Virtua Tennis 4: tennis hardcore con sensori di movimento

Virtua Tennis 4: tennis hardcore con sensori di movimento

In occasione dell'evento di presentazione per l'Italia, abbiamo avuto modo di provare per la prima volta Virtua Tennis 4, nuovo videogioco della conosciutissima serie di giochi di tennis pensato per sfruttare i nuovi sistemi con sensore di movimento. L'articolo comprende intervista a Mie Kumagai, prima donna a capo di uno studio di sviluppo di videogiochi.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Il vecchio Virtua Tennis

Virtua Tennis 4, inoltre, ha una modalità di gioco con caratteristiche simili a quelle dei predecessori, delle quali costituisce un'evoluzione. C'è quindi la modalità carriera, il cosiddetto World Tour, in cui è possibile creare un atleta personalizzato e migliorare le sue abilità con il raggiungimento di risultati nei vari tornei mondiali. C'è anche la modalità multiplayer, in cui è possibile sfidare altri giocatori via internet, ricercati da un avanzato sistema di matchmaking che consente di giocare contro utenti con lo stesso livello di esperienza.

La nuova modalità World Tour è progettata per incoraggiare i giocatori a rigiocarla più volte. Infatti rispetto al passato ogni decisione, sia sul campo che fuori, influenzerà la crescita e lo sviluppo del proprio tennista, rendendo questa modalità sempre differente e molto varia. Inizialmente si può creare il personaggio personalizzato impostando nome, sesso, nazionalità, fisico, faccia, capelli. Si può personalizzare il volto agendo sugli shader che formano le increspature della pelle, proprio come succede in un classico gioco di ruolo.

Si possono impostare anche lo stile del servizio, della risposta, e lo stile di gioco generale. Poi, una volta sulla mappa di gioco, si può decidere a quale torneo partecipare, il cui accesso è bloccato se non si ha il sufficiente posizionamento nel ranking internazionale. Sulla mappa si trovano anche l'ufficio di amministrazione, si può svolgere un lavoro da testimonial o donare soldi in beneficenza. A seconda di queste scelte, dunque, si crea una reputazione per il proprio giocatore e ci sono effetti sulla sua popolarità.

Ci sono poi gli allenamenti, più o meno originali a seconda del loro scopo. In uno di questi, ad esempio, si alzano dei muri sopra la rete e bisogna colpirli nel momento giusto per ottenere punti. Insomma, un po' l'impostazione classica degli allenamenti di Virtua Tennis, pensati da una parte per migliorare la propria resa sul campo di gioco, ma anche per essere immediati e per divertire anche in questa fase il giocatore. Alcuni di questi allenamenti sono dei party game, perché possono essere affrontati con gli amici.

C'è poi la gestione delle abilità del giocatore, attraverso un ticket system. Si possono, infatti, ottenere delle abilità adempiendo particolari obiettivi attraverso l'allenamento. Acquisire nuovi colpi può dunque essere fondamentale perché si può variare il proprio stile di gioco nelle partite. Sulla mappa ci sono dei punti per riposarsi, in modo da avere le energie per affrontare il torneo successivo, e per migliorare la condizione.

Accennavamo prima al gioco online. Il sistema che sta alla base di Virtua Tennis 4 è stato completamente ridisegnato rispetto al passato, ed è adesso pensato per sfruttare le funzioni delle console di nuova generazione. È un sistema intelligente perché crea delle partite in base al livello di esperienza dei giocatori. Ci sono le classifiche e i match classificati, la chat e la possibilità di controllare i progressi. Inoltre, mentre si aspetta nella lobby si può giocare contro l'intelligenza artificiale, in modo da non avere tempi morti. Il sistema degli abbinamenti per le partite multiplayer online è costruito sulla tecnologia sviluppata per Virtua Fighter 5.

SEGA AM3 ha pensato anche a un club per i giocatori occasionali: il clubhouse quindi garantirà un'esperienza multiplayer varia e divertente per i giocatori meno esperti.

 
^