Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Seconda parte

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Seconda parte

Continuiamo il nostro percorso fra i titoli più attesi del 2011 con questa seconda e ultima parte. Analizziamo, tra gli altri, Duke Nukem Forever, Mass Effect 3, Diablo III, Tomb Raider e Battlefield 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
BattlefieldDiablo
 

F3AR (PC, PS3, 360)

F3AR punterà principalmente sul fattore immedesimazione attraverso espedienti narrativi mutuati dal mondo del cinema. La tensione dei precedenti capitoli, nei piani dello sviluppatore Day 1 Studios, viene portata ai massimi livelli con una nuova storia, che fa da seguito a quelle dei precedenti capitoli, incentrata sul tormentato destino di Alma.

A questo scopo, Warner Bros. ha ingaggiato il regista John Carpenter (La Cosa, Halloween, Village of the Damned) per la produzione delle sequenze cinematografiche. Il plot narrativo è stato scritto da un altro professionista di Hollywood, Steve Niles (30 Days of Night).

Il nuovo capitolo di FEAR è basato sulla cooperazione e sulla combinazione dei poteri dei due fratelli protagonisti, Point Man e Fettel. I giocatori, infatti, potranno affrontare la modalità single player o cooperativa vestendo i panni di Point Man, un super soldato geneticamente modificato già visto in F.E.A.R. Due giocatori potranno anche giocare insieme impersonando pure il fratello di Point Man, Paxton Fettel, i cui poteri telecinetici gli hanno donato la vita al di là della morte. Ci saranno caratteristiche del gameplay innovative per favorire la collaborazione e nuove abilità.

In sostanza i due giocatori devono stabilire se intendono aiutarsi od ostacolarsi. Infatti, la cooperazione divergente evidenzia i dissidi tra i due fratelli protagonisti di F3AR. Fettel, ad esempio, può facilitare il compito di Point Man impossessandosi dei corpi dei nemici e facendoli esplodere, oppure può scoprire dei passassi segreti. Usando tali passaggi o approfittando del minor numero di nemici, Point Man quindi può intervenire in maniera più agile. Ma Fettel può anche decidere di ostacolare suo fratello o perlomeno di non aiutarlo. Anche Point Man è dotato di abilità, come il classico slow motion della serie.

L'azione è quella tipica della serie, si procede in angusti corridoi, con una narrazione intervallata dalle visioni intrise di gore con protagonista Alma. Tornano, e anzi sono molto frequenti, le sequenze con i mech, dotati di una potenza di fuoco non indifferente grazie ai missili. Il motore grafico è quello del secondo capitolo, anche se lo sviluppatore adesso ha inserito degli elementi di contorno per favorire la varietà.

 
^