Fifa 11 vs Pes 2011: una nuova resa dei conti

Fifa 11 vs Pes 2011: una nuova resa dei conti

Abbiamo provato le ultime build dei due nuovi giochi di calcio. Fifa 11 migliora il predecessore in alcuni aspetti ma mantiene la stessa base, Pes 2011 è invece una rivoluzione pressoché totale.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Qui Fifa

Si riparte da Fifa 10, piuttosto che da Mondiali Fifa Sudafrica 2010. Quest'ultimo è da considerarsi come una versione che personalmente mi piace definire "allegra" rispetto al gioco principale. Nella versione di Fifa sui Mondiali, infatti, le difese sono scarsamente registrate ed è molto facile mettere la palla in profondità per l'attaccante che si ritrova a tu per tu con il portiere. Anche se ci sono tanti passi in avanti nella gestione del tiro e nella reattività dei giocatori, la versione sui Mondiali impediva sostanzialmente di avere uno svolgimento realistico delle partite ed era quasi impossibile pareggiare.

Fifa 11 è più lento e ragionato di Fifa 10. Come nel caso di Pes 2011, infatti, il produttore americano intende creare un gioco che dia ampio spazio alla pianificazione delle azioni, in cui diventano fondamentali i movimenti dei giocatori con e senza palla e la creazione degli spazi nelle difese avversarie. Le difese, adesso, sono molto ben registrate, non offrono spazi, e centrali e terzini si muovo nel corretto modo per bloccare prime, seconde punte e tornanti. A differenza di Pes 2011, che come abbiamo visto è una rivoluzione pressoché totale rispetto al precedente capitolo della serie di Konami, Fifa 11 affonda pesantemente le sue radici negli ultimi giochi della serie Fifa: diciamo che non è stato necessario un restyling profondo in questo caso.

Abbiamo provato una versione alpha di Fifa 11 completa al 75%. Quindi tutte le impressioni che daremo nei prossimi paragrafi fanno riferimento a una versione che non è per forza di cose quella che ci sarà nei negozi, che potrà essere anche sensibilmente differente da questa. Per quanto abbiamo avuto modo di vedere, le due aree in cui sono stati applicati i principali miglioramenti sono quella dei contrasti e quella dei passaggi lunghi/cross.

In riferimento ai contrasti Fifa è diventato praticamente perfetto. Ci sono migliorie estetiche, fisiche e a livello di gameplay. I giocatori interagiscono tra di loro con grande realismo con una fusione tra i loro corpi nel combattimento corpo a corpo che probabilmente non ha eguali in tutto il mondo dei videogiochi. Il numero di parti del corpo dei giocatori che interagiscono in maniera indipendente con le parti del corpo di altri giocatori è molto alto. Il tutto ha un impatto anche sul gameplay. Gli attaccanti possono adesso proteggere lo spazio anche quando la palla non è ancora arrivata e i difensori possono bloccare, tenere, spingere con intelligenza tattica gli attaccanti in maniera rinnovata e più efficace.

Il nuovo sistema consente di avere nuovi tipi di azione e soprattutto rivoluziona il modo di difendere. Rispetto a Mondiali Fifa, si agisce in maniera concertata con il resto della difesa e, a seconda del comportamento degli altri difensori e dei movimenti degli attaccanti, si decide come chiudere lo spazio. Si sente con maggiore efficacia la presenza del corpo del proprio difensore ed è molto più naturale usare proprio il corpo per chiudere lo spazio e respingere la palla. Gli sviluppatori di Fifa hanno aggiunto un numero strabiliante di animazioni che, come dicevamo, rendono i contrasti corpo a corpo decisamente spettacolari e realistici. In Fifa 11 ci sarà insomma una vera e propria battaglia per il possesso della palla, ma anche per la protezione del dribbling.

Rinnovata anche la componente legata ai passaggi lunghi, ai lanci e ai cross. Adesso l'intensità e la precisione del passaggio dipendono fortemente dalla posizione della palla e dalla posizione del calciatore. Con dimestichezza il giocatore può mettere la palla esattamente dove vuole gestendo vari aspetti legati, oltre che alla posizione, anche alla forza del passaggio. Anche in questo caso ci sono nuove animazioni che sottolineano lo sforzo fisico dell'atleta quando colpisce.

Straordinari i movimenti di alcuni giocatori. Ad esempio, Messi non è soltanto un calciatore più veloce degli altri e con abilità migliori, ma compie tutta una serie di movimenti, anche minimi, che ricordano proprio i movimenti di Messi nella realtà. Si sposta la palla, compie delle finte, disorienta gli avversari in qualsiasi momento: uno spettacolo vederlo muoversi, proprio per la precisione e la sottigliezza di questi movimenti. Per gli altri giocatori questa cosa è meno evidente, ma quasi tutti gli atleti di Fifa 11 gestiscono la palla con grande realismo, il che consente di avere precisione nelle giocate.

Croce e delizia di Fifa resta il tiro in porta. È un argomento alquanto controverso, perché ci sono diversi filoni di pensiero. Personalmente non apprezzo questa componente di Fifa, che ha avuto scarsi miglioramenti nelle ultime edizioni. Ho come la sensazione che il portiere sappia, già nel momento in cui il tiro viene scoccato, dove finirà la palla. Questo genera una sensazione di staticità in questa componente del gioco, rendendo alquanto prevedibile ciò che succederà una volta che si è tirato.

In Fifa è molto difficile, ad esempio, segnare da fuori area e anche quando si è a tu per tu con il portiere capita sovente che proprio il portiere realizzi una sorta di impresa parando con relativa semplicità. Inoltre, prima di Mondiali Fifa era troppo facile segnare con il pallonetto quando si era a tu per tu con il portiere. Con Mondiali Fifa il tiro è stato migliorato e in Fifa 11 ci sono altri miglioramenti. Le condizioni di variabilità sono in numero superiore, e c'è la sensazione di maggiore dinamismo.

Tuttavia, rimane a mio modo di vedere, il tallone d'Achille della produzione Electronic Arts. In Pes c'è sempre più varietà nelle conclusioni a rete, e i portieri sono sensibilmente meno efficienti. Non mi riferisco all'abilità richiesta al giocatore per segnare, ma proprio alle conseguenze visive del comportamento del giocatore. Fifa 11 da questo punto di vista è ancora inferiore a Pes 2010.

Fifa comunque prosegue sulla sua strada di reattività ad alti livelli. I giocatori adesso reagiscono anche in funzione della posizione della palla. Non la colpiscono in qualsiasi caso, ma se il loro corpo è orientato in malo modo rispetto alla posizione della palla potrebbero mancarla o cadere nel tentativo di colpirla. Questa componente è molto presente in Fifa 11, e quindi il giocatore dovrà prestare grande attenzione alla posizione degli atleti per colpire in maniera efficace.

EA Canada sostiene di avere applicato centinaia di piccoli cambiamenti in Fifa 11 nella risposta e nella reattività dei calciatori. Ha curato con grande attenzione il feedback della community: in occasione della presentazione presso la sede di EA Italia, David Rutter, produttore esecutivo di Fifa, ha mostrato un foglio Excel in cui sono state inserite diverse reazioni dei giocatori e alcune di queste erano segnate per esplicitare il fatto che quei punti sono stati sistemati.

Una delle novità di Fifa 11 è il cosiddetto Personality +. Ogni giocatore riceve adesso una grande personalizzazione che viene evidenziata nel suo stile di gioco e nelle sue abilità personali, ma anche a livello di grafica, di animazioni, di attributi e nell'audio, con la giusta sottolineatura dei telecronisti se si tratta di un grande campione che ha compiuto delle imprese nell'ultimo periodo della sua vita calcistica. Vedremo meglio nella prossima pagina quali sono le caratteristiche principali del Personality +.

I movimenti dei calciatori sia quando giocano la palla che nei momenti "morti" della partita sono riprodotti grazie alla tecnologia di motion capture. Adesso le espressioni facciali dei giocatori sono più realistiche e rendono evidenti i sentimenti che stanno provando in quel dato momento della partita. I giocatori più importanti inoltre celebrano in maniera personale il gol segnato.

 
^