La passione è così grande che senti il bisogno di trasmetterla!

La passione è così grande che senti il bisogno di trasmetterla!

Emozioni. Partiamo da quelle. A cosa pensi quando mancano ormai poche ore al lancio del progetto a cui hai lavorato praticamente per tutta la vita? Mi ricordo, quando ancora a 10 anni, scrivevo note su un quaderno e appiccicavo immagini per raccontare, a me stesso, delle mie esperienze videoludiche. O, ancora, i pixel della barba di Guybrush mentre il temibile pirata si grattava il suo storico pizzetto.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Editoriale

Emozioni. Partiamo da quelle. A cosa pensi quando mancano ormai poche ore al lancio del progetto a cui hai lavorato praticamente per tutta la vita? Mi ricordo, quando ancora a 10 anni, scrivevo note su un quaderno e appiccicavo immagini per raccontare, a me stesso, delle mie esperienze videoludiche. O, ancora, i pixel della barba di Guybrush mentre il temibile pirata si grattava il suo storico pizzetto. Ma dentro di te sono rimasti scolpiti anche i "dabo" delle unità di WarCraft, pronte a recepire gli ordini del giocatore/padrone o i modelli poligonali finalmente in 3D dei cadaveri di Quake 2. Ma, venendo a noi, come impedire al cervello di fare un passaggio sulle strabilianti sontuose immagini di Final Fantasy XIII, con un personaggio, Lightning, che già da sola esprime i mille problemi della società di oggi. O il tormento di Snake in Metal Gear Solid 4, con il suo sacrificio ma, in fondo, lui, non è altro che una mera arma.

Cos'è Gamemag? Non è un semplice sito di videogiochi. Quello che vogliamo offrire ai lettori di Hardware Upgrade, e a tutti gli altri che vogliano aggiungersi, è una prospettiva su un settore che si sta velocemente allargando, coinvolgendo ormai una buona parte della popolazione. Non è più la piccola astronave di una manciata di pixel di Space Invaders, ma prodotti artistici a 360 gradi, sviluppati da autentici creativi e che mirano a toccare le più profonde corde del cuore di ognuno di noi. Quello che il cinema era una volta stanno diventando, anche se a piccoli passi, i videogiochi oggi.

Il nostro obiettivo è quello di trattare i videogiochi in maniera particolareggiata, cercando di venire incontro alle esigenze di ciascuno dei lettori (non è obiettivo facile) e da un punto di vista adulto. Sviscerare il senso di quello che ci viene proposto, sia dal punto di vista videoludico che da quello artistico, sarà dunque il nostro principale traguardo. Partiamo dall'approccio di base di Hardware Upgrade, con quel piglio analitico e preciso, per estenderla al mondo dei videogiochi.

Un'altra cosa che vorremmo creare è quel senso di community che fa parte imprescindibilmente della natura del videogioco. Gamemag vuole essere uno spunto di confronto e di discussione sulle esperienze videoludiche di ognuno, fermo restando il punto che cosa fondamentale è il rispetto delle preferenze degli altri. L'uomo non riuscirà mai a ridurre tutto a un unico punto di vista, la cosa più bella invece è che ognuno ami cose diverse, e che le difenda. Non considerare questo significa non essere tolleranti, e perdere quel qualcosa in più che ciascun individuo ha. Gamemag offre tanti spunti di discussione, e praticamente ogni articolo pubblicato sul sito è commentabile. Vogliamo che i nostri lettori partecipino attivamente nella crescita di Gamemag, che diano gli spunti giusti per migliorare il sito.

Infine, e anche su questo lasciatemi dire che Hardware Upgrade è sempre stato diverso dagli altri, l'imparzialità. Faccio questo "mestiere" dal 2000 e non sapete quante volte ho sentito discorsi come questo: "va bene, rinuncio alla copertina ma dammi mezzo voto in più sul globale". Purtroppo è così, è inutile negarlo. Su Gamemag nessuno interferirà mai sui voti, è una promessa che faccio in un momento "solenne" come questo che non avrebbe senso non mantenere.

Tratteremo il mondo dei videogiochi da ogni sfaccettatura. Cureremo le piattaforme principali e quelle di Nintendo, con i giochi per Wii e tutte le novità per DS. All'inizio forse saremo poco presenti sul mobile, ma iPhone e Windows Phone ormai non si possono più trascurare neanche dal punto di vista videoludico. Se su Hardware Upgrade fino a oggi abbiamo dato leggera preferenza ai giochi per PC, su Gamemag questa impostazione non verrà confermata, ci sarà eguale spazio anche alle console. Fermo restando che chi si interessa solo al mondo dei giochi per PC potrà continuare a seguirci solo da Hardware Upgrade, visto che lì non cambierà il tipo di contenuti trattati. Infine, abbiamo questo spazio dell'editoriale, in cui contiamo di mettere riflessioni sull'andamento dell'industria dei videogiochi, ma di trattare anche argomenti estranei al settore videoludico e a quello tecnologico, ma che comunque possano interessare il nostro target di lettori.

Il sito orbiterà intorno a un grande database, in cui ogni scheda è dedicata a un preciso prodotto. Le schede del database sono linkate in tante parti del sito, e vi si possono trovare, in maniera concisa, tutte le informazioni principali sui giochi. Al momento del lancio di Gamemag il database non è da considerarsi come esauriente di tutta la storia dei videogiochi: sarà difficile, ad esempio, trovare i giochi dei primi anni '90, anche se si tratta di titoli che hanno fatto la storia. Contiamo comunque di aggiornare costantemente questo database, sia con i giochi più vecchi che con le ultime novità. Un paio di delucidazioni per leggere correttamente le schede: la data di rilascio si riferisce alla prima versione del gioco rilasciata (se ad esempio su PC è uscito il 4 ottobre e su Mac il 5 ottobre nella scheda vedrete la data: 4/10/2010); inoltre le informazioni che riportiamo tra le caratteristiche si riferiscono a tutte le versioni del gioco, in caso di feature specifiche per una singola versione ciò sarà specificato proprio tra le caratteristiche.

In Gamemag ci saranno le recensioni con valutazione sintetica. Abbiamo scelto un sistema di valutazione in scala da 1 a 10, con i voti evidenziati da stelline. Ci sono anche i mezzi voti. Sostanzialmente se mettiamo da mezza stellina a due stelline stiamo avvisando il giocatore che quel gioco ha delle grosse lacune. Può essere comprato da chi ama particolarmente quella serie o quel tipo di gioco, ma è fortemente sconsigliato agli altri. La valutazione di due stelline e mezza è quella di confine: siamo ancora in una situazione piuttosto critica, ma quella mezza stellina in più indica il fatto che comunque il gioco può piacere, e molto, agli appassionati del genere. Le valutazioni di tre stelline e tre stelline e mezza sono lusinghiere: è un acquisto largamente consigliato ai più. La valutazione di quattro stelline è di eccellenza, si tratta di un gioco consigliato dalla redazione di Gamemag. Le valutazioni di quattro stelline e mezza e cinque stelline equivalgono ai voti 9 e 10 degli altri siti: le daremo difficilmente, quando accadrà vorrà dire che secondo noi ci si trova di fronte a un gioco destinato a cambiare molte cose nel mondo dei videogiochi. Nel testo della review, comunque, espliciteremo la nostra idea per ogni gioco e diversificheremo il giudizio a seconda del tipo di giocatore. La valutazione sintetica, dunque, non è mai sufficiente per capire cosa effettivamente il redattore pensa di quel gioco.

Basta, vi lascio alla lettura. Spero di avere un dialogo con i lettori di Gamemag, quindi è giusto che esprimiate ogni dubbio sulla parte tecnica e sui contenuti. Finisco ringraziando tutta la redazione di Hardware Upgrade e soprattutto il comparto tecnico, sono loro che hanno creato Gamemag.

La passione è così grande che senti il bisogno di trasmetterla!

Rosario Grasso

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PhoEniX-VooDoo20 Ottobre 2010, 09:33 #1
nonostante tutto, in bocca al lupo
Max_R20 Ottobre 2010, 11:17 #2
Una nuova grande avventura. In bocca al lupo
Spero sinceramente che possiate promuovere un gaming impegnato, non superficiale, che trasmetta non solo divertimento e che vada oltre il passatempo.
Vifani20 Ottobre 2010, 11:56 #3
Ricordo ancora il primo giorno che ci conoscemmo virtualmente chattando su IRC e da allora iniziammo a scrivere per VIC, tu di videogames e io di schede video. E' veramente passata un'eternità da allora e sono sinceramente contento che tu abbia raggiunto questo traguardo nella tua vita visto che conosco molto bene la tua passione e dedizione al riguardo.
Un grandissimo imbocca al lupo amico mio! Ci vediamo presto!
pWi20 Ottobre 2010, 12:00 #4
Grazie mille Raffaele. Il tuo commento mi ha fatto commuovere. Come ben sai, Gamemag è anche e soprattutto merito tuo

A presto
pWi20 Ottobre 2010, 12:01 #5
Grazie a tutti.

E che crepi il lupo.
Monco20 Ottobre 2010, 14:49 #6

Finalmente!

Finalmente questo progetto vede la luce! Le potenzialità ci sono tutte, un grosso in bocca al lupo e buon lavoro!
Sire_Angelus20 Ottobre 2010, 16:01 #7
per essere veramente giusti dovreste assegnare voti bassissimi a tutti quei giochi pc in cui:

la maggior parte del codepath é ancora in directx9,o comunque non ospita un codepath più puro possibile dx10.1;

fa uso esclusivo di physix per avere un'esperienza di gioco completa, oppure(Batman docet) favorisce unicamente un tipo di scheda video;

giochi con unreal engine 3(gli effetti luminosi erano ok qualche anno fa, adesso fanno pena, sono più pixellati di quelli di un gioco di 10 anni fa)

non usano in modo decente i multicore a disposizione; ok essere limitati dalle gpu, ma deve scalare almeno fino a 3 core(propongo un test underclocckando una cpu in modo da vedere come si comporta allo scalare dei core)

Ha sistemi drm pesantemente invasivi riguardanti la campagna single player;

per ora mi vengono in mente solo questi... ne avevo altri ma me li sono dimenticati.
PhoEniX-VooDoo20 Ottobre 2010, 16:08 #8
Originariamente inviato da: Sire_Angelus
per essere veramente giusti dovreste assegnare voti bassissimi a tutti quei giochi pc in cui:

la maggior parte del codepath é ancora in directx9,o comunque non ospita un codepath più puro possibile dx10.1;

fa uso esclusivo di physix per avere un'esperienza di gioco completa, oppure(Batman docet) favorisce unicamente un tipo di scheda video;

giochi con unreal engine 3(gli effetti luminosi erano ok qualche anno fa, adesso fanno pena, sono più pixellati di quelli di un gioco di 10 anni fa)

non usano in modo decente i multicore a disposizione; ok essere limitati dalle gpu, ma deve scalare almeno fino a 3 core(propongo un test underclocckando una cpu in modo da vedere come si comporta allo scalare dei core)

Ha sistemi drm pesantemente invasivi riguardanti la campagna single player;

per ora mi vengono in mente solo questi... ne avevo altri ma me li sono dimenticati.


davvero interessante.
sarebbe un tipo di analisi estremamente coerente con "hardware upgrade" (in quanto testata [U]tecnica[/U]); inoltre sarebbe anche una cosa originale, una valutazione completa dei giochi dal punto di vista tecnico io non l'ho mai vista.

purtroppo non credo che la redazione si voglia muovere in questa direzione, da quello che ho capito lo scopo è semplicemente una branchia del sito dove il redattore prova e recensisce i giochi dal punto di vista classico..
Sire_Angelus20 Ottobre 2010, 16:15 #9
in realtà se siti come hwupgrade ma sopratutto(data l'internazionalità tomshw applicassero questa policy, che garantisce imparzialità nei confronti del giocatore e potrebbe veramente dare una spinta al mercato(il potere dei media usato correttamente per una volta!!!) si potrebbe cercare di far cambiare policy anche alle aziende. Così giochi che su consolle potrebbero prendere anche 8, 9 su pc potrebbero rischiare di prendere 3 per un porting fatto in fretta e trascurato...
VirtualVirus20 Ottobre 2010, 16:42 #10
Un forte in bocca al lupo, vi seguirò con molta attenzione visto che, a quanto pare, condividiamo la PASSIONE, innata, per i videogiochi.
Ah...io posto poco ma ci sono sempre, da più di 10 anni!

ciaooooooooooooo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^