New Vegas, si torna nel mondo post-apocalittico di Fallout

New Vegas, si torna nel mondo post-apocalittico di Fallout

Abbiamo provato la versione XBox 360 di Fallout New Vegas, e deciso di dedicare a questo gioco l'articolo di lancio di Gamemag. Si tratta dello spin-off stand alone di Fallout 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

New Vegas

Fallout New Vegas mette il giocatore nei panni di un corriere della Mojave Express, che deve consegnare un pacco per conto del fantomatico signor House. Si tratta della persona che ha preso il controllo di Las Vegas, e per questo si fa chiamare con il soprannome di New Vegas, ovvero il nome che ha preso la città dopo il disastro nuclerare. All'inizio del gioco c'è una sequenza di intermezzo in cui si vedono dei brutti ceffi che fermano il protagonista, gli sottraggono il pacco e sparano contro di lui.

In realtà, egli verrà salvato da un drone di nome Victor, che difende gli interessi di House. Nelle prime battute del gioco si scoprirà che dentro il pacco c'è un prezioso chip che House protegge, e che invece altri vorrebbero avere. Il deserto della zona contaminata del Mojave è controllato da due forze che si contrastano, la Nuova Repubblica di California, che intende riportare l'ordine e la legge, e la fazione rivale della Legione, comandata da un uomo senza scrupoli che si fa chiamare Caesar. Il giocatore può decidere con quale delle due fazioni schierarsi a seconda dell'obiettivo.

Dunque, la missione principale in New Vegas è scoprire chi ha rubato il chip e perché intende contrastare House e il suo progetto. Ovviamente, ci saranno tante missioni secondarie che andranno al di là della storia principale. New Vegas propone al giocatore un mondo con tante sfaccettature, tanti personaggi, dando l'opportunità al giocatore di viverlo come meglio crede.

Tutta la seconda parte si svolge a New Vegas, città che in parte ha resistito al disastro nucleare e che mantiene alcuni elementi dello sfarzo di un tempo. New Vegas è il centro nevralgico del Nevada: è gestita dal signor House, che mantiene il controllo tramite i suoi robot. Ma non è l'unico padrone della nuova Las Vegas, piuttosto deve condividere il potere con le altre fazioni.

Il chip che House sta cercando può dargli il potere assoluto sulla città, e conseguenzialmente sul Nevada. Ma ogni fazione controlla alcune parti della città, diversi affari legati ai casinò, e ha degli uomini di fiducia che le difendono. Il giocatore interviene su tutti questi rapporti di forza, e una volta entrato in possesso del chip, può decidere a chi affidare il potere. Ogni fazione ha punti di forza e di debolezza, pregi e difetti, e spetta al giocatore quanto credito dare. Insomma, in questa fase si può decidere letteralmente il futuro di Vegas e la sua ricostruzione, assegnando il potere alle fazioni che più sembrano convincenti agli occhi del giocatore.

Lo scenario di Vegas è sensibilmente diverso rispetto alla tradizione Fallout, è pieno di luci, di personaggi diversi rispetto al solito, ed è interamente pattugliato dai robot, pronti a intervenire alla minima infrazione. Se la prima parte di Fallout New Vegas è ambientata nel solito scenario desertico post-apocalittico, la seconda spiazzerà sensibilmente i giocatori di Fallout.

 
^