Shogun 2 Total War: stato lavori da Creative Assembly

Shogun 2 Total War: stato lavori da Creative Assembly

Abbiamo avuto modo di provare l'ultima build di Shogun 2 Total War direttamente dalla sede di The Creative Assembly, nel Regno Unito. Durante la presentazione ci sono state spiegate le caratteristiche della nuova modalità multiplayer competitiva.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
CreativeTotal War
 

Caratteristiche di base

Quello che non cambia è sicuramente la struttura di base. Come al solito, Total War prevede la gestione di un nutrito esercito composto da diversi battaglioni con caratteristiche di movimento e di equipaggiamento differenti. La mappa di gioco è di enormi dimensioni, e presenta diversi spunti che possono essere sfruttati strategicamente, come montagne, boschi, corsi d'acqua. Gli spostamenti diventano fondamentali, e quindi bisogna calcolare le tempistiche necessarie a ogni battaglione per raggiungere la posizione desiderata dal comandante.

Rimane fondamentale anche il morale delle truppe. Se un battaglione ha un morale troppo basso, infatti, può andare in panico e lasciare il fulcro della battaglia, non seguendo più gli ordini del comandante/giocatore. The Creative Assembly, infatti, vuole creare un gioco di strategia continuativo, che vada al di là della singola battaglia, e in cui i battaglioni possono essere riutilizzati, anche se decimati. Nella campagna single player, infatti, si può ripristinare l'originale numerazione del battaglione oppure essere costretti a combattere con i battaglioni decimati dai conflitti precedenti.

Ci sono diversi modi per mandare in panico le truppe. Il principale ovviamente è uccidere molti soldati del battaglione: chi sopravvive, infatti, vedrà negativamente l'esito del conflitto e sarà tentato ad alzare bandiera bianca. Ma anche spostare un congruo numero di unità vicino a battaglioni in inferiorità numerica rispetto al battaglione che attacca causerà il panico. Mandare, ad esempio, la cavalleria in piena corsa contro un battaglione impotente contro di essa manderà i soldati di quest'ultimo in panico prima ancora di iniziare il combattimento corpo a corpo.

In Shogun 2 Total War, così come nel suo predecessore, ci sono differenti unità da mischia e da combattimento dalla distanza, che vanno usate in maniera differente a seconda della tattica. Ci sono i samurai, abili nel combattimento ravvicinato; gli arcieri, per attaccare dalla distanza; i picchieri, per fronteggiare le cariche della cavalleria; i soldati dotati di moschetto, letali ma lenti nella ricarica delle armi; la cavalleria, che copre velocemente le distanze e che garantisce una carica violenta in grado di annientare la maggior parte della fanteria. Ma ci sono anche spadaccini, cavalleria con archi, cavalleria leggera, artiglieria e così via.

Un'altra componente della mappa che va sfruttata a dovere sono i boschi: mettere delle unità all'interno dei boschi le sottrarrà alla vista del nemico, e da lì sarà possibile mandarle all'attacco cogliendo magari impreparato chi difende.

Una volta che il conflitto entra nel vivo, il campo di battaglia diventa intriso di disperazione, con soldati che scappano chi di qua chi di là, cavalli impazziti, sangue dappertutto e cadaveri che ricoprono le enormi distese che compongono le mappe di Total War.

Le munizioni delle armi a distanza finiscono e si possono conquistare e proteggere gli edifici. Una volta che abbiamo finito le frecce o le munizioni per le armi, ci ritroviamo con un battaglione sostanzialmente inutilizzabile per l'attacco dalla distanza. Possiamo trasformarlo in un battaglione abile nell'attacco ravvicinato, premendo sull'apposito tasto. Un battaglione di cavalleria con arco, dunque, può essere riciclato in un altrettanto utile battaglione di cavalleria da carica.

In Shogun 2 Total War, inoltre, ci sono degli edifici in cui è possibile accedere e recuperare munizioni o frecce. Non sono gli unici tipi di edifici presenti nelle mappe, e a seconda del tipo di edificio posseduto si possono avere bonus diversi. Ad esempio si possono ottenere maggiori prestazioni per la cavalleria o maggiore precisione per gli archi.

Gli edifici in Shogun 2 Total War sono distruttibili. Colpendoli con l'artiglieria, infatti, li ridurremo a pezzi, con ottimi effetti visivi di fuoco e di fumo. Nella sede di The Creative Assembly il gioco girava su due configurazioni differenti. Gli sviluppatori non hanno voluto lasciarci i dettagli hardware dei due PC, fatto sta che su uno dei due Shogun 2 girava a pieno dettaglio grafico, sul secondo invece a dettaglio grafico medio. Nel primo caso era possibile ammirare effetti di fuoco e di fumo realmente sorprendenti, con il fumo nero che saliva verso l'alto e con i lapilli del fuoco che impazzavano vicino all'esplosione. A dettaglio medio, invece, non c'erano questi effetti. Ottime anche le ombre, comprese quelle delle nuvole sul terreno.

Creative Assembly introduce gli eroi, che si rifanno a figure storiche mitologizzate come il monaco Benkei. Gli eroi possono combattere contemporaneamente contro diverse unità semplici del nemico. Con la giusta tattica, tuttavia, possono essere fermati, oppure fronteggiati in duello con un altro eroe.

 
^