Vanquish: sparatutto e coperture in chiave orientale

Vanquish: sparatutto e coperture in chiave orientale

È un interessante sparatutto raccontato con stile visivo orientale ma con contenuti occidentali. Il suo autore è Shinji Mikami, icona del mondo dei videogiochi grazie al suo impegno nella serie Resident Evil.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Resident Evil
 

La storia di Vanquish

Nella sequenza di presentazione di Vanquish un raggio generato con energia solare distrugge San Francisco. È il disperato attacco agli Stati Uniti da parte di una forza ultra-nazionalista che ha preso il controllo del governo della Russia. L'attacco a sorpresa dà il via a una guerra su vasta scala all'interno di una riproposizione della Guerra Fredda in chiave fantascientifica e raccontata con uno stile visivo di tipo orientale.

Il tutto ha inizio con un'inarrestabile esplosione demografica che spinge la popolazione modiale oltre i cento miliardi di individui. L'esplosione demografica causa delle difficoltà nell'approviggionamento delle risorse alimentari e genera una crisi che sfocia in conflitto in alcune zone di confine.

Sfruttando l'opportunità causata dal momento di crisi, il gruppo ultra-nazionalista Order of the Russian Star, prende il controllo del governo russo con un colpo di stato e attacca una pacifica colonia spaziale americana impossessandosi della sua tecnologia di sfruttamento delle energie solari. I russi usano la colonia come arma di distruzione di massa e attaccano San Francisco come riferito nel primo paragrafo.

I russi chiedono agli americani una resa incondizionata, minacciando di colpire anche New York. Il presidente degli Stati Uniti, che ricorda Hillary Clinton, non cede ai ricatti e incarica il colonnello Robert Burns, veterano di tre conflitti e brutale combattente, di prendere il comando di una squadra d'assalto ultra-tecnologica con l'obiettivo di disarmare gli invasori e di riconquistare la colonia spaziale.

La missione di Burns viene definita operazione Darpa e include anche Sam Gideon, il personaggio interpretato dal giocatore. Darpa è il nome di un'agenzia segreta del governo degli Stati Uniti, creata durante la Guerra Fredda con l'obiettivo di produrre una tecnologia alternativa che possa cambiare le sorti dei conflitti. Ufficialmente Sam deve recuperare delle informazioni sfruttando la sua tuta da combattimento di ultima generazione, ma confidenzialmente il presidente e il segretario della difesa gli hanno chiesto di recuperare il dottore Francois Candide, l'uomo che ha creato la tecnologia per lo sfruttamento dell'energia solare che si trovava sulla colonia nel momento dell'attacco. Vista la situazione, infatti, il professore ha deciso di bloccare il sistema che lui stesso ha ideato. La missione di recupero di Sam è sconosciuta al colonnello, per cui i due divergeranno nel corso della storia.

Gideon e Burns quindi guidano disperatamente una forza d'attacco e nel corso dei vari livelli uccidono un numero considerevole di soldati russi. Vanquish ripropone la classica storia che vede da una parte gli americani patriottici pronti a vendicare l'attacco subìto nella propria terra e i russi nella parte dei cattivi. Niente di originale, quindi, e non c'è nemmeno lo spessore emozionale di Gears of War. Quello che colpisce, però, è lo stile visivo, soprattutto nella modellazione delle tute dei vari combattenti. La storia d'altronde è molto presente, con sequenze cinematografiche anche molto lunghe in stile Metal Gear Solid 4. Solo la presentazione iniziale ha una durata che si avvicina alla mezz'ora.

Le sequenze sono ottimamente organizzate e spettacolari, e anche in questo ricordano per certi versi Metal Gear Solid. La regia è ottima, con inquadrature scelte in maniera adeguata in funzione delle esigenze narrative e i personaggi tengono molto bene la scena, grazie soprattutto al loro aspetto stiloso. Queste sequenze vengono calcolate in tempo reale dal motore grafico del gioco.

 
^