DC Universe Online: MMORPG meglio su PC o PS3?

DC Universe Online: MMORPG meglio su PC o PS3?

Recensione comparativa tra versioni PC e PlayStation 3 del nuovo MMORPG di Sony Online Entertainment. A differenza di quasi tutti i suoi concorrenti, il modo in cui questo titolo è giocato ricalca fedelmente molti hack'n'slash.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Difetti

Ho scelto di mettere i difetti del titolo Sony a parte perché, in tutta onestà, non sono poi molti. La prima cosa a cui abbiamo già accennato è, in generale, l'interfaccia di gioco, scomoda su ambedue le piattaforme.

La chat di gioco in particolare è veramente pensata male e sui forum ufficiali sono ormai numerosissime le richieste di cambiarla radicalmente. Sia sulla versione pc che su quella Ps3 sono poi presenti una serie di bug, come tipico per un mmorpg appena rilasciato, ma va detto che la maggior parte di questi bug non sono 'gamebreaking', e risultano tutt'al più fastiodiosi. Alcuni problemi di bilanciamento delle classi, ovviamente, sono presenti e si presume che verranno risolti nelle prossime patch.

Il problema più grave di Dc Universe, comunque, è al momento legato alla sua longevità. Per quanto la Sony abbia dimostrato grande bravura nel presentare finalmente al pubblico un mmorpg già pronto e “finito” alla release, molti giocatori hanno la sensazione che non ci sia abbastanza carne al fuoco per giustificare il rinnovo dell'abbonamento al termine del mese gratuito. Questo punto è particolarmente delicato da trattare: è vero che, a differenza di tanti predecessori, Dc Universe Online brucia le tappe facendo arrivare i giocatori al cap dei livelli nel giro di pochi giorni. E' anche vero che, come è comune nei mmorpg, una volta arrivati al cap dei livelli tutto comincia ad avere una sensazione di “già visto”.

Va però fatto notare che le offerte di questo titolo sul piano del divertimento non sono poche, consegnando già una lunga serie di arene per il pvp e vari tipi di istanze da fare. L'elevato grado di personalizzazione dei personaggi, tra poteri, armi e mentori, garantisce inoltre un'altissima rigiocabilità: un eroe con potere fuoco, armato di doppie pistole e con mentore Superman è ben diverso da uno stregone armato di arco con Circe come mentore. Insomma per una volta che un mmorpg viene distribuito senza grosse lacune, ma anzi con una vasta offerta di gioco, non è poi sbagliato voler dar fiducia agli sviluppatori e aspettare che con le varie patch si sistemino i bug e si aggiungano nuovi contenuti.

Infine, c'è un commento un po' più soggettivo da fare riguardo a Dc Universe Online, e riguarda il suo stato di “mmorpg”. Questo titolo, in un modo un po' complicato da spiegare, che deriva in parte ma non del tutto dal suo approccio action al gameplay, è un po' distante dal concetto di mmorpg così come ormai siamo abituati a intenderlo. Per molti versi sembra più una sorta di maxi gioco d'azione online, con una componente cooperativa e una competitiva. L'aspetto “sociale” è un po' carente, forse perché il mondo di gioco non è poi così vasto, forse perché mancano luoghi di aggregazione dedicati (eroi e villain dispongono di un quartier generale a testa, ma si tratta di luoghi più utili a scopi personali di ciascun giocatore che a 'città' vive e popolate). Forse perché mancano alcuni elementi, di cui per altro non si sente la necessità, come un sistema di crafting, di lavoro e così via. Nulla di tutto questo è, di per sé, un difetto: ma è qualcosa di cui tener conto, per evitare di sentirsi un po' spaesati nel corso del gioco, abituati come siamo a forme di mmorpg scolpite nella pietra.

 
^