Extravasplosion Pack: si torna a giocare Borderlands

Extravasplosion Pack: si torna a giocare Borderlands

L’Extravasplosion Pack contiene tutti gli add-on usciti fino ad ora per ampliare il mondo di Pandora. Per questo prodotto non c'è valutazione sintetica perché riserviamo le votazioni solo per quei prodotti che hanno una componente artistica ed emozionale inedita, e i DLC sono spesso delle mere aggiunte che non espandono da quei punti di vista l'esperienza originale.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
 

Mad Moxxi’s Underdome Riot

Se l’isola del Dr Ned era stata acclamata alla sua release per contenuti e varietà, Mad Moxxi ha invece forse la palma di peggior Dlc della serie. Cos’ha che non va? Il problema è semplicemente che questo secondo addon aggiunge molto poco all’esperienza di gioco, trattandosi in pratica di una nuova arena a cui partecipare per affrontare scontri su scontri contro gli Npc. Non c’è alcuna storyline da seguire, nessuna missione secondaria, addirittura non si fanno punti esperienza e non si guadagnano nuovi livelli o skill (ci sono però buone armi su cui mettere le mani al termine dei round).

Il tutto rappresenta un notevole passo indietro per il marchio Borderlands, dato che il gioco base e la prima espansione puntavano molto, forse anche più di quanto gli sviluppatori intendessero, su una trama semplice ma affascinante, sulle battute, l’ironia, i dialoghi. In Mad Moxxi non c’è niente di tutto questo, e la ripetitività degli scontri nelle arene rende questo Dlc il più debole dei quattro, probabilmente quello a cui dedicherete meno tempo. Il lato positivo è che pur non avendo di per sé una grande durata, la notevole difficoltà garantisce un livello di sfida piuttosto elevato, sempre che la noia non sopraggiunga troppo in fretta.

The Secret Armory of General Knoxx
Secret Armory è il Dlc più sostanzioso e vasto di tutto il pack. A differenza dei precedenti, non solo alza il cap dei livelli dei personaggi a 61, ma prosegue direttamente la storia di Borderlands là dov’era finita, con la scoperta del Vault e dei suoi segreti. In questa nuova espansione, i protagonisti si troveranno a fare i conti con le conseguenze delle loro azioni relative proprio al finale del gioco: la Atlas Corporation, e il loro gruppo di mercenari Crimson Lance, sono molto, molto arrabbiati.

Questo significa, tra l’altro, che a differenza di Zombie Island il livello per accedere comodamente in questa espansione è fisso e non più dinamico: ci si aspetta, in sostanza, che il giocatore proceda a Secret Armory immediatamente dopo la fine di Borderlands (non è importante dopo quanti playthrough). Secret Armory introduce nuove armi, nuove quest, nuove zone e nuovi Npc, ma ripesca anche dal passato, riportando alla luce alcuni dei personaggi principali del gioco base (Scooter in particolare).

Rispetto ai Dlc precedenti, inoltre, Secret Armory riporta in scena anche l’uso dei veicoli come accadeva in Borderlands, e aggiunge finalmente un nuovo mezzo che può trasportare fino a quattro persone, evitando così di dover prendere due macchine nelle partite a quattro. Inutile dire che ci sono moltissime nuove armi da trovare, e moltissimi nuovi nemici, sia creati da zero sia rivisitazioni di vecchi avversari (come i nani che questa volta cavalcano i fastidiosissimi e onnipresenti skagg). Se siete abbastanza bravi o fortunati potrete anche cimentarvi nella sfida contro Crawmerax, ovvero il “boss finale segreto” reputato il boss più difficile dell’intero gioco…

 
^