Demoni in chiave co-op con Hunted

Demoni in chiave co-op con Hunted

Abbiamo provato per circa un'ora e mezza una versione in avanzata fase di sviluppo di Hunted La Nascita del Demone, la nuova avventura co-op prodotta da Bethesda e sviluppata da inXile Entertainment. Ecco qualche prima considerazione.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Collaborazione

Dicevamo degli enigmi. Durante la prova di un'ora e mezza che abbiamo avuto modo di fare all'evento di presentazione del gioco a Londra, capitava di imbattersi in passaggi bloccati da particolari meccanismi. Ad esempio, occorreva accendere delle torce per aprire il passaggio segreto. Per farlo, bisognava andare con E'lara verso una fonte di fuoco, bruciare la punta della freccia del suo arco e sparare la freccia sulla torcia per sbloccare il passaggio. Con Caddoc, invece, si può spingere contro i muri fragili e aprire così nuovi passaggi.

Nei livelli di gioco ci sono obiettivi secondari da portare a compimento, che possono prevedere di collezionare pietre o cristalli. Si possono poi dare ordini al partner, nel caso di gioco in solitaria. Ad esempio, con Caddoc si può ordinare ad E'lara di bruciare la punta della freccia e poi scagliarla contro le torce che regolano l'apertura dei meccanismi.

In perfetto stile Dead Space, poi, si può ricorrere al cosiddetto "spirit guide", che visualizza il percorso da compiere. Una volta attivata la guida, partono due linee dal personaggio impersonato, una dirige al prossimo obiettivo, l'altra al partner. I livelli di gioco di Hunted possono essere anche molto complessi, con una serie di corridoi che si diramano in un punto, e tutto ciò richiede in alcuni casi l'aiuto della guida spirituale.

C'è illuminazione in tempo reale sulla spada e sull'armatura e il motore può gestire tanti modelli poligonali contemporaneamente. Ciò accade soprattutto nelle arene, in cui entrano continuamente scheletri da affrontare. Inoltre, i personaggi si ricoprono di sangue, rendendo piuttosto bene il senso della concitazione della battaglia.

Come detto, si può giocare in co-op attraverso internet, ma anche su rete locale e sullo stesso sistema con split screen.

 
^