Tron Evolution: dal cinema al videogioco

Tron Evolution: dal cinema al videogioco

Esce oggi nei cinema americani Tron Legacy, seguito del film che negli anni '80 ha segnato un'epoca all'interno del genere della fantascienza. Come per ogni grossa produzione di Hollywood, ovviamente, non poteva mancare la trasposizione videoludica.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Tron

Considerato oggi un cult movie dagli appassionati di fantascienza e di realtà virtuale, Tron è un film molto conosciuto prodotto da Disney e uscito nel 1982. È stato diretto da Steven Lisberger e il cast annovera Jeff Bridges, Bruce Boxleitner, David Warner e Cindy Morgan.

Tron ha introdotto per la prima volta al cinema lo scenario virtuale e faceva ricorso a una terminologia informatica ai tempi assolutamente sconosciuta ai più. Elementi che hanno portato tutta una serie di appassionati ad adorarlo, per quanto avesse dei limiti nella narrazione, una trama non sempre coerente e degli scenari ripetitivi e poco colorati. Proprio gli scenari, d'altra parte, con il design stilizzato del mondo virtuale in cui la maggior parte del film è ambientata, sono un segno inconfondibile del film della Disney.

Kevin Flynn, interpretato da Jeff Bridges e che torna anche in Tron Evolution con le sembianze, da giovane, dell'attore americano, è un programmatore di software per videogame in lotta contro la Encom, una potente società di informatica il cui direttore, Dillinger, fa passare per suoi alcuni programmi in realtà creati dal giovane tecnico. Le prove di tale truffa sono ben nascoste nel megacervellone della ditta, l'ormai storico Master Control Program (MCP), che ha segnato un'epoca e a cui poi si sono ispirati molti degli autori di cattivoni virtuali.

L'MCP, che in realtà è dotato di intelligenza umana e ragiona come i cattivi dei film, dispone di un sistema anti-intrusione che rende vani i numerosi tentativi di Flynn di recuperare le proprie creazioni. Kevin viene aiutato da altri due programmatori, Alan e Lora, con la quale ha avuto in passato una relazione. La notte in cui il trio si introduce nella sede cercando di forzare il sistema, l'MCP, tramite un laser sperimentale, digitalizza Kevin pezzo per pezzo, lo trasforma in codice numerico e lo ricompone in forma di energia all'interno dei circuiti integrati che costituiscono il suo universo.

All'interno del sistema, Kevin si ritrova come Clu, il suo alter ego digitale che chiama il Kevin reale "creativo". Anche Alan e Lora si ritrovano nel mondo virtuale con le loro controparti digitali. Alan ha sviluppato Tron, che è un programma di sicurezza, una sorta di firewall, che limita le influenze dell'MCP con il mondo esterno, ma Dillinger rifiuta di utilizzarlo.

Flynn si allea con Tron, l'alter ego virtuale di Alan, e i due riescono a raggiungere una sorta di zona franca periferica nella quale i guardiani volanti, chiamati ricognitori, al servizio dell'MCP non riescono a infiltrarsi. Anche Dillinger ha un proprio equivalente in questo universo, il malvagio Sark: il duello finale, atto a interrompere la dittatura elettronica dell'MCP, si svolge fra Tron e Sark, il primo dei quali avrà la meglio e farà uscire i programmi ribelli dall'oppressione dell'MCP.

Curiosamente il termine Tron identifica un comando del linguaggio BASIC, ovvero la contrazione dei termini "TRace ON". L'effetto del comando è di mostrare a schermo, in tempo reale, le linee di codice mandate in esecuzione, permettendo di tenerne traccia. Il regista Lisberger affermò tuttavia di non essere a conoscenza di tale istruzione, e che il titolo Tron era più semplicemente derivato dalla contrazione di "elecTRONics".

Disney ha pensato di produrre un seguito di Tron, intitolato Tron Legacy e affidato al regista Joseph Kosinski. Inizialmente l'uscita nelle sale statunitensi del film era programmata per il 2011, ma è stata infine anticipata al 17 dicembre 2010. Arriverà, invece, in Italia il 29 dicembre.

La trama di Tron Legacy vede come protagonista Sam Flynn, ventisettenne esperto di tecnologia figlio di Kevin. Sam indaga sulla scomparsa del padre e si ritrova nel mondo virtuale che abbiamo conosciuto con il primo capitolo. Kevin ha vissuto per 25 anni in questo mondo di crudeli programmi e giochi di gladiatori diventando una figura di spicco. Insieme alla leale amica di Kevin e abitante del mondo di Tron Quorra, i due vivranno una serie di avventure nel mondo virtuale combattendo contro la dittatura a cui sta andando incontro il sistema. In Tron Legacy tornano gli attori del film originale Jeff Bridges e Bruce Boxleitner.

Il videogioco Tron Evolution, invece, è ambientato tra le vicende del primo Tron e di Tron Legacy. Usa personaggi e luoghi dei due film, mentre Tron Legacy lo citerà in alcuni passaggi. Evolution racconta gli avvenimenti che hanno portato all'imprigionamento di Kevin Flynn all'interno del mondo di Tron, oltre a raccontare come il mondo di Tron si è evoluto nel corso degli anni. Il giocatore controlla Anon, abbreviazione di "Anonymous". Questo nome è stato scelto dai realizzatori del gioco per permettere ai giocatori di impersonificarsi nel personaggio. Anon è un programma scritto da Flynn per investigare su una cospirazione all'interno di Tron.

Tron Evolution è sviluppato da Propaganda Games, sussidiaria di Disney Interactive Studios che ha sede a Vancouver. La software house è stata formata del 2005 da alcuni ex-dipendenti di EA Canada, Josh Holmes, Howard Donaldson, Jorge Freitas e Daryl Anselmo, che avevano in precedenza lavorato su NBA Street e Def Jam Vendetta. Oltre a Tron Evolution hanno sviluppato l'adattamento di Turok per le console di nuova generazione, uscito nel 2008, e l'action/rpg Pirates of the Caribbean: Armada of the Damned, poi cancellato.

Bisogna, inoltre, ricordare Tron 2.0, precedente adattamento videoludico di Tron. Il gioco venne sviluppato da Monolith Productions (Blood, No One Lives Forever, F.E.A.R.) con la propria tecnologia Lithtech, rinominata per l'occasione Triton. Uscì nel 2003 e ottenne valutazioni lusinghiere dalla critica del settore. Ambientato 20 anni dopo gli eventi di Tron, Tron 2.0 metteva i giocatori nei panni di Jet, un talentuoso programmatore che entra nel mondo virtuale per arrestare un virus.

 
^