elemento cardine delle partite, regola gli equilibri di gioco ed è il fattore principale nella produzione di differenze tra gli eserciti.

Come abbiamo visto nelle pagine precedenti, infatti, molte abilità attive e passive di AoE Online riguardano l'efficacia nella raccolta delle risorse. Ogni componente dell'insediamento richiede questa o quella risorsa: la fanteria ha spesso bisogno di cibo, gli arcieri di legno, gli insediamenti difensivi di legno e pietre, le catapulte di legno, i preti di oro. Acquisendo le giuste abilità (come nuovi consiglieri) si ottiene uno sconto nei tempi necessari per la raccolta delle risorse.

Ogni fonte di cibo ha una resa differente. Ad esempio raccogliere frutta dai cespugli richiederà ai cittadini molto più tempo che raccogliere carne da una mucca uccisa. Costruire una fattoria vicino al centro del villaggio, ancora, consentirà di ottenere una fornitura veloce e costante nel tempo, oltre che infinita, di cibo. Per velocizzare i tempi, inoltre, il giocatore può costruire dei magazzini vicino alle fonti di risorse, magazzini che poi andranno difesi dagli attacchi del nemico.

Le unità di attacco si dividono principalmente in cinque tipi. La fanteria è molto utile per gli attacchi ravvicinati, in un MMORPG diremmo che sono i tank. L'artigliera è fondamentale per gli attacchi dalla distanza, e consente di sottrarre energie vitali al nemico senza essere attaccata da quest'ultimo. I preti sono gli healer e hanno la classica abilità di AoE di convertire le unità nemiche. Se stanno vicini ad esse per qualche secondo, infatti, li costringeranno a operare dalla nostra parte, e così si possono acquisire cittadini ma anche soldati, oltre che edifici del nemico (sbloccando la relativa abilità).

L'artiglieria è molto importante per distruggere velocemente gli insediamenti del nemico. Ci sono le catapulte e gli arieti, ed entrambi vanno ben difesi perché pochi colpi del nemico li mettono subito fuori combattimento. Infine, ci sono le battaglie navali, con diversi tipi di imbarcazioni, anch'esse espandibili assegnando loro specifici oggetti (carene più resistenti e proiettili più efficaci e precisi), e anch'esse hanno caratteristiche differenti tra di loro.

Il passaggio tra un'era e l'altra, come detto, relativamente al centro del villaggio è indispensabile per ottenere le unità avanzate. Ad esempio, preti e arieti si ottengono solo accedendo alla terza era, che a sua volta è raggiungibile solo con l'adeguato livello di esperienza complessivo. Ci sono poi gli edifici che consentono di applicare upgrade alle armi e all'equipaggiamento delle varie unità. Le case normali, infine, consentono di incrementare il limite del numero di unità che si possono avere contemporaneamente sul campo di battaglia.

 
^