Socom Forze Speciali: chi ha detto che Move non è fatto per sparare?

Socom Forze Speciali: chi ha detto che Move non è fatto per sparare?

Abbiamo assistito alla presentazione italiana di Socom Forze Speciali, che ci consente di dare qualche prima impressione sul nuovo sparatutto tattico di Zipper Interactive che consente di giocare anche con la periferica con sensore di movimento. L'articolo include l'intervista a Travis Steiner, Lead Designer del gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Considerazioni

Socom Forze Speciali è un prodotto indirizzato ai giocatori di vecchia data della serie, ma anche a coloro che vogliono avvicinarsi a uno sparatutto tattico immediato e fortemente basato sulla narrazione. Una delle principali attenzioni dello sviluppatore Zipper Interactive, come detto, ha infatti riguardato la componente cinematografica, con sequenze di narrazione maggiormente affinate che suggeriscono le emozioni dei soldati, oltre che offrire situazioni di alta spettacolarità.

Interessanti anche le introduzioni sul fronte multiplayer, con la nuova componente cooperativa per cinque giocatori, che si preannuncia altamente personalizzabile; e tre nuove modalità per il multiplayer competitivo, tra cui Bomb Squad, in cui bisogna difendere l'artificiere mentre è impegnato a disinnescare le bombe presenti sulla mappa. Zipper Interactive ha inoltre inserito le missioni sotto copertura nella campagna single player, in modo da rendere quest'ultima il più variegata possibile soprattutto sul piano delle meccaniche di gioco.

Un parere positivo va riservato anche al comparto tecnico, visto che la grafica di Socom Forze Speciali è su buoni livelli, grazie alla piattaforma tecnologica proprietaria allestita da Zipper Interactive. I livelli di gioco sono molto densi sul piano poligonale e profondi, presentando degli scenari urbani quasi sempre realistici e godibili. La presenza della fisica non è invece così evidente, visto che pochi oggetti si distruggono, anche se colpiti da fuoco pesante.

L'ottima grafica acquisisce ancora più importanza se si gioca in 3D stereoscopico. La profondità degli scenari consente, infatti, di avere un'esperienza 3D valida e gratificante. Sicuramente il 3D è un modo immediato di fruire questa esperienza di intrattenimento, certamente più immediato di Move per i motivi di cui abbiamo parlato nella pagina precedente.

Dunque, ci sentiamo di dire che il nuovo gioco di Zipper Interactive ha tutte le carte in regola per soddisfare nuovamente i fan della serie, promettendo grande longevità soprattutto grazie al multiplayer. Sulla campagna single player, invece, può esserci qualche dubbio sul fronte della varietà. Lo sviluppatore ha inserito le missioni sotto copertura, le cui meccaniche di gioco sono da valutare con calma, ma che sa proprio di espediente per risolvere il punto critico della varietà. Inoltre, il nuovo capitolo di Socom difficilmente proporrà degli spunti realmente originali per il genere a cui appartiene.

Socom Forze Speciali uscirà il 20 aprile solo nel formato PlayStation 3.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Romaxxxxx17 Aprile 2011, 15:53 #1
Comprerò il gioco all'uscita. Con il Wiimote non si poteva giocare a questo genere di giochi, preferivo di gran lunga il Pad di PS3 e ancor di più il Pad di Xbox360. Ma questo Move è veramente ben fatto ed è preciso abbastanza da poter sostituire il Pad. Non è che desidero una sostituzione radicale, come ha fatto Nintendo su Wii, ma sono felice di poterlo affiancare al pad. Usando il move con il guscio a forma di fucile, da una sensazione di simulazione, tipica dei Coin-Op dei bei tempi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^