BlizzCon 2010: le novità dal mondo Blizzard

BlizzCon 2010: le novità dal mondo Blizzard

Ad Anaheim, California, si è tenuto nelle giornate del 22 e del 23 ottobre il BlizzCon 2010, l'evento di riferimento per i fan dei giochi Blizzard. "Equivale a un investimento di un milione di dollari in pubblicità in TV", dice Paul Sams, COO di Blizzard.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Blizzard
 

Qui Diablo

Tante novità sul mondo Diablo, principalmente gli annunci della classe finale Demon Hunter e della nuova modalità PvP Arena. Demon Hunter si aggiunge alle classi precedentemente rivelate Monk, Wizard, Barbarian e Witch Doctor. Il personaggio del Demon Hunter si avvolge in tinte oscure, ha un passato e un futuro tormentato ed è un cacciatore di taglie.

È dotato delle seguenti magie: Fan of Knives, Molten Arrow, Grenade, Bola e Entangling Shot. Insieme al trailer di presentazione con qualità cinematografica, ciascuna di queste magie si può vedere sulla pagina dedicata al Demon Hunter sul sito ufficiale di Diablo III.

Il Demon Hunter indossa una cappa e un'armatura leggera. Può preparare trappole e lanciare granate. È molto abile anche nel combattimento dalla distanza, usando una doppia balestra. Al BlizzCon è stata mostra la parte dell'interfaccia in cui si potenziano le abilità dei personaggi, che si dimostra semplice e immediata da usare, per certi versi simile a quella di World of WarCraft. Inoltre, la software house californiana fa sapere che le possibili combinazioni di abilità in Diablo III saranno 97 miliardi.

Probabilmente, però, i fan di Diablo aspettano con maggiore pathos la nuova modalità PvP, che costituisce il punto più avanzato della parte multiplayer del nuovo attesissimo rpg. Si tratta di una modalità speculare alle Arene di World of WarCraft con combattimenti tra team, partite classificate e nuovo sistema di matchmaking. PvP Arena si svolgerà in dungeon appositamente disegnati, con grande attenzione per i particolari, e sostanzialmente diversi dai dungeon randomicamente generati del single player di Diablo III.

I giocatori potranno scegliere il personaggio che vorranno tra quelli che hanno creato, con relative skill ed esperienza. Blizzard intende promuovere combattimenti fuoriosi e progressione nel multiplayer, non l'ossessione per la classifica, quindi si guadagneranno punti anche con il semplice giocare, e non è necessaria la vittoria. Il sistema di matchmaking di Battle.net consentirà di giocare contro avversari dello stesso livello di esperienza.

In PvP Arena si possono fare battaglie tre contro tre con qualsiasi della cinque classi di Diablo III. Le mappe sono pensate per avere un alto livello di interazione con gli scenari, ci saranno quindi dei punti in cui è possibile rifugiarsi per proteggersi dal fuoco del nemico e si potrà interagire con gli ambienti distruggendoli. Delle sfere di salute faranno la loro comparsa a intervalli regolari, rigenerando la salute di chi le raccoglierà.

Blizzard ha lavorato molto sugli equilibri di gioco di questa modalità. Ogni classe sarà dotata di un'abilità molto potente, che però ha un tempo di ricarica molto lento. Inoltre, tutte le classi hanno la possibilità di spostarsi velocemente sulla mappa e di teletrasportarsi. Per quanto Diablo III diventi molto simile a World of WarCraft con le Arene, rimangono le caratteristiche peculiarità legate all'ambientazione dark di Diablo e alla prospettiva, che resta rigorosamente isometrica.

Blizzard, dunque, vuole offrire una modalità di gioco molto veloce, pensando per certi versi ai match ad alto livello di sfida di StarCraft II. Ovviamente, bisognerà collaudare gli equilibri di gioco, punto su cui i fan di Blizzard non transigono.

Non ci sono ancora dettagli sulla data di rilascio di Diablo III, che comunque dovrebbe essere fissata entro la fine del 2011. Blizzard, invece, fa sapere che ci sarà un beta test, inizialmente limitato agli amici e ai familiari dei componenti del team di sviluppo, e in seguito allargato agli altri giocatori selezionati. Gli altri dettagli sulle caratteristiche di gioco sin qui rivelate si trovano qui.

  • Articoli Correlati
  • Medal of Honor: conflitto nella modernità Medal of Honor: conflitto nella modernità Dopo oltre tre anni dalla pubblicazione di Medal of Honor: Airborne, la saga di sparatutto prodotta da EA si arricchisce di un nuovo capitolo. A sottolineare il radicale distacco col passato, il fatto di non sottotitolare il gioco, chiamandolo semplicemente con il nome della saga. Medal of Honor, appunto. Provata la versione XBox 360.
  • Castlevania: la serie si rinnova a 25 anni dal primo capitolo Castlevania: la serie si rinnova a 25 anni dal primo capitolo Lords of Shadow parte con un doppio peso sulle sue spalle: non solo è il reboot di una serie che ha quasi venticinque anni sulle spalle, ma è anche l’ultimo tentativo di portare la serie stessa al di fuori dei confini del mondo 2d che l’ha resa celebre e amata. Test della versione XBox 360.
  • New Vegas, si torna nel mondo post-apocalittico di Fallout New Vegas, si torna nel mondo post-apocalittico di Fallout Abbiamo provato la versione XBox 360 di Fallout New Vegas, e deciso di dedicare a questo gioco l'articolo di lancio di Gamemag. Si tratta dello spin-off stand alone di Fallout 3.
6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Infobiz25 Ottobre 2010, 11:41 #1
Diablo promette sempre meglio per il gameplay, ma la grafica è davvero penosa, dalla blizzard mi aspettavo qualcosa di meglio, ormai pare sia prossimo all'uscita e non siamo neanche ai livelli di sc2 come qualità. I trailer, qualità cinematografica? EH? Era fatto meglio l'intro di wc3 dai su... Da diablo 3 mi aspettavo grandi cose ma se dai trailer dei personaggi si aspettavano di innalzare l'hipe nel mio caso hanno fallito miseramente. Guardati tutti e 3 e sono a dir poco ridicoli, più per la trama che per la grafica, anche se sono convinto che almeno per dei trailer potevano sforzarsi un po di più.

Riguardo a sc2 la presentazione di DotA, secondo me, è stata una delle peggiori mosse che potevano fare, spero non abbiano perso tutto questo tempo per fare un mod, visto che ci sono già 3 case che gli farranno concorrenza, 2 con un prodotto già pronto e competitivo ed una ( Valve ) che sta progettando il suo standalone.

Non c'è più la blizzard di una volta, peccato..
Noir7926 Febbraio 2011, 18:56 #2
e sono a dir poco ridicoli


Scusa, ma te la sei cercata: ok, sei piu' bravo tu a farli - ritorna quando ne avrai uno migliore.
rjT27 Febbraio 2011, 13:06 #3
Originariamente inviato da: Infobiz
Diablo promette sempre meglio per il gameplay, ma la grafica è davvero penosa, dalla blizzard mi aspettavo qualcosa di meglio, ormai pare sia prossimo all'uscita e non siamo neanche ai livelli di sc2 come qualità. I trailer, qualità cinematografica? EH? Era fatto meglio l'intro di wc3 dai su... Da diablo 3 mi aspettavo grandi cose ma se dai trailer dei personaggi si aspettavano di innalzare l'hipe nel mio caso hanno fallito miseramente. Guardati tutti e 3 e sono a dir poco ridicoli, più per la trama che per la grafica, anche se sono convinto che almeno per dei trailer potevano sforzarsi un po di più.

Riguardo a sc2 la presentazione di DotA, secondo me, è stata una delle peggiori mosse che potevano fare, spero non abbiano perso tutto questo tempo per fare un mod, visto che ci sono già 3 case che gli farranno concorrenza, 2 con un prodotto già pronto e competitivo ed una ( Valve ) che sta progettando il suo standalone.

Non c'è più la blizzard di una volta, peccato..


Da quando blizzard si è fusa con activision l'unico obbiettivo è fare più soldi possibile!
FraDimi27 Febbraio 2011, 14:40 #4
Originariamente inviato da: rjT
Da quando blizzard si è fusa con activision l'unico obbiettivo è fare più soldi possibile!


e chi non ha questo obbiettivo?
rjT27 Febbraio 2011, 14:46 #5
Originariamente inviato da: FraDimi
e chi non ha questo obbiettivo?


Si ma prima lo facevano con un ritegno, cercando di creare giochi belli e appassionanti, vedi bw, poi hanno creato sc2 che è la cosa più casual del mondo
Pic Cloud28 Febbraio 2011, 10:22 #6
per loro è un lavoro... e lo fanno solo per soldi... solo negli anni 80/90 con i programmatori che facevano i giochi nella propria stanza/garage solo per passione lo scopro non era il denaro... ma da quando si son create le software house si fa tutto per il denaro... a volte escono bei giochi e qualcosa di innovativo, ma purtroppo il 90% delle volte son solo copie di qualcosa già esistente...

Dalla sua Blizzard è una delle poche software house che oltre a pensare ai soldi (come è normale che sia) fa uscire bei giochi


io sono in trepidante attesa per diablo 3 !!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^