Mafia Wars: cosa c'è dietro successo social game Zynga

Mafia Wars: cosa c'è dietro successo social game Zynga

Perché i giochi su Facebook di Zynga sono così apprezzati e giocati? Analizziamo il fenomeno partendo dalle origini di Zynga ed esaminando la struttura di gioco di Mafia Wars. Quali elementi c'erano già in passato e quali sono i fattori che hanno consentito a Mafia Wars di avere un pubblico di giocatori così ampio? L'articolo include l'intervista a Scott Koenigsberg, General Manager di Zynga.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Intervista

Resoconto dell'intervista con Scott Koenigsberg, General Manager, Mafia Wars, Zynga.

Gamemag: Come descriversti Mafia Wars?

Scott Koenigsberg: Mafia Wars permette ai giocatori di provare l'emozione di costruire un impero criminale su scala globale e di convividerlo con gli amici. Si parte da New York e si viaggia in altre location sparse nel mondo, come Cuba, Mosca, Bangkok, Italia e Las Vegas. Mentre il fulcro del gioco riguarda la creazione di un impero globale criminale e interagire con i vari aspetti del mondo della mafia, Mafia Wars può anche essere descritto come la più grande e divertente lotta tra gang del mondo.

Gamemag: Quanti giocatori di Mafia Wars ci sono al mondo? E in Italia?

Scott Koenigsberg: Mafia Wars ha circa 20 milioni di giocatori attivi in tutto il mondo ogni mese. Circa l'1,2% di questi giocatori provengono dall'Italia.

Gamemag: Quali sono i principali fattori che hanno consentito a Mafia Wars di avere un pubblico di giocatori così ampio?

Scott Koenigsberg: Quello che ha consentito a Mafia Wars di ottenere un successo così grande è stato l'aggiungere un elemento sociale a un gioco di gestione e rendere l'intera esperienza un vero gioco sociale. Si è formato un ampio, dedicato e appassionato pubblico grazie ai contenuti coinvolgenti di Mafia Wars e a una storia forte, che pone al centro dell'esperienza le interazioni con gli amici. I giocatori hanno successo in Mafia Wars solo se lavorano a stretto contatto con gli amici, e lo possono fare inviando regali, aiutandoli nei combattimenti, completando insieme le missioni, e lavorando insieme per raggiungere l'obiettivo di essere più potenti. Mafia Wars è certamente uno dei giochi più profondi e complessi di Zynga, non solo per la sua longevità ma anche perché consente di fare sfide uno contro uno, per le centinaia di oggetti che sono state inserite e per le sette location presenti. Il gioco è ormai uscito due anni e mezzo fa, ma è ancora forte perché ci sono nuovi elementi e diverse innovazioni. Dal punto di vista del PvP, la nostra sfida è mantenere il gioco equilibrato in modo che tutti abbiano le stesse possibilità. Mantenere questi equilibri è fondamentale per il nostro successo. Mafia Wars ha un senso anche emozionale rispetto agli altri giochi di Zynga perché crea una personalità individuale per il giocatore. Molti dei nostri giocatori più assidui giocano sei o sette volte alla settimana e lo fanno ormai da anni. Inoltre, avere amici nel gioco è molto importante per ottenere successo. Questo ha comportato la creazione di grandi gruppi sociali attorno al gioco, che usano Mafia Wars come espediente per riunirsi. Questi gruppi, o "clan", sono uno dei fattori chiave di differenziazione per Mafia Wars.

Gamemag: Mafia Wars ha caratteristiche che i tradizionali videogiochi gestionali per PC hanno già da diversi anni. Cosa offre in più Mafia Wars rispetto ai quei giochi? Quanto è importante la piattaforma Facebook?

Scott Koenigsberg: L'obiettivo principale di Zynga è di creare delle connessioni sociali tra i suoi giocatori. Vogliamo trovarci nei posti in cui la gente si ritrova per giocare e Facebook ci ha consentito di avere una grande piattaforma per connettere le persone e fornire loro un tipo di intrattenimento divertente.

Gamemag: Qual è l'elemento di Mafia Wars che preferisci maggiormente?

Scott Koenigsberg: Il sistema centrale delle quest è molto divertente. Ti fa sentire come se stessi costruendo un impero criminale e di farlo con l'aiuto di NPC. Poi si possono ottenere dei premi lungo questo percorso e fare dei progressi man mano che si procede. Gli NPC contribuiscono a rendere la storia ricca, rendendo ogni click denso di significato. Inoltre, le immagini di Mafia Wars sono sorprendenti: la maggior parte di esse sono clickabili ed espandibili, in modo da guardarle nei dettagli. I testi associati a ciascun immagine sono altresì interessanti e forniscono un contesto al gameplay. Mafia Wars ha letteralmente migliaia di opere d'arte.

Gamemag: I giocatori di Mafia Wars hanno la possibilità di comprare item in-game o di migliorare la propria famiglia spendendo soldi reali. È possibile rimanere competivi anche senza spendere o alla lunga spendere è fondamentale?

Scott Koenigsberg: I giocatori possono sicuramente essere competitivi e divertirsi senza spendere denaro. Con l'aiuto degli amici, si può ottenere il successo. Pagare può aiutare ma non garantisce il successo.

Gamemag: Pensi che i giochi Zynga come Mafia Wars siano destinati a rimanere su Facebook o magari in futuro sarà possibile vederli su altri formati?

Scott Koenigsberg: Facebook è un social network di enormi dimensioni ed è essenziale per i nostri giochi. Abbiamo un ottimo rapporto con loro.

Gamemag: Il mercato dei giochi PC tradizionali è in flessione. Pensi che i giochi per Facebook potranno dare nuova linfa vitale al mondo del gaming su PC?

Scott Koenigsberg: Zynga intende continuare a connettere le persone attraverso i propri giochi. Ci troveremo sempre nel posto in cui i giocatori si aspettano di trovarci.

Gamemag: Quali sono i futuri piani di Zynga? Puoi svelarci qualcosa sul gioco che seguirà CityVille?

Scott Koenigsberg: Ci saranno diversi giochi in differenti aree di interesse e ogni gioco migliorerà gli aspetti maggiormente apprezzati dai giocatori. Miglioriamo i nostri vecchi giochi continuamente man mano che capiamo cosa si aspettano i giocatori e ogni nostro nuovo gioco è costruito in funzione di quanto abbiamo appreso dal passato grazie al confronto continuo che abbiamo con la community di giocatori. Continueremo a consegnare la migliore esperienza di social gaming possibile.
  • Articoli Correlati
  • Giochi su Facebook: perché sono i preferiti dalle ragazze Giochi su Facebook: perché sono i preferiti dalle ragazze Pubblichiamo un articolo di Silvia Mandrioli, italian marketing coordinator di Ankama Games. Silvia terrà su Gamemag una rubrica in cui esprimerà la sua opinione su alcuni temi videoludici filtrandola dalla prospettiva femminile.
35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex11 Febbraio 2011, 17:00 #1
Non so come faccia a divertire un gioco in cui non "giochi".
ClosingTime11 Febbraio 2011, 17:29 #2
Non riuscirò mai a capire questa cosa. Ma davvero c'è così tanta gente che compra valuta virtuale? Questi guadagnano davvero così tanto dalle micro-transazioni? Stiamo parlando di cifre così alte da arrivare a fare paragoni con la EA?
Apocalysse11 Febbraio 2011, 18:01 #3
Stupiti da cosa ? A Ogame / BiteFight e company non ci avete mai giocato ?

E' la stessa cosa, solo che il social network che c'è dietro, riesce a far conoscere il gioco a molte piu persone, se Ogame fosse su Facebook avrebbe avuto molto piu risalto
La Paura11 Febbraio 2011, 18:10 #4
per quanto mi riguarda questi giochi sono un'abberazione. Poi comprare valuta virtuale per avere dei plus in un gioco non sta ne in cielo ne in terra.
Che schifo facebook.....e meno male che io non sono iscritto
atomico8211 Febbraio 2011, 18:10 #5
non capisco come faccia la gente a giocare a sti giochini idioti... e per di + a pagare pure...
Elrim11 Febbraio 2011, 18:35 #6
Originariamente inviato da: ClosingTime
Non riuscirò mai a capire questa cosa. Ma davvero c'è così tanta gente che compra valuta virtuale? Questi guadagnano davvero così tanto dalle micro-transazioni? Stiamo parlando di cifre così alte da arrivare a fare paragoni con la EA?




guarda che non è con le microtransazioni che Zynga ha valore di mercato superiore ad EA, ma è vendendo i vostri dati sensibili a corporazioni e multinazionali. Zynga offre loro roba che nessuna indagine di mercato potrebbe pagare, con informazioni dettagliate e attendibili su chi siete e cosa vi piace. Insomma la gente sta dicendo alle multinazionali cosa venderci e come vendercelo per farcelo comprare. Un'informazione che vale oro, e che la gente sta consegnando di propria spontanea volontà.
Mith8911 Febbraio 2011, 18:37 #7
Ogame e travian sono completamente diversi dai giochi come mafia wars e simili... ogame è moolto più interattivo di cityville, permette di interagire con gli altri giocatori e non solo di scalare la classifica
ClosingTime11 Febbraio 2011, 18:51 #8
Originariamente inviato da: Elrim
guarda che non è con le microtransazioni che Zynga ha valore di mercato superiore ad EA, ma è vendendo i vostri dati sensibili a corporazioni e multinazionali. Zynga offre loro roba che nessuna indagine di mercato potrebbe pagare, con informazioni dettagliate e attendibili su chi siete e cosa vi piace. Insomma la gente sta dicendo alle multinazionali cosa venderci e come vendercelo per farcelo comprare. Un'informazione che vale oro, e che la gente sta consegnando di propria spontanea volontà.


Ok, allora proseguiamo con il tuo ragionamento. Che informazioni può vendere Zynga alle multinazionali? Quali sono queste informazioni che Zynga ricava dal tuo modo di giocare? E perchè sono così utili da essere pagate tanto?
Capisco Facebook stesso, che può consegnare statistiche su informazioni private, "mi piace", ecc... a Zynga cosa resta da vendere di te? Se coltivi più zucche o più fragole?
ld5011 Febbraio 2011, 18:56 #9
ma che divertimento ci trova la gente a cliccare e aspettare tot minuti per la ricarica di energia?
Secondo me non è giocare è roba da maniaci compulsivi...
Alex_Trask11 Febbraio 2011, 18:57 #10
La pazia umana sta seguendo la legge di Moore, raddoppia ogni 18 mesi...... anzi fa' anche meglio

Io non capiasco quelli che giocano a giochi d'azzardo online anche se esiste una remota possibilita' di vincere qualcosa, figurati se capisco quesi che spendono senza avere neanche la possibilita' di vincere qualcosa.

Compra un gioco e gioca, perche il gioco ti deve invitare a spendere soldi?

La gente che casca in queste chiarissime ed elementari trappole non mi fa neanche pena se rimane in mutande.

Cmq tutto quello che è legato a facebook non mi piace per niente. Non è per partito preso tutto quello che è troppo invadente non mi piace.

Se esplode mi fa' solo piacere.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^