Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Prima parte

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Prima parte

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 38 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2011. Si parla, tra gli altri, di Shogun 2 Total War, Gears of War 3, Batman Arkham City, Skyrim.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Total War
 

Conduit 2 (Wii)

Conduit 2 viene sviluppato nuovamente da High Voltage Software. Si tratta del seguito dello sparatutto rilasciato nello scorso giugno, e come quel gioco sarà un'esclusiva Nintendo Wii. Il giocatore si ritrova a fronteggiare il tentativo di invasione della Terra da parte degli alieni. Oltre alle classiche modalità single player e multiplayer online, si parla anche di una serie di nuove modalità cooperative sia offline che online.

Conduit 2 introduce una modalità chiamata Team Invasion, che permetterà di affrontare la battaglia in cooperazione fino ad un massimo di 4 giocatori sullo stesso schermo. La modalità Team Invasion può essere giocata anche online. Conduit 2 comprende inoltre una nuova ed estesa modalità multiplayer competitiva pensata per supportare fino a 12 giocatori in scenari all'aperto e al chiuso molto più complessi e vasti. Supporterà la connessione Nintendo Wi-Fi e il Wii Speak per le comunicazioni vocali.

I giocatori possono rovesciare i tavoli e usarli come coperture. Il sensore di movimento del Wii remote viene utilizzato per l'apertura delle porte e per accendere o spegnere gli interruttori. È stato inoltre aggiunto un nuovo pulsante che consente di effettuare uno scatto per fuggire dagli avversari o per eseguire una carica contro di loro. In alcuni livelli di gioco, inoltre, i giocatori possono guidare i veicoli e usare le armi che si trovano su di essi.

Si può scegliere quali armi portare sul campo di battaglia, e quindi personalizzare i loadout, e stabilire quale deve essere l'aspetto del proprio personaggio. È stata altresì implementata la funzione di mira attraverso l'iron sight. High Voltage Software promette, inoltre, meno linearità rispetto al predecessore, visto che in quest'ultimo quasi tutti i livelli di gioco si riducevano a un lungo corridoio.

Non ci sono più le sequenze di intermezzo del primo capitolo, ma la storia si evolve attraverso sequenze di script, seguite dal giocatore dalla prospettiva in prima persona. Viene promesso anche un miglioramento dell'intelligenza artificiale, visto che i soldati gestiti da quest'ultima possono adesso capovolgere i tavoli e assumono un comportamento differente a seconda dell'arma impugnata.

High Voltage inoltre ha dichiarato di voler migliorare la narrazione di questo seguito, ampiamente criticata nel predecessore che offriva una trama eccessivamente banale basata sul canovaccio dell'invasione della Terra da parte degli alieni. Ci saranno diversi scenari inediti, e scontri contro boss di enormi dimensioni di origine aliena. Non mancheranno nuove armi, e la possibilità di upgradare e personalizzare parte del roster.

 
^