Microsoft Kinect: nuova era per i sistemi di interfacciamento

Microsoft Kinect: nuova era per i sistemi di interfacciamento

Resoconto del primo approccio esauriente con il nuovo sistema di interfacciamento per XBox 360 che non necessita di alcuna periferica fisica. È in commercio nel Nord America da oggi.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

La tecnologia

Kinect esegue una scansione tridimensionale nello spazio del corpo dei giocatori. Individua, dunque, un modello 3D su cui vengono a loro volta individuate le grandi articolazioni. Ciò avviene tramite i due sensori laterali che dispongono di proiettore laser. Tra i due sensori c'è la telecamera RGB. Il sistema è dotato anche di base motorizzata che segue il giocatore nei suoi spostamenti laterali e di microfono per il riconoscimento vocale. Purtroppo l'italiano non è tra le lingue supportate al lancio di Kinect, lo sarà nella prima parte del 2011.

I due sensori operano a risoluzioni differenti, uno a 640x480, mentre l'altro a 320x240. Tutte e due le telecamere registrano 30 fotogrammi per secondo, quella da 640x480 ha una profondità di colore di 32 bit, l'altra di 16 bit. L'audio è campionato a 16bit @ 16 kHz. Il campo visivo in orizzontale è di 57 gradi e in verticale di 43 gradi. La periferica, grazie alla base motorizzata, si può inclinare di 27 gradi per lato. Il sensore traccia i movimenti a partire dalla distanza di 1,2 metri dalla posizione in cui è collocato fino a 3,5 metri. Si occupa autonomamente di cancellare l'eco per migliorare l'input vocale. Kinect è in grado di individuare 20 differenti parti del corpo.

I due sensori di profondità sono formati da un proiettore a raggi infrarossi e da un sensore CMOS monocromatico, che consentono a Kinect di eseguire la scansione tridimensionale in qualsiasi condizione di luminosità, quindi anche in ambienti bui. Il software che gestisce Kinect si calibra automaticamente a seconda della posizione del giocatore e di ciò che è presente nell'ambiente di gioco: se ci sono dei mobili, ad esempio, è in grado di riconoscerli e quindi di escluderli dalla riproduzione nell'ambiente virtuale.

A causa del fatto che la base motorizzata di Kinect richiede più potenza di quella erogata dalle porte USB di XBox 360, Kinect è dotato di un connettore USB proprietario che le assicura maggiore potenza. Le XBox 360 Slim, le ultime versioni della console con scheda madre Valhalla, sono dotate di una porta speciale ausiliaria autoalimentata per accogliere il nuovo connettore di Kinect. I modelli più vecchi, invece, richiederanno un trasformatore aggiuntivo da attaccare, oltre al cavo USB, alla console.

Dentro Kinect non c'è un chip dedicato ai calcoli relativi alle animazioni determinate dai movimenti dei giocatori e catturate dalla telecamera. La gestione delle animazioni viene dunque affidata a un software, mentre i calcoli ricadono su uno dei tre core del processore Power PC di XBox 360 con un certo impatto sulle prestazioni. Microsoft ha in passato fatto capire di aver rivisto i suoi piani iniziali che prevedevano l'installazione di un chip dedicato all'interno della periferica. La presenza del chip avrebbe comportato un aumento dei costi di produzione e conseguenzialmente del prezzo di listino di Kinect.

D'altronde è un segno di come l'industria continui sulla strada delle soluzioni offerte a prezzo budget, come da strategia Nintendo. Secondo Alex Kipman, sviluppatore principale di Kinect, la nuova periferica per XBox 360 richiede meno del 10 % della capacità computazionale del processore di XBox 360. Il software che si occuperà gestione delle animazioni scheletrali occupa 50 MB e riesce a individuare 20 differenti parti del corpo per ogni frame, processando 30 immagini per ogni secondo.

La società che ha sviluppato la tecnologia che sta alla base di Kinect è PrimeSense. È stata fondata da Aviad Maizels, Alexander Shpunt, Ophir Sharon, Tamir Berliner e Dima Rais a Tel Aviv nel 2005. Già in passato PrimeSense ha rivelato che la sua tecnologia è pronta per essere impiegata anche in HTPC e televisori, pur senza il software allestito da Microsoft e legato a XBox Live.

"Natal è pensato per media diversi e può essere collegato al PC per riunioni, collaborazioni di diverso tipo e per comunicare in generale", diceva Bill Gates qualche mese fa come riportato qui. "Credo che possa avere un valore inestimabile se usato in ufficio connesso con un PC. I ragazzi che lavorano nella ricerca hanno molto da fare per abbassare i costi di produzione e se ci riusciranno sarà possibile usare Natal in ufficio".

 
^