Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Seconda parte

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Seconda parte

Continuiamo il nostro percorso fra i titoli più attesi del 2011 con questa seconda e ultima parte. Analizziamo, tra gli altri, Duke Nukem Forever, Mass Effect 3, Diablo III, Tomb Raider e Battlefield 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BattlefieldDiablo
 

DarkSpore (PC)

Sviluppato dal team storico Maxis, che ha creato le serie SimCity e The Sims, DarkSpore è un promettente action/rpg "one button", che punta dunque tutto sull'immediatezza e l'adrenalina, un po' come Diablo. Riprende il motore grafico di Spore e alcuni elementi della struttura di gioco, soprattutto quelli riguardanti l'evoluzione delle creature in seguito alla collezione di nuove parti organiche.

In DarkSpore, il giocatore dispone di una squadra di tre personaggi, che può selezionare all'inizio della partita tra quelli che ha creato. Le caratteristiche, le statistiche e le abilità dei personaggi dipendono dalle parti organiche che sono state collezionate con l'uccisione dei vari mostri in battaglia. La propria squadra avrà quindi precise caratteristiche a seconda di come si sono evolute le creature che ne fanno parte.

Ci sono due abilità di base per ciascuno dei personaggi della squadra, e poi altre tre abilità condivise da tutta la squadra. Quando si sceglie la squadra di tre personaggi da portare sul campo di battaglia la scelta influisce anche sulle abilità condivise dalla squadra. Queste tre abilità, dunque, dipendono da quali personaggi e dalle loro caratteristiche portiamo sul pianeta da conquistare.

L'obiettivo in DarkSpore riguarda l'esplorazione dei mondi di gioco messi a disposizione dei giocatori. Per ogni mondo bisogna raggiungere il boss finale e ucciderlo. Per farlo occorre avere un certo livello di forza e quindi solo quando è stata raggiunta la richiesta quantità di mostri uccisi.

Come per le altre modalità, anche per il PvP il giocatore dispone di una squadra di tre personaggi, che può selezionare all'inizio della partita tra quelli che ha creato. Bisogna sfruttare le abilità dei personaggi della propria squadra per sconfiggere gli avversari: si possono lanciare potenti magie ad area, ma anche teletrasportarsi per evitarne gli effetti. In modo da avere una maggiore profondità strategica ogni giocatore può cambiare uno dei personaggi della propria squadra: questa operazione, tuttavia, richiede del tempo e lascia quindi vulnerabili agli attacchi del nemico.

Proprio la configurazione della squadra e i cambiamenti che occorrono ai personaggi nel corso della partita, dunque, sono gli elementi principali della strategia di DarkSpore. Le partite sono strutturate in round, e al termine di ogni round la squadra perdente può essere modificata; quindi selezionando, se necessario, altri personaggi. Tra un round e l'altro si possono configurare anche le abilità.

Uscita prevista a marzo.

 
^