DC Universe Online: MMORPG meglio su PC o PS3?

DC Universe Online: MMORPG meglio su PC o PS3?

Recensione comparativa tra versioni PC e PlayStation 3 del nuovo MMORPG di Sony Online Entertainment. A differenza di quasi tutti i suoi concorrenti, il modo in cui questo titolo è giocato ricalca fedelmente molti hack'n'slash.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Ciak...azione!

La prima cosa che colpisce in questo Dc Universe Online è la grande originalità nelle basi di gameplay, almeno considerando il genere a cui il gioco appartiene. Dc Uo, infatti, è sì un mmorpg ma è anche soprattutto un action game.

A differenza di quasi tutti i suoi concorrenti, il modo in cui questo titolo è giocato ricalca fedelmente molti hack'n'slash che avrete giocato, specialmente su console. Certo non ha la profondità tecnica di un Ninja Gaiden, ma scordatevi la lentezza e i combattimenti statici che caratterizzano quasi tutti i concorrenti sulla scena degli online rpg. In Dc Uo i personaggi corrono, saltano, volano, si arrampicano sui palazzi facendo acrobazie o corrono in verticale grazie alla super velocità. I combattimenti si fanno a suon di combo, parate e schivate. Per rendere un'idea della diversità radicale rispetto a tanti altri titoli di questo genere, basti pensare che in Dc Universe non si usa il puntatore del mouse a schermo, nel senso che il mouse serve solo per ruotare la telecamera, ma non esiste un puntatore con cui clickare su icone, sulle skill, nemmeno per cliccare sugli altri personaggi e scegliere così il proprio bersaglio. Tutto, ripeto, è gestito proprio come in un normale action game.

La seconda novità, per la verità mutuata da un altro gioco, è data dal sistema di skill. Niente più barre su barre di icone con decine e decine di talenti e poteri tra cui scegliere: come accadeva nel primo Guild Wars, in ogni momento i personaggi possono avere solo un numero limitato di abilità in barra, impostandele preventivamente e in qualunque momento a patto di non essere in combattimento.

Come succedeva in Guild Wars, la necessità di preimpostare i propri poteri significa che i giocatori dovranno porre particolare attenzione nella scelta, decidendo con cautela quali abilità portarsi dietro e quali no. Questa limitazione, che fa storcere il naso a molti giocatori, è probabilmente stata dettata anche dalle esigenze del multipiattaforma (difficile, se non impossibile, gestire molte skill contemporaneamente con un joypad su Playstation 3), ma risulta comunque una meccanica efficace e originale rispetto al solito, essendo sufficiente farci l'abitudine.

Persino il sistema di movimento, come accennavamo prima, è del tutto originale: all'atto della creazione del proprio personaggio si può scegliere tra tre tipologie di movimento, ovvero volo, acrobazia o super-velocità. E' esattamente come sembra: fin dal primo istante di vita, ogni personaggio può avere la possibilità di volare, così come può invece avere capacità acrobatiche straordinarie (il sistema in questo caso è molto reminiscente di Prototype, con la possibilità di arrampicarsi e aggrapparsi a qualunque superficie, planando anche nel cielo per spostarsi comodamente tra luoghi sopraelevati) o correre talmente veloce da sfidare la forza di gravità.

 
^