Nintendo 3DS: nuova scossa al mondo delle console portatili?

Nintendo 3DS: nuova scossa al mondo delle console portatili?

Abbiamo provato un prototipo della nuova console portatile di Nintendo che consente di fruire della visione stereoscopica 3D senza indossare gli occhialini. Ecco le prime impressioni.

di Dorin Gega, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Nintendo3DS
 

Altre caratteristiche

Vediamo quali sono le funzioni della console e vediamo come sono disposte sulla sua scocca. Nintendo 3DS presenta due fotocamere nella parte esterna della console e una nella parte interna, per riprendere il volto del giocatore. Le due fotocamere esterne danno la possibilità di fare fotografie in 3D. Funzionano alla risoluzione di 640x480 (0.3 Mega) pixel. Nintendo dichiara che 3DS è il primo dispositivo che consente di fare fotografie 3D e di vederle in 3D direttamente sullo stesso dispositivo, anche se in realtà questo primato appartiene alla fotocamera Fujifilm Real 3D presentata al Photokina 2008. Le due fotocamere possono essere attivate e disattivate tramite due pulsanti presenti sul dorso della console.

Passiamo alla disposizione dei tasti sulla plancia principale, che circondano lo schermo inferiore. A sinistra troviamo il joystick di cui abbiamo parlato nelle pagine precedenti e la tradizionale croce direzionale. A destra i tasti per interagire con il gioco e in basso il tasto di accensione. Sotto lo schermo ci sono i tasti Home, Start e Select. Sulla parte sinistra della console portatile si può regolare il volume e si trova il lettore delle memorie SD, mentre su quella destra c'è uno slider per l'abilitazione della connessione wireless. Sul dorso, oltre ai tasti per l'interazione con le fotocamere c'è la porta mini-USB e il lettore delle schede DS. Non c'è più lo slot per le cartucce del vecchio Game Boy Advance, che era già stato rimosso nel Nintendo DSi.

Nintendo 3DS è pienamente compatibile con tutti i giochi per Nintendo DS e DSi, che come al solito risiedono su schede DS che vanno inserite nel lettore DS della nuova console. Nintendo ha parlato a più riprese delle nuove misure anti-pirateria adottate nel 3DS. Il colosso nipponico non ha tuttavia ancora illustrato il funzionamento della tecnologia, nemmeno ai propri partner, perché ritenuta "molto sofisticata". A livello ipotetico si può pensare che il nuovo 3DS sia in grado di determinare se il gioco caricato è originale o se l'utente sta utilizzando un qualche genere di adattatore per eseguire titoli piratati. Attualmente non sono disponibili dettagli in merito, ma è improbabile che si tratti di una soluzione esclusivamente hardware, dal momento che 3DS mantiene la retrocompatibilità con i giochi di precedente generazione.

Non ci sono ancora dettagli specifici sulla durata della batteria. L'obiettivo dichiarato da Nintendo è di avere la stessa autonomia delle precedenti versioni della console portatile. Quindi, a seconda della luminosità impostata per lo schermo, l'autonomia dovrebbe variare dalle 9 alle 14 ore. La nuova console portatile, limitatamente a questi primi prototipi, pesa 230 grammi, qualcosa in più rispetto alle precedenti. Tuttavia, è immediata da controllare e non presenta difficoltà a causa del peso. Anzi, a primo impatto sembrava meno pesante delle precedenti.

Il 3DS è un po' più piccolo dei modelli precedenti. Ecco le sue dimensioni: 130×74×20 mm. Del DSi sono 137×74.9×18.9 mm e del DS LIte 137×74.9×18.9 mm. Lo schermo superiore è di 3,53 pollici e quello inferiore di 3,02 pollici. Nei precedenti modelli (ricordiamo che i due schermi erano uguali) erano di 3,25 pollici nel caso di DSi e di 3,12 pollici nel caso di DS Lite. Nintendo 3DS sarà disponibile nei colori rosso e blu.

Nintendo non ha annunciato il prezzo definitivo del 3DS e la data di commercializzazione. E' certo che costerà di più delle attuali versioni di DS. Uscirà entro l'anno fiscale 2011 di Nintendo, ovvero entro il prossimo mese di marzo.

Nintendo è sinonimo di videogioco vecchia maniera, immediato e senza fronzoli. Tutto si ferma alla sfida e al divertimento. Questo concetto di base non sarà minimamente alterato con la nuova versione della console portatile, che però intende portarlo a un nuovo livello di coinvolgimento, appunto quello dato dal 3D. Le caratteristiche positive dovute alla visione stereoscopica, al riproporre gli elementi vincenti del DS e al nuovo joystick digitale siamo sicuri che saranno bene accolte dal pubblico abituale del DS.

  • Articoli Correlati
  • E3 2010: come cambia il mondo dei videogiochi E3 2010: come cambia il mondo dei videogiochi Dal 14 al 17 giugno si è svolta a Los Angeles l'edizione 2010 dell'Electronic Entertainment Expo, la fiera di riferimento per il mondo dei videogiochi. Usata dai competitor per rivitalizzare di anno in anno l'industria, l'E3 di quest'anno sarà ricordata per le novità nel campo della visione stereoscopica e per i nuovi sistemi di interfacciamento.
52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
_ZoRrO_16 Luglio 2010, 16:05 #1
ah però...mica male..... le signorine !!! ghghgh
tokun16 Luglio 2010, 16:18 #2
esatto anche a me han colpito molto di più le hostess
GM Phobos16 Luglio 2010, 16:19 #3
che brutto posto per il tasto power...
Rei & Asuka16 Luglio 2010, 16:23 #4
Si ma DUE parole sui giochi?

Ps1: l'anno fiscale 2011, si conclude a marzo 2012 : se verrà commercializzato entro l'anno fiscale 2011, sarà entro il 03/2012. Infatti è impensabile esca per marzo 2011, non c'è nulla di sh ad uno stato tale da giustificare una data cosi vicina.
Ps2: le fanciulle erano nettamente migliori quelle dell'E3
travaricky16 Luglio 2010, 16:28 #5
la tecnologia per il 3d del 3ds non ha fessure che si attivano ad intervalli regolari come scritto nell'articolo...
Cercate immagini di "parallax barrier" su google e vedete di cosa si tratta.

Praticamente ci sono delle strisce verticali che fanno in modo che gli occhi vedano set di pixels differenti. Per capire il principio mettete le mani a 20 cm dal volto con i palmi rivolti avanti, come appoggiate ad un muro invisibile e fate in modo che fra le mani ci sia una fessura di 1 cm circa. Ora chiudendo un occhio alla volta vedete che gli occhi vedono cose differenti.

Sullo schermo vedrò quindi pixels differenti e quindi posso fare in modo che i pixels rappresentino quello che 2 occhi vedrebbero normalmente se si trovassero di fronte u oggetto reale.

Comunque guardando le immagini è molto facile da capire e soprattutto non c'è nulla ad intermittenza come accennato nell'articolo
netcrusher16 Luglio 2010, 16:49 #6

niente di chè

Le ragazze dell'E3 si che erano fighe mica queste qui..........comunque mi interessa quello street fighter IV......vedremo
Ventresca16 Luglio 2010, 16:51 #7
ora che ci penso nintendo all'epoca promise il rumble integrato...
Elrim16 Luglio 2010, 16:54 #8
interessante, non che m'interessino le console portatili ma è sicuramente un buon calcio d'inizio per il 3D senza occhiali
$padino16 Luglio 2010, 17:07 #9
belle gnocche


si ok 3d senza occhiali ma nn mi piace la limitazione di stare dritto al display, tanto più se usi giochi concitati...
Souldust16 Luglio 2010, 17:13 #10
Sinceramente io tutta stà gnocca non la vedo. Forse a voi vi servono gli occhialini

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^