Esclusivo. Electronic Arts annuncia DarkSpore

Esclusivo. Electronic Arts annuncia DarkSpore

Hardware Upgrade è stata invitata alla presentazione ufficiale di Dark Spore, a Emeryville nella storica sede di Maxis. Dark Spore si configura come un "one button action/rpg". Qualcuno ha pronunciato la parola Diablo? L'articolo include l'intervista a Michael Perry, produttore esecutivo di DarkSpore, e Lucy Bradshaw, general manager.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Electronic ArtsDiablo
 

Intervista

A Emeryville, nella sede di Maxis, abbiamo avuto modo di scambiare delle battute con Michael Perry, produttore esecutivo di DarkSpore, e con Lucy Bradshaw, general manager.

Hardware Upgrade: Perché avete pensato a un cambiamento così radicale per il franchise Spore?

Michael Perry: Ci siamo resi conto che Spore poteva avere uno sbocco come gioco di ruolo visto l'elevato livello di personalizzazione e il tipo di evoluzione che hanno le creature. DarkSpore è un gioco di ruolo basato sui combattimenti dove diventano fondamentali le differenze nelle caratteristiche e nelle abilità tra i vari personaggi.
Lucy Bradshaw: DarkSpore è un gioco di ruolo per giocatori hardcore. Si può giocare in team, contro altri giocatori e contro l'intelligenza artificiale. È basato principalmente sulla collezione delle parti e ha un grande background come storia.

Hardware Upgrade: Dobbiamo considerare DarkSpore come un seguito di Spore o come un nuovo franchise?

Michael Perry: Spore è un gioco che si concentrava principalmente sull'immersione dei giocatori e sulla creatività, mentre DarkSpore si basa soprattutto sull'azione e sulla strategia, e ai giocatori viene richiesto di prendere un numero considerevole di decisioni. DarkSpore è un nuovo franchise rispetto a Spore.

Hardware Upgrade: Durante la presentazione abbiamo scorto la modalità PvP (giocatore contro giocatore). Potete dirci altro su questa modalità?

Michael Perry: Per il momento non possiamo parlare della modalità PvP. Mi dispiace, ma ne parleremo diffusamente in un secondo momento.

Hardware Upgrade: Come è nata l'idea di sviluppare DarkSpore?

Lucy Bradshaw: Quando abbiamo finito di sviluppare Spore ci siamo resi conto che erano rimaste fuori tante idee che non eravamo riusciti a includere. Con l'expansion pack abbiamo posto rimedio in qualche modo, ma comunque c'erano dei filoni inesplorati. Principalmente volevamo inserire degli elementi tattici, oltre che potenziare ulteriormente la personalizzazione e l'evoluzione delle creature.

Hardware Upgrade: A quali giocatori interesserà maggiormente DarkSpore? Sarà apprezzato dai fan di Spore?

Michael Perry: Penso che i giocatori di Spore apprezzeranno anche DarkSpore, ma sicuramente il nuovo gioco verrà seguito anche da un'altra fascia di utenza, quella costituita dai fan dei giochi di ruolo. DarkSpore è un vero action/rpg che interesserà tantissimo ai giocatori tradizionali di rpg, che ritroveranno un gameplay tradizionale accompagnato dalle caratteristiche esclusive di Spore.

Hardware Upgrade: Quanto spazio verrà dato alla creatività della community?

Michael Perry: Come per il primo Spore, chiunque potrà realizzare e condividere nuove creature, che verranno importate nei client di gioco degli altri utenti. La community darà una mano sostanziale nel tenere aggiornato e interessante DarkSpore nel lungo periodo.
Lucy Bradshaw: Come per il primo Spore, chiunque potrà realizzare e condividere nuove creature, che verranno importate nei client di gioco degli altri utenti. La community darà una mano sostanziale nel tenere aggiornato e interessante DarkSpore nel lungo periodo.

Hardware Upgrade: State pensando di creare altri Spore appartenenti ad altri generi? Ci sarà uno Spore fps o uno Spore MMO in futuro?

Lucy Bradshaw: Tutti gli strumenti che abbiamo sviluppato sono pensati per questo genere di gioco e per le caratteristiche di DarkSpore. Ad esempio, il modo di personalizzare le creature è specifico per un gioco di ruolo come DarkSpore. Per il momento non abbiamo pensato ad altri generi, con DarkSpore vogliamo portare alle estreme conseguenze gli aspetti di esplorazione e personalizzazione di Spore.

Hardware Upgrade: Avete usato lo stesso motore grafico di Spore o si tratta di una tecnologia nuova? Ci sono delle innovazioni?

Michael Perry: Ci sono tantissime innovazioni nella tecnologia. Abbiamo usato un motore grafico completamente nuovo per questo gioco. Il sistema di animazioni procedurali è stato interamente rivisto e questo per esempio consente di avere una gamma di attacchi molto più folta rispetto al passato. È stato rifatto anche il sistema di gestione delle illuminazioni dinamiche. Ci sono anche nuovi effetti di sfocatura delle texture e di bloom.
Lucy Bradshaw: La nuova tecnologia ci ha consentito di inserire più dettagli sui modelli poligonali e di avere più dettagli sulla pelle delle creature. DarkSpore è notevolemente più complesso di Spore.

Hardware Upgrade: Ci sarà un numero maggiore di parti con cui personalizzare le proprie creature?

Michael Perry: Si, assolutamente. I nemici lasciano cadere nuove parti che possono essere raccolte e, una volta finita la missione, installate sulle creature. Ci sono nuove parti, nuove sagome e nuove abilità da aggiungere. Ci sono centinaia di parti che possono essere raccolte nel gioco. Si può migliorare il personaggio aggiungendo nuove parti, visto che aumentano le statistiche. Complessivamente ci sono migliaia di possibili combinazioni per le creature, e questo influisce anche sul gameplay vero e proprio.

Hardware Upgrade: È possibile sbloccare nuovi personaggi man mano che si procede nella campagna?

Lucy Bradshaw: Si, con il completare i pianeti si acquisiscono punti esperienza che possono essere spesi per sbloccare nuove creature da inserire nella squadra. Lo sblocco di nuove creature con specifiche abilità consente di impiegare nuovi tipi di strategie visto che queste dipendono dalle caratteristiche e dalle abilità di tutti i membri della squadra. Ci sono tantissime combinazioni in DarkSpore ed è molto bello sfruttarle all'interno del gioco in co-op. Accedendo all'inventario, inoltre, si possono consultare i poteri e le parti sbloccate e valutare le possibili combinazioni.

Hardware Upgrade: Il mondo di gioco si adegua ai miglioramenti di esperienza del giocatore?

Michael Perry: È una domanda interessante. Si, a seconda di come si gioca e del proprio livello di esperienza ci saranno più o meno mostri e saranno più o meno forti. Cambiano anche gli oggetti sugli scenari e differente sarà il meccanismo di generazione dei mostri. I stessi livelli di gioco presenteranno una difficoltà differente: i giocatori, infatti, sono chiamati a scoprire quali sono i passaggi migliori, più veloci e meno ardui. In definitiva, l'intelligenza artificiale si adeguerà progressivamente all'operato dei giocatori.
Lucy Bradshaw: Ci sono percorsi diversi nei livelli di gioco che consentono di avere esperienze di gioco differenti. I giocatori quindi possono decidere dinamicamente come affrontare il gioco e qual è la strada migliore a seconda del tipo di esperienza che vogliono avere. Come ha detto Michael, il gioco varia in maniera sensibile da una partita all'altra: il sistema decide quale tipo di mostri generare e la quantità a seconda di come si gioca.

Hardware Upgrade: Ci sarà una storia nella campagna con sequenze cinematografiche?

Michael Perry: Si, ci sarà una storia. Quando si è su un pianeta si possono scoprire tante informazioni su quel pianeta: ad esempio sui boss e sulle loro caratteristiche. E su queste informazioni occorre prendere delle decisioni e preparare le tattiche. Su ogni pianeta, inoltre, è possibile raccogliere loot diversi che caratterizzano le creature in modo specifico. Una volta terminati i pianeti più facili e raccolto le parti che si trovano su questi pianeti ci si può spostare sui pianeti più complessi. Man mano che si procede nel gioco, così, la difficoltà aumenta insieme al potere dei propri personaggi. Se sono rimaste delle parti non raccolte su un pianeta precedente, inoltre, si può decidere di tornare indietro alla ricerca di quelle parti. Comunque abbiamo messo gran parte del focus sulla caratterizzazione dei pianeti e sulle informazioni che si possono raccogliere a proposito dei pianeti. La storia segue le vicende dei Crogenitors, che viaggiano per la galassia nel tentativo di installare il proprio DNA in altre forme di vita in modo da scoprire alcuni segreti dell'universo. Solo che il DNA dei Crogenitors in alcune creature ha un effetto collaterale trasformandole in abomini conosciuti come DarkSpore. I Crogenitors, guidati da Crogenitor Zelem, devono ora scoprire come stabilizzare il DNA.
 
^