Rage vs Infinity Blade: lo sviluppo su iPhone e iPad

Rage vs Infinity Blade: lo sviluppo su iPhone e iPad

Abbiamo provato Rage Mutant Bash TV e Infinity Blade su iPad. Si è rivelata un'occasione per analizzare lo sviluppo tecnologico dei motori grafici, che adesso riguarda anche i nuovi dispositivi, sempre più videoludici, di Apple.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
AppleiPhoneiPad
 

Qui Infinity Blade

Infinity Blade è un gioco ampiamente innovativo, pensato per sfruttare al meglio il sistema di interfacciamento dei dispositivi Apple. La prima volta che lo vedi in esecuzione rimani letteralmente spiazzato, perché non ti aspetti una grafica così dettagliata e una schermata di gioco così grande su iPad. Le maggiori dimensioni dello schermo, infatti, consentono di giocare egregiamente sulla tavoletta di Apple.

Se da una parte Infinity Blade è molto immediato, basta eseguirlo e dopo qualche istante si gioca, dall'altra è complesso per via della presenza di un'ampia componente da gioco di ruolo, e richiede precisione e attenzione nel gameplay per superare i punti più ostici.

Vediamo come è strutturato il gioco. Si inizia con una sequenza di narrazione in cui il potente signore locale, chiamato Dio Re, punisce per tradimento un cavaliere, uccidendolo. La sequenza successiva mostra un cavaliere che si accinge a penetrare un castello: è il figlio del cavaliere ucciso che intende vendicare il padre, sconfiggendo finalmente il potente Dio Re.

Per farlo deve entrare all'interno del castello e uccidere tutti i campioni a difesa del Re. Compito difficile ma non impossibile. Ogni campione ucciso gli dà esperienza e soldi, con i quali può migliorare la propria armatura e le proprie armi. Il problema è proprio il Dio Re, che è subito al livello 50 di esperienza, è molto veloce e resistente. Per sconfiggerlo, insomma, serve l'adeguato livello di esperienza, oltre che l'equipaggiamento adatto.

Cose che non si hanno la prima volta che si affronta il Re. E quindi si finisce inevitabilmente per morire. Ma Infinity Blade è un gioco di stirpi e discendenti: per ogni cavaliere che il Dio Re uccide c'è il figlio pronto a riprovarci. Quindi si affronta il castello, si acquisisce esperienza, si muore se non si ha l'esperienza necessaria, si riaffronta il castello, altra esperienza, altro tentativo con il Dio Re. Tutto qui, questo per un numero infinito di volte, perlomeno fino ad avere imparato a usare ogni arma e ogni elemento dell'armatura.

Ci sono cinque elementi dell'equipaggiamento: la spada, lo scudo, l'elmo, l'armatura, l'anello. Ogni pezzo va imparato, guadagnando esperienza su quel singolo pezzo. Per guadagnare questa esperienza, ovviamente, bisogna combattere indossando quel pezzo. Solamente usando tutti i pezzi presenti nel negozio e ottenendo la massima esperienza per ogni pezzo si ottiene l'esperienza complessiva massima di Infinity Blade, e quindi si completa definitivamente il gioco. I pezzi non vanno venduti fino a che non si è ottenuta la massima esperienza per ciascuno di essi, e compare la scritta "superato".

C'è poi il livello di esperienza globale, che si compone di quattro caratteristiche: salute, attacco, scudo, magia. Come nei tradizionali giochi di ruolo, per ogni livello di esperienza raggiunto, si hanno dei punti da distribuire nelle varie caratteristiche. Ovviamente, solo se si alimentano opportunamente le caratteristiche si può essere competitivi nei duelli con i boss più forti.

Una volta dentro il castello si ha la possibilità di esplorarlo, spostando la telecamera con il dito. Infinity Blade è molto cinematografico, con inquadrature spettacolari che seguono i combattimenti, oltre che gli spostamenti del cavaliere. Nelle varie corti del castello si trovano bauli e sacchi di soldi, oltre che risorse vitali, fondamentali per prepararsi al meglio nei combattimenti.

Poi si affrontano, uno per volta, i vari campioni del Re. Il gameplay nei duelli è veramente appagante, oltre che molto innovativo grazie allo sfruttamento del touchscreen. Bisogna brandire la spada disegnando la traiettoria del colpo sul pad. Ovviamente, bisogna agire e spostarsi in funzione di quello che fa il nemico. Si può ad esempio parare il suo colpo eseguendo lo stesso colpo ma in direzione contraria: è uno dei modi per difendersi, oltre all'uso dello scudo e alla schivata, ma anche quello più difficile perché richiede molto tempismo.

Premendo sullo scudo in basso alla schermata o nelle due direzioni in basso a sinistra e a destra si ottiene comunque la protezione. In Infinity Blade è fondamentale evitare i colpi del nemico, perché quelli con maggiore esperienza causano una quantità di danni non indifferente per ogni colpo andato a segno. Lo scudo è molto pratico da usare, ma si rompe. Per ogni colpo ricevuto, infatti, si perdono punti scudo, fino alla sua rottura definitiva.

C'è una combo, molto efficiente soprattutto quando il nemico è in stato di stordimento. Bisogna brandire velocemente la spada verso destra, poi verso sinistra, nuovamente verso destra e verso sinistra, e così via fino alla parata che avviene nel momento in cui il nemico si riprende. Coinvolgente!

Ci sono altri due tipi di attacchi. C'è un colpo poderoso con la spada che si ricarica nel momento in cui si assegnano molti colpi. E poi c'è la magia. In Infinity Blade ci sono sei magie differenti: scossa, fuoco, ghiaccio, guarisci, scudo, veleno. Per poter usare le magie bisogna possedere e indossare il relativo anello: alcuni anelli, inoltre, danno la possibilità di impiegare più magie nei combattimenti.

Scagliare la magia è molto divertente, e ancora una volta sfrutta le capacità di interfacciamento dell'iPad. Bisogna, infatti, realizzare un disegno sullo schermo: ad esempio, per la scossa bisogna disegnare una saetta, per il fuoco un cerchio, per il veleno una X.

È molto divertente cercare di capire cosa sta per fare il nemico di turno. Questi si muove con animazioni fluide e dettagliate e può attaccare frontalmente, sulla destra o sulla sinistra. Capire e anticipare le mosse di ciascun cavaliere è indispensabile per schivare i suoi colpi, e quindi per ridurre al minimo la quantità di risorse vitali persa. La schivata, inoltre, consente in alcuni casi di eseguire un affondo che manda in stordimento il nemico. Ovviamente, maggiore è il livello di esperienza del nemico e maggiore sarà la quantità di risorse vitali persa per ogni suo colpo, e minore la quantità di risorse vitali che ogni nostro colpo gli sottrarrà.

Infinity Blade costa € 4,99, occupa 318 MB di memoria ed è compatibile con iPhone 3GS, iPhone 4, iPod Touch (terza generazione), iPod touch (quarta generazione) e iPad. Richiede iOS 3.2 o successive.

 
^