Fenomeno Angry Birds: cosa c'è dietro il re dei casual game

Fenomeno Angry Birds: cosa c'è dietro il re dei casual game

A pochi giorni dall'uscita della versione a tema natalizio, andiamo alla scoperta del gioco sviluppato dalla finlandese Rovio che prima su iOS poi su altri dispositivi portatili ha ottenuto un successo trascinante.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
iOSApple
 

Gameplay

Il successo di Angry Birds, quindi, deriva principalmente dal fatto di avere un gameplay estremamente semplice, adatto a qualsiasi tipo di giocatore. Non si devono apprendere meccanismi di gioco e non si ha a che fare con interfacce e complicazioni. Qualsiasi tipo di giocatore può subito impiegare la propria strategia per abattere le strutture all'interno delle quali si trovano i maiali. Nella parte sinistra dello schermo si trova una fionda, che va tirata per dare forza all'uccellino che si trova all'interno della fionda, che così viene sparato a velocità folle verso la struttura, distruggendola. Tutto qui.

A seconda di come si agisce sulla fionda si impartisce una certa inclinazione alla traiettoria dell'uccellino. In funzione della traiettoria acquisita e del punto di impatto con la struttura, questa si distrugge in un certo modo. Distruggendosi alcuni pezzi cadono sopra i maiali che vengono così annientati. L'obiettivo è quello di uccidere tutti i maiali presenti nei livelli di gioco. Per farlo si hanno a disposizione un certo numero di uccelli, che vanno scagliati contro la struttura uno per volta.

Gli uccelli/proiettili non hanno tutti le stesse caratteristiche. Quello rosso è pachidermico e non ha attacchi speciali. Quello più piccolo, invece, se lo si colpisce mentre è in volo si divide in proiettili più piccoli, che colpiscono la struttura in punti differenti. Infine, l'uccello/proiettile giallo, se colpito una seconda volta, acquisisce velocità e causa più danni nel momento dell'impatto. L'uccello nero si autodistrugge, mentre quello bianco lascia cadere uova esplosive.

La struttura all'interno della quale si trovano i maiali cambia da livello in livello. A seconda di come sono disposti i vari elementi va colpita in un certo modo piuttosto che in un altro. Quando si colpiscono gli elementi della struttura questi traballano, gestiti da un ottimo motore fisico che agisce in tempo reale, fino a cadere lentamente. Queste fasi mettono molta suspence al giocatore, che attende con ansia l'esito della caduta dei vari elementi del livello, sperando che questi colpiscano finalmente gli infidi maiali.

Gli elementi delle strutture sono di diverso materiale, come legno, vetro e pietra. Ogni materiale ha un comportamento fisico differente e un livello di resistenza ai colpi diverso. Nei livelli avanzati, inoltre, ci sono altri tipi di oggetti negli scenari come rocce ed esplosivi. Più si va avanti e più i maiali sono collocati in punti che è difficile raggiungere, e soprattutto non sono annientabili con un singolo colpo. Per cui si deve ricorrere agli altri oggetti presenti negli scenari, cercando di colpirli con gli uccellini.

Per ogni livello di gioco viene assegnato un punteggio, che dipende principalmente dal numero di maiali sconfitti. Si ottengono punti anche in base a quanta distruzione è stata prodotta al livello di gioco, e punti bonus si ottengono se si completa lo scenario senza usare alcuni degli uccelli. A seconda di questo punteggio, il giocatore riceve una, due o tre stelline per ogni scenario completato. Ovviamente, Angry Birds si lascia rigiocare con grande facilità, perché incoraggia il miglioramento del punteggio da una sessione di gioco all'altra.

 
^