Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Prima parte

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2011 - Prima parte

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 38 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2011. Si parla, tra gli altri, di Shogun 2 Total War, Gears of War 3, Batman Arkham City, Skyrim.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Total War
 

Gears of War 3 (360)

Inizialmente previsto per aprile, recentemente Gears of War 3 è stato posticipato alla stagione natalizia 2011 perché questa finestra di mercato è ritenuta più proficua dal produttore Microsoft. Si tratta di una decisione rischiosa, perché solitamente la stagione natalizia è satura di titoli importanti che vendono molto: segno che Gears of War è ormai una serie matura, forse addirittura quella più importante in assoluto su XBox 360.

Se solitamente ci sono tempi stretti e date di rilascio imminenti da rispettare, con Gears of War 3 Epic Games può procedere dunque in maniera più rilassata. Per la prima volta con Gears of War, infatti, ci sarà un beta test multiplayer, che si svolgerà nella prima parte del 2011, con diversi mesi di anticipo rispetto al rilascio della versione definitiva.

All'inizio di Gears of War 3 si scopre che il padre di Dom è ancora vivo ed è al corrente di un metodo che consentirebbe all'umanità di sopravvivere all'inarrestabile invasione aliena. I protagonisti di Gears of War 3, inoltre, in questa prima fase del gioco devono difendere l'insediamento in cui hanno trovato rifugio dai ripetuti attacchi degli alieni.

Il nemico principale in Gears of War 3 è rappresentato dalle creature Lambent, che sono dotate di lughi tentacoli con cui possono oltrepassare e distruggere le coperture. Ogni Lambent può fronteggiare fino a due o tre soldati COG e quando muore esplode sul campo di battaglia infliggendo dei danni ai soldati vicini.

Tra le nuove armi, troviamo un lancia-granate che spara bombe organiche che si infiltrano nel terreno e possono distruggere le coperture. C'è il nuovo Pendulum Lancer, che è un predecessore del mitragliatore con la motosega classico di Gears of War, e un fucile a doppia canna. Ci sono tre tipi di granata: a frammentazione, fumogene e infiammabili. Epic Games ha aggiunto anche dei mech in stile Lost Planet che dispongono di diverse armi, come mitragliatori e lancia-granate.

Quanto al multiplayer, per la prima volta in Gears of War ci sono i server dedicati per i match classificati. Viene dunque eliminato il vantaggio dell'host nei match multiplayer, che purtroppo era diventata una costante con i precedenti Gears of War. Tutti giocheranno nelle stesse condizioni perché tutti faranno riferimento al server dedicato anziché all'host.

Il multiplayer di Gears of War 3 è strutturato intorno a quello del precedente capitolo, ma ci sono comunque delle novità interessanti. Fino a oggi, con la build di GoW 3 ancora incompleta, Epic ha lavorato sul multiplayer di GoW 2 per affinare gli equilibri.

Torneranno le classiche modalità Execution, Warzone e Team Deathmatch. In quest'ultima cambierà il sistema di gestione delle rigenerazioni in seguito a una morte. I giocatori avranno una serie di ticket da spendere per tornare subito in partita. Quando finiranno i ticket si passerà a un sistema di rigenerazione simile a quello di Execution e Warzone, ovvero bisognerà attendere la fine del round per tornare in partita. Epic ha preso questa decisione per rendere le partite più incalzanti ed evitare i tempi di attesa dopo le morti, pur conservando la tensione di Execution e Warzone nel momento in cui finiscono i ticket.

Anche Annex e King of the Hill torneranno in forma sostanzialmente immutata. La nuova modalità Capture the Leader, invece, prende il posto di Guardian e Submission. In questo tipo di partite un giocatore assume il ruolo di leader, e non può essere sconfitto, ma può essere catturato e tenuto in ostaggio. L'obiettivo della partita è tenere il leader avversario in ostaggio almeno per 30 secondi mentre si protegge il proprio leader. Il fatto che il leader non possa essere ucciso incoraggia quest'ultimo a farsi avanti nei combattimenti e ad essere attivo nelle battaglie.

Epic introduce il nuovo sistema Tac/Com, pensato per comunicare la propria posizione ai compagni di team e per conoscere la posizione di questi ultimi. Basta premere un pulsate per vedere sulla mappa la posizione dei compagni per tre secondi. Tac/Com consente di sapere la posizione in cui compaiono le armi, anche se non indica se le armi sono al momento disponibili. Nella modalità Capture the Leader, inoltre, il leader può conoscere la posizione dei nemici utilizzando il Tac/Com.

Si è pensato anche a una forma di assistenza per i giocatori meno esperti. Se un giocatore colleziona una serie di morti consecutive il sistema verrà in suo soccorso, dando più potenza alle sue armi e aumentando le sue energie vitali. Una volta fatte dieci uccisioni, il sistema di assistenza verrà disabilitato e, a questo punto, non si riattiverà più.

Prima delle partite i giocatori devono scegliere il proprio loadout, selezionando una fra le tre armi primarie disponibili e una fra le due armi secondarie disponibili. Il loadout si può cambiare anche a match in corso. Le decisioni sul loadout influiscono sulla partita, perché modificano il proprio stile di gioco.

Gears of War 3 è basato sull'ultima evoluzione di Unreal Engine 3, che vanta nuove tecniche per la gestione della direzione dei raggi di luce, un nuovo tipo di effetto di profondità per immagini cinematografiche, un nuovo sistema per la correzione del colore, shadow map a cascata, passaggio tra il giorno e la notte senza interruzioni, nuovi effetti per le condizioni meteo variabili, nuova gestione per i raggi provenienti da una fonte puntiforme, miscela di strati di materiale differenti, miglioramento della tecnica di rendering della vegetazione.

 
^